-2°

Provincia-Emilia

Fidenza, sventato maxi-furto di rame: in manette un rumeno

Fidenza, sventato maxi-furto di rame: in manette un rumeno
6

Tre uomini sono stati visti dai carabinieri a Carzole di Fidenza mentre caricavano cavi di rame usati per la posa delle linee telefoniche di Telecom. All'arrivo dei militari, un rumeno è stato fermato, mentre i complici sono riusciti a fuggire.
Tutto è iniziato, attorno alle 3 di domenica, quando una pattuglia della Compagnia di Fidenza, nel corso di una serie di controlli sul territorio, ha notato qualcosa di strano nella zona artigianale, mentre percorreva la rampa della statale per Soragna. Dal cortile di un'azienda venivano strani rumori. I militari si sono insospettiti e hanno controllato, trovando tre uomini che caricavano cavi di rame su un camion. Un lavoro molto ben organizzato: uno metteva tratti di cavo di circa 4 metri su un ceppo, un altro lo tagliava con un colpo di accetta, il terzo caricava sul cassone di un camion.
Mentre la gazzella dei carabinieri girava intorno all’edificio per bloccare la via di fuga del camion, i tre uomini si sono accorti di essere stati scoperti si sono dati alla fuga a piedi, nei campi. Uno di loro è stato intercettato dal capo equipaggio della pattuglia, che si era appostato nei pressi della rete. Nel frattempo sono arrivati altri carabinieri e i vigili del fuoco con le cellule fotoelettriche, per le ricerche nei campi.
L'uomo fermato è stato portato in caserma e identificato: si tratta di G. L. S. (il nome non è stato reso noto), ha 33 anni ed è rumeno. Il giovane risulta anche essere il proprietario del camion con targa rumena su cui il gruppo aveva già caricato quasi 2mila metri di cavi di rame. G. L. S. è stato arrestato per furto aggravato in concorso e detenzione di arnesi da scasso, visto che sul mezzo aveva asce, piedi di porco, trance per metallo e seghetti. Ora è detenuto nella casa circondariale di Parma  a disposizione del sostituto procuratore Fabrizio Pensa.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • michela

    04 Agosto @ 13.11

    ...e non devono neanche preoccuparsi di falsificare documenti di ingresso perchè da qualche anno questi zingari possono circolare liberamente in italia senza il permesso di soggiorno....

    Rispondi

  • Sam

    04 Agosto @ 12.17

    ancora ci meravigliamo? ma chi l'ha voluta TUTTA sta gente nel nostro paese?? ah no aspetta, forse mi è venuto in mente..

    Rispondi

  • Ubaldo

    03 Agosto @ 23.53

    Mario, non penso che resterà molto in galera; comunque a questa gente bisogna cominciare a tagliare le mani e lo stesso vale anche per il rotamaio che ritira questo materiale. Oramai siamo stanchi di continuare a leggere di furti alle linee elettriche delle ferrovie, alle grondaie di scuole e cimiteri ed a varie aziende.

    Rispondi

  • parmense doc

    03 Agosto @ 22.08

    dove sono i COMITATI ANTIRAZZISTI? saranno fuori dal carcere a urlare TUTTI LIBERI?

    Rispondi

  • mario rolandi

    03 Agosto @ 20.33

    poveraccio, adesso gli tocchera fae una lunga giornata in galera...

    Rispondi

    • Damn

      04 Agosto @ 09.50

      La cosa brutta è che tutto quel rame ormai tagliato è da buttare. Per farsi quattro soldi i ladri fanno migliaia di euro di danni.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017