Provincia-Emilia

San Secondo, Dall'Argine e Bernardini: "Da invalidare la prima seduta"

San Secondo, Dall'Argine e Bernardini: "Da invalidare la prima seduta"
0

di Silvio Tiseno

Si apre, con anomalie e proteste, il nuovo mandato amministrativo di San Secondo. Al centro delle polemiche è la mancata votazione per alzata di mano, che si sarebbe dovuta eseguire durante la prima seduta consiliare, necessaria per la convalida degli eletti all’interno del consiglio comunale. Il fatto che siano stati ufficializzati gli incarichi senza effettuare la procedura necessaria, indicata nell’articolo 24 dello statuto del comune di San Secondo, ha scatenato numerose polemiche da parte dei componenti del movimento civico «San Secondo bene comune», rappresentato in consiglio da Massimiliano Dall’Argine. Proprio per manifestare il dissenso riguardo a quanto avvenuto, o per meglio dire non avvenuto, durante il primo consiglio comunale che si è tenuto il primo giugno, è stata inviata una lettera contenente il verbale della seduta e le relative contestazioni al sindaco Antonio Dodi, al presidente del consiglio comunale Daniele Montagna, al prefetto di Parma Luigi Viana, all’Utg di Bologna e al ministro dell'Interno Roberto Maroni, firmata dal consigliere di minoranza Massimiliano Dall’Argine e dal consigliere provinciale Roberto Bernardini.
«Durante la seduta dei capigruppo, si è discusso dei punti che saranno messi all’ordine del giorno durante il consiglio comunale che si svolgerà domani, 28 luglio, ed il primo punto riguarderà l’approvazione del verbale della seduta precedente. Noi, invece, chiediamo di effettuare la votazione, secondo le modalità previste dallo statuto, per la convalida degli eletti prima di convalidare i verbali della seduta precedente - ha spiegato Dall’Argine -. Tutti i componenti del gruppo “San Secondo bene comune” sono consapevoli del fatto che la richiesta non rappresenta un superfluo formalismo ma la volontà che il massimo organo del nostro Comune dia l’esempio a tutti i cittadini di funzionare con il massimo rispetto della legalità».
Inoltre, sul mancato rispetto delle norme, lo stesso gruppo si è rivolto anche a consulenti legali ed è stato preso in considerazione persino un eventuale ricorso al Tar.
«Sono stati consultati alcuni legali e quello che emerge è il mancato rispetto delle norme durante la seduta consiliare del primo giugno, avremmo potuto presentare un ricorso al Tar ma non lo faremo perché quello che noi vogliamo è proprio il bene comune e far sostenere elevate spese legali all’amministrazione vorrebbe dire indebolire il bilancio - ha dichiarato il consigliere provinciale Roberto Bernardini -. In oltre quindici anni di esperienza amministrativa non mi era mai capitato di vedere un verbale di seduta consiliare come quello del primo giugno che rappresenta un '“chi tace acconsente”».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)