18°

28°

Provincia-Emilia

Parma e Reggio collaborano per combattere i furti sul Po

Parma e Reggio collaborano per combattere i furti sul Po
1

Le amministrazioni provinciali di Reggio Emilia e di Parma collaborano attivamente contro i furti lungo il Po.
Lo ha ribadito nei giorni scorsi l'assessore provinciale reggiano alla Pesca Alfredo Gennari, che ha anche la delega alla Polizia provinciale. «Il personale della Polizia provinciale, ben supportato dalle Guardie ecologiche e dalle Guardie ittiche, sorveglia il Po da terra e da acqua, 365 giorni l'anno», dice Gennari.
«Per quanto riguarda gli illeciti di pesca, che sono di competenza provinciale - continua l'assessore in una nota - non sono state accertate negli ultimi mesi brusche impennate dei fenomeni. La nostra imbarcazione, un piccolo motoscafo, è posizionata al porto di Boretto, sempre pronta per ogni intervento, e viene utilizzata costantemente dagli agenti per perlustrare le anche del Po».
«Il fenomeno di pesca illecita è già accaduto negli scorsi anni e già in quell’occasione la sinergia tra istituzioni e volontariato ha consentito ad alleviare i problemi: purtroppo si tratta, spesso, anche di un problema legato al malcostume delle persone che quindi tende a ripresentarsi con il tempo».
Gennari precisa che «oggi ci troviamo di nuovo di fronte a questa situazione, ma intendiamo andare avanti per far fronte a questi problemi perché tutti i cittadini, il territorio e il fiume hanno il diritto di essere tutelati: vogliamo attivare le necessarie collaborazioni con gli enti competenti al controllo sul territorio ed anche con le altre Province ed i Comuni rivieraschi perché è un problema che investe un’area ampia».
A tal proposito, l’assessore provinciale precisa che «già dalle settimane scorse siamo in contatto con la Provincia di Parma ed abbiamo in cantiere uno specifico incontro nei prossimi giorni: vogliamo mettere a frutto le esperienze di tutti per contrastare con forza questi fenomeni. Per queste situazioni penso che potranno essere coinvolte le forze di polizia e le autorità di pubblica sicurezza, per analizzarle in dettaglio ed individuare le strategie più efficaci di intervento».
Gennari è chiaro: «Continueremo a fare la nostra parte e cercheremo di impedire con tutti i mezzi a nostra disposizione che qualcuno possa ostacolare la corretta e legittima fruizione da parte di tutti di un ambiente unico come quello del Grande fiume. Cercheremo anche di approfondire le cause e le origini del fenomeno in modo da attivare azioni che possano essere di crescita della cultura della legalità, del rispetto del patrimonio ambientale e del bene comune, mirando anche all’integrazione delle diverse culture».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    26 Luglio @ 08.06

    molto semplice o a mè pare scusate se la penso così ,andate nei bar che abitualmente alloggiano questi extra comunitari ,li fermate gli chiedete come fanno ad avere sempre tanti soldi in tasca e che dimostrino come gli hanno guadagnati ed il resto viene da sè, non lo fate? mi chiedo perchè? è una domanda che viene spontanea ignorando il motivo?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

Autovelox (foto d'archivio)

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana 

Lealtrenotizie

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

Lutto

L'ultima lezione di Angela

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

8commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

3commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

2commenti

L'allerta

Il maltempo flagella il Centro Nord: allagamenti e trombe d'aria

L'Italia divisa in due. Sbalzo di 20 gradi tra la Valle d'Aosta e la Sicilia

Il caso

Ancora vandali in Battistero, emergenza baby gang Video

1commento

Politica

Nuova giunta, il rebus dell'assessore all'Ambiente Video

Primo Consiglio tra 15 e 20 luglio

disagi

Temporale su Parma: cellulari, problemi a singhiozzo sulla linea Tim

2commenti

Fatto del giorno

Gara Tep-Busitalia: perquisizioni a Smtp

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

TORINO

Fuggi fuggi in piazza San Carlo, indagata la Appendino

salute

Vaccini: in Sardegna, tetano dopo 30 anni. Morta bimba a Roma per morbillo

SOCIETA'

auto

Il "bullo" della Porsche sfida la Tesla: finale a sorpresa

1commento

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat