10°

20°

Provincia-Emilia

Felegara, la scuola elementare nel mirino dei vandali-graffitari

Felegara, la scuola elementare nel mirino dei vandali-graffitari
0

Graffitari e vandali  da qualche tempo stanno lasciando la loro «firma»  nella zona della scuola elementare di Felegara. I segni sono evidenti e ben impressi sulle mura della scuola, sull'edificio che ospita la centrale termica e sulla recinzione. «Di pomeriggio e fino a tarda sera - raccontano persone che abitano nel limitrofo quartiere - ci sono ragazzi e giovani che schiamazzano e fanno i bulli. Frequentano l’area verde tra la scuola e la palestra, la pista polivalente ma soprattutto le zone in penombra o buie. L'edificio scolastico presenta delle rientranze e dei sottoscala dove spesso si infilano delle persone per fare quello che vogliono e fuggire agli sguardi».
Quello che i residenti raccontano è riscontrabile tutti i pomeriggi e alla sera.  Risulta inutile chiudere i cancelli che danno accesso al giardino della scuola perché intanto vengono divelti. I portoni dei cancelli sono stati forzati  anche quando sono stati chiusi a chiave con catena e lucchetto.
Quando non sono riusciti a passare dai cancelli i vandali hanno saputo crearsi dei varchi nella rete di recinzione, oppure l'hanno danneggiata nel tentativo di scavalcarla.
Gli ultimi danni creati da questi vandali-graffitari sono in bella vista sui muri esterni dell’edificio dalla parte che guarda la palestra comunale. La zona è in parte in ombra per un palo dell’illuminazione che non è più funzionante. Sui muri della scuola è comparsa una grande scritta. La porta dell'uscita di sicurezza della mensa è stata imbrattata con frasi e disegni. I vandali si sono accaniti anche contro la struttura che ospita la centrale termica. Scritte sconce ovunque, in particolare sulla porta e sulle mura con pennarelli e spray. Resi inservibili anche i tubi di scarico dell’acqua piovana che dal tetto viene convogliata alla rete interrata. Con i piedi e con altri oggetti hanno schiacciato il tubo riducendo la possibilità dello scolo delle acque.
La recinzione della scuola è stata danneggiata in più punti nonostante sia stata rimessa a nuovo da pochi mesi. Da questa situazione appare chiaro che qualcuno non ha rispetto delle strutture pubbliche e si diverte a fare danni.
«Le forze dell’ordine devono controllare chi frequenta quest’area - è lo sfogo di un’anziana del luogo -. Se ad orari diversi ogni due, tre giorni, carabinieri e polizia municipale circondassero la zona e identificassero chi è presente sarebbe sicuramente un deterrente per evitare  vandalismi e tenere calmi o comunque allontanare certi soggetti». L’area attorno alla scuola è dotata di telecamere installate due anni fa dall’amministrazione comunale: pertanto - aggiunge qualcuno - controllando i filmati sarebbe facile capire chi frequenta la zona. Forse la registrazione potrebbe servire a identificare gli autori dei graffiti e di tutto quanto accade. In zona sono tutti d’accordo: «Prendere provvedimenti seri è il minimo che si deve fare!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Addio a Valenti, lo sportivo

LUTTO

Addio a Valenti, lo sportivo

1commento

ALLARME

Bocconi killer, un nuovo caso

Parma

Maltempo: allerta della protezione civile fino alle 18

Stazione

Quei tombini instabili che tolgono il sonno

Calcio

Parma, la parola ai tifosi

lutto

Fidenza piange il pittore Mario Alfieri

MUSICA

"Canzone per curare le piante": il nuovo singolo dei ManìnBlù Video

SACERDOTE

Don Ubaldo, da Tabiano alla Siberia

Parma

«La Marina? Un'opportunità per i giovani»

1commento

AL REGIO

De Andrè, Cristiano canta Fabrizio

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

lettere 

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

8commenti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

7commenti

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

maltempo

Torna la neve in Lombardia Video

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport