-5°

Provincia-Emilia

"Si raccolgono i vetri, si piangono i morti e si cerca di andare avanti": la testimonianza di Chiara

"Si raccolgono i vetri, si piangono i morti e si cerca di andare avanti": la testimonianza di Chiara
2

Quando la bomba ha scosso la città di Oslo, i suoi figli di 10 e 7 anni si trovavano a circa 500 metri di distanza. Grande paura, poi il sospiro di sollievo per Chiara Braekhus Zambon, 34enne che da Bologna due anni fa si è trasferita in Norvegia.
Chiara, contattata da Gazzettadiparma.it, descrive come ha vissuto questa giornata di paura e spiega in che modo il popolo norvegese affronta questo tragico momento. E conclude: "Si raccolgono i vetri, si piangono i morti e si cerca di riappropriarsi della società tranquilla e tollerante che la Norvegia vuole essere".

La testimonianza di Chiara
Al momento dell'esplosione ero a casa, a circa 7 km dal centro. Ho sentito un grande boato, sembrava un tuono, ma non stava piovendo. Ho appreso della bomba da un amico italiano che mi ha scritto su Facebook. poi ho letto i giornali online...
Il primo pensiero è stato "meno male che è venerdì pomeriggio": la gente esce dal lavoro prima e a quell'ora in molti sono già a casa. Inoltre qua sono le vacanze estive, come in Italia a Ferragosto. La giornata era pessima, aveva piovuto tutto il giorno, penso che anche coloro che normalmente si sarebbero recati in centro per prendere una birra erano rimasti a casa. Inizialmente ho pensato fosse un norvegese che non voleva fare molti danni alle persone, ma piuttosto un'azione "simbolica". Quando abbiamo appreso della sparatoria ad Ulvøya, era difficile non credere in un nesso fra le due cose...
Su FB subito si sono cominciate a spargere varie voci. Una mia amica che abita in centro scriveva di aver visto una donna con le gambe mozzate, altri erano contenti di essere usciti prima dal lavoro in centro poco prima dell'esplosione. Anche i miei figli, che si trovavano con il padre, erano a circa 500 metri. Loro non si sono accorti di nulla, hanno solo raccontato di aver visto molta polizia.
Nella serata si sentivano gli elicotteri che andavano a Ulvøya, (circa 30 km da qui).
Per il resto c'era molto silenzio, in strada non c'era nessuno. Le autorità inizialmente hanno invitato a restare a casa e a lasciare libero il centro di Oslo. Si invitavano i donatori a recarsi a donare sangue di gruppo 0 negativo.
Quando si è appreso che l'attentatore era un norvegese integralista, in realtà siamo in vari che abbiamo tirato un sospiro di sollievo, nonostante il peso della tragedia: i concetti di apertura e integrazione sono all'ordine del giorno in molti ambiti sociali. Se fosse stato un attentato di matrice fondamentalista islamica, i risvolti sociali sarebbero probabilmente stati ancora maggiori. Il fatto che si tratti di un norvegese e per di più protestante, mette tutto sotto un'altra luce, che obbliga l'opinione pubblica a guardarsi dentro, senza dover cercare un "altro" a cui dare la colpa.
Oggi le bandiere sono a mezz'asta. I norvegesi cercano di capire se questo individuo abbia agito da solo o se dietro ci sia un gruppo organizzato. Si raccolgono i vetri, si piangono i morti e si cerca di riappropriarsi della società tranquilla e tollerante che la Norvegia vuole essere.

Chi è Chiara Braekhus Zambon
«Ho 34 anni, sono in Norvegia da due - scrive - ma essendo mezza norvegese sono sempre venuta qui in vacanza e ho fatto una piccola parte della scuola qui. Lavoro nei servizi sociali nel comune di Bærum, in un programma di qualificazione al lavoro per persone svantaggiate (kvalifiseringsprogrammet). Sono mezza norvegese, e vivo con i miei due figli che hanno 10 e 7 anni e sono nati e cresciuti a Marzabotto, in provincia di Bologna. Non conosco altri emiliani da queste parti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LC

    24 Luglio @ 10.26

    Sig. ANARCA, ma chi lo trattiene da andare nell'isola deserta con la "compagnia" da lei prescelta? Realizzi, pure, il suo desiderio! Vada, vada...

    Rispondi

  • franco

    23 Luglio @ 18.48

    Quando si è appreso che l'attentatore era un norvegese integralista, in realtà siamo in vari che abbiamo tirato un sospiro di sollievo.......INSOMMA MENO MALE CHE E' UNO DI CASA............AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOO VOGLIO TRASFERIRMI SU UN ISOLA DESERTA IN COMPAGNIA DEI SIGG. SMITH & WESSON (CHE SONO GLI UNICI DI CUI MI FIDO) E SE QUALCUNO CI PROVA A SBARCARE ..............

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

2commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

5commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo 0-0: primo tempo con poche emozioni Foto

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

23commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto