11°

17°

Provincia-Emilia

Guardasone, antenna sulla chiesa abbandonata: una lettrice protesta. La parrocchia: "Aspettiamo che la spostino"

Guardasone, antenna sulla chiesa abbandonata: una lettrice protesta. La parrocchia: "Aspettiamo che la spostino"
Ricevi gratis le news
5

di Andrea Violi

È andata sulla collina di Guardasone per osservare le stelle. Arrivata alla chiesa, ha scoperto che è abbandonata e, in più, un particolare insolito: sul tetto c'è un'antenna radio-tv. Così una lettrice ha telefonato a Gazzettadiparma.it per protestare, definendo «un orrore» sul piano artistico e religioso lo stato di abbandono di questo edificio e soprattutto il fatto che sia utilizzato come base per un ripetitore. «La chiesa, bellissima, è completamente abbandonata ed è dedicata a San Lorenzo, che ricorre oggi», sottolinea la lettrice.
In parrocchia spiegano che l'antenna non trasmette più e si attende da tempo lo spostamento in un altro luogo. Spostamento che comunque non servirà per far tornare la chiesa agli antichi fasti: l'edificio non è sconsacrato, dentro ci sono ancora i banchi, ma è inagibile dopo il terremoto del 23 dicembre 2008 (anche prima, comunque, non era utilizzata).

LA PROTESTA DELLA LETTRICE: "E' BRUTTO CHE UN LUOGO DI CULTO SIA TRATTATO IN QUESTO MODO". L'antenna si trova lì da tempo: il nostro quotidiano aveva dato la notizia della sua presenza nel maggio 2009. La lettrice, originaria di Reggio Emilia, evidentemente frequenta poco la zona di Guardasone e preferisce parlare in forma anonima. Ha comunque voluto lamentare la decadenza di questo (ex) luogo di culto. «La collina di Guardasone è un ottimo punto per guardare le stelle - spiega -. Anche se fosse sconsacrata, è un orrore vedere in stato di abbandono una chiesa del Seicento... E il campanile è ancora più antico. Le finestre sono rotte e attorno ho visto delle transenne. Peccato che nessuno finanzi dei restauri. Oggi è San Lorenzo... e ho pensato alla chiesa di San Lorenzo di Guardasone, che sarebbe bellissima ma si trova in quelle condizioni, persino con un'antenna infilata dentro».

LA PARROCCHIA: "L'ANTENNA E' DISDETTATA MA RESTA DA SPOSTARE. LA CHIESA? NON CI SONO FONDI". La parrocchia ha concesso diversi anni fa l'installazione di un'antenna per trasmissioni radio-televisive sulla chiesa di Guardasone ma in questo momento è ferma. «Hanno trasmesso da lì Radio Maria, poi Radio Radicale e altre stazioni. L'utilizzo è cessato da due o tre anni - spiega Enrico Cesari, abitante della frazione di Traversetolo che aiuta il parroco don Nardino Rotelli nell'amministrazione della parrocchia di Vignale (titolare anche della zona più a monte) -. Noi abbiamo fatto disdetta alla società che l'aveva in gestione. Ci sono stati diversi passaggi, finché l'antenna è stata presa da una società romagnola, la Telcom. Dopo la disdetta, abbiamo staccato la corrente elettrica e ci è stato riferito che il trasloco deve avvenire tramite il ministero (delle Comunicazioni, ndr), che deve trovare una posizione confacente... Non è semplice... Inoltre dopo il terremoto la chiesa è stata dichiarata inagibile: non era più possibile avvicinarsi all'antenna per la manutenzione». La situazione quindi è di stallo: il ripetitore non dà entrate alla parrocchia e messo in questo modo non serve a nessuno.
E i restauri della chiesa? Soldi non ce ne sono in parrocchia, né evidentemente da altre fonti. Un progetto di messa in sicurezza e restauro elaborato alcuni anni fa resta sulla carta.

Archivio Gazzettadiparma.it
28 marzo 2011
Inchiesta - L'arte "ferita": per intervenire mancano all'appello almeno 20 milioni (7 articoli)

10 maggio 2009
Guardasone: la chiesa in stato di abbandono 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Piero

    12 Agosto @ 16.12

    Mah ! evidentemente alla signora la vista della chiesa abbandonata e di questo antennone chilometrico che la sovrasta deve aver disturbato non poco la magia di quel bel panorama stellare, che è la caduta delle "lacrime di san lorenzo", tipica di questo periodo. Tale disdicevole situazione mi ha comunque ispirato un nuovo adagio, riadattato in certa misura dal Pimandro che più o meno lo possiamo riassumere in questii termini: " Come piangono le stelle nel guardare il Firmamento, cosi avviene per gli esseri umani nel guardare la Terra ! " :-)

    Rispondi

  • mario

    12 Agosto @ 11.16

    Una chiesa abbandonata al culto. E' il segno della perdita di Dio di un popolo. Anche la mancanza di preti lo evidenzia. X cui le chiese in sfacelo saranno sempre di +(penso ad esempio a S.Maria del Quaetiere in Piazzale Picelli. Sublime ! E così mal ridotta).E pensare che sono state costruite quando la gente non aveva niente(e adesso siamo pieni di suw e di amministrazioni che spendono dieci volte tanto x fare cose senza senso-vedi ospedali-).E' significativo comunque il campanello d'allarme che si è acceso dentro la testa della lettrice che protesta. Si può fare quello che si vuole ,ma questo capanello non si spegnerà mai.......e alla fine senz'altro ci chiamerà in causa. Saluti M.

    Rispondi

  • giusepppe

    11 Agosto @ 19.31

    quella antnna ha serviito anche molte radio locali di parma, radio onda emilia sulla frequenza 100.650 e anche tv parma sul canale 31 uhf

    Rispondi

  • Ugo

    11 Agosto @ 15.30

    si vede che la lettrice, cosi' solerte, in realta' frequenta poco Guardasone, dal momento che l'antenna di Radio Maria e' stata installata sulla chiesa (con tanto di concessione ministeriale e, ovviamente, benestare della curia) oltre 20 anni fa....

    Rispondi

  • xyz

    11 Agosto @ 10.10

    le antenne radio sopra le chiese???? uuuuuuuuuuu, questa è bella! ci si preoccupa del fatto che esteticamente sarebbe brutto mentre invece il vero problema è un'altro. si tratta della spregiudicatezza dei preti che accendono un segnale radio trasmettendo senza avere il minimo permesso di legge per farlo! alla pari di radiomaria accendono ovunque disturbando l'etere della radiofrequenza fm. e di chiese di paese e quartiere ce ne sono a migliaia in italia! se un normale cittadino accendesse un segnale radio, senza per forza disturbare gli altri segnali, ha l'arresto immediato! la radiofonia italiana ormai distrutta totalmente dalla prepotenza dei network, di radiomaria e preti vari, e soprattutto dalle leggi che sino ad ora lo hanno permesso! tutta la radiofonia locale eliminata per sempre a discapito delle realtà locali e dei propri servizi. annientamento generale di tutto il personale del mondo radiofonico italiano. fate una semplice ricerca sulla vostra autoradio e vi renderete conto di quante frequenze occupano questi network, preti e radiomaria. noterete che sono in poki e occupano tutta la banda fm con più frequenze per città (addirittura superano il limite massimo di 3 arrivando acnhe a 5 o 6). che schifo l'italia, anche la radiofonia distrutta per sempre....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

Il regista James Toback

Dopo Weinstein

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

Autovelox mobile

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

19commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Gran Bretagna

Allerta in un bowling: forse ci sono ostaggi

LA SPEZIA

Sarzana, architetto muore in strada: aveva una profonda ferita alla testa

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL SALONE

Non solo Suv: Tokyo rilancia le sportive