22°

Provincia-Emilia

Felegara, la scuola elementare nel mirino dei vandali-graffitari

Felegara, la scuola elementare nel mirino dei vandali-graffitari
Ricevi gratis le news
0

Graffitari e vandali  da qualche tempo stanno lasciando la loro «firma»  nella zona della scuola elementare di Felegara. I segni sono evidenti e ben impressi sulle mura della scuola, sull'edificio che ospita la centrale termica e sulla recinzione. «Di pomeriggio e fino a tarda sera - raccontano persone che abitano nel limitrofo quartiere - ci sono ragazzi e giovani che schiamazzano e fanno i bulli. Frequentano l’area verde tra la scuola e la palestra, la pista polivalente ma soprattutto le zone in penombra o buie. L'edificio scolastico presenta delle rientranze e dei sottoscala dove spesso si infilano delle persone per fare quello che vogliono e fuggire agli sguardi».
Quello che i residenti raccontano è riscontrabile tutti i pomeriggi e alla sera.  Risulta inutile chiudere i cancelli che danno accesso al giardino della scuola perché intanto vengono divelti. I portoni dei cancelli sono stati forzati  anche quando sono stati chiusi a chiave con catena e lucchetto.
Quando non sono riusciti a passare dai cancelli i vandali hanno saputo crearsi dei varchi nella rete di recinzione, oppure l'hanno danneggiata nel tentativo di scavalcarla.
Gli ultimi danni creati da questi vandali-graffitari sono in bella vista sui muri esterni dell’edificio dalla parte che guarda la palestra comunale. La zona è in parte in ombra per un palo dell’illuminazione che non è più funzionante. Sui muri della scuola è comparsa una grande scritta. La porta dell'uscita di sicurezza della mensa è stata imbrattata con frasi e disegni. I vandali si sono accaniti anche contro la struttura che ospita la centrale termica. Scritte sconce ovunque, in particolare sulla porta e sulle mura con pennarelli e spray. Resi inservibili anche i tubi di scarico dell’acqua piovana che dal tetto viene convogliata alla rete interrata. Con i piedi e con altri oggetti hanno schiacciato il tubo riducendo la possibilità dello scolo delle acque.
La recinzione della scuola è stata danneggiata in più punti nonostante sia stata rimessa a nuovo da pochi mesi. Da questa situazione appare chiaro che qualcuno non ha rispetto delle strutture pubbliche e si diverte a fare danni.
«Le forze dell’ordine devono controllare chi frequenta quest’area - è lo sfogo di un’anziana del luogo -. Se ad orari diversi ogni due, tre giorni, carabinieri e polizia municipale circondassero la zona e identificassero chi è presente sarebbe sicuramente un deterrente per evitare  vandalismi e tenere calmi o comunque allontanare certi soggetti». L’area attorno alla scuola è dotata di telecamere installate due anni fa dall’amministrazione comunale: pertanto - aggiunge qualcuno - controllando i filmati sarebbe facile capire chi frequenta la zona. Forse la registrazione potrebbe servire a identificare gli autori dei graffiti e di tutto quanto accade. In zona sono tutti d’accordo: «Prendere provvedimenti seri è il minimo che si deve fare!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

4commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

CATALOGNA

200mila manifestanti in piazza a Barcellona

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»