10°

20°

Provincia-Emilia

"Youssef ha lottato per salvarsi"

"Youssef ha lottato per salvarsi"
Ricevi gratis le news
0

Franco Brugnoli

Ieri mattina a Borgotaro non si parlava d’altro. La triste fine di Youssef Tamzirat, 20 anni, studente di origine marocchina residente a Casalmaggiore, morto annegato nel Taro, inghiottito da un vortice d’acqua creato dalla corrente martedì pomeriggio nel lago di Roccamurata-Castoglio (in pratica al confine fra il Comune di Borgotaro e quello di Valmozzola), ha scosso davvero l’intera popolazione. La salma del giovane, dopo il recupero da parte dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Ravenna, è stata trasportata, con un’ambulanza speciale (attrezzata per questo tipo di servizio), dell’Assistenza Pubblica di Fornovo, all’istituto di Medicina Legale del Maggiore di Parma, ove verrà eseguito l’esame autoptico. E qui sono giunti i genitori del ragazzo, Amìna la mamma e Mimoun il padre, con una delle sorelle, Hajar, di 17 anni. Il ragazzo era arrivato in Valtaro, verso le 16, a bordo di una «Wolksvagen Polo», con un suo amico,  Andrea Zardi, 21 anni, di Casalmaggiore, per fare il bagno. «Venivamo spesso qui - ci ha spiegato l’amico, visibilmente commosso - perché questa è una bella zona, non c'è confusione e si sta bene. Mai più avrei pensato che potesse accadere una cosa del genere». Va ricordato l’impegno svolto (prima che giungessero i sommozzatori) dei Vigili del Fuoco Volontari del Distaccamento di Borgotaro, coadiuvati da alcuni colleghi di Parma, dell’Assistenza Pubblica Volontaria Borgotaro-Albareto e dell’Automedica «Borgotaro 30», oltrechè dei Carabinieri della Compagnia di Borgotaro, guidati dallo stesso comandante, capitano Giuseppe Marletta. A Casalmaggiore, Youssef era considerato un bravo ragazzo, sereno, posato, tranquillo, che mai si sarebbe messo in cerca di pericoli. Era nato a Salé (Marocco), ma, nel 2004 (quando lui aveva circa 12 anni), la sua famiglia si trasferì in Italia, appunto a Casalmaggiore. Frequentava, nella sua città d’adozione, l’«Itis». Era appassionato di musica ed aveva suonato in un gruppo «rap». Molti a  Borgotaro ricordano che a metà degli anni Sessanta, sempre in questo periodo estivo, un altro ragazzo perse la vita proprio in questo lago, con modalità analoghe a quelle che martedì pomeriggio hanno stroncato la vita a Youssef.
Si attende, ovviamente l’esito dell’autopsia, però è opinione generale che il ragazzo non sia stato colto da alcun malore. Lo ha confermato anche l’amico, che ha cercato di afferrarlo ad una gamba, ma i suoi sforzi sono risultati inutili a causa della forza della corrente. L’amico ha infatti riferito che Youssef ha lottato pure lui per potersi salvare. Ma, evidentemente, il destino, su questo fronte, aveva disposto diversamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

SERIE B

Parma, batti un colpo

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: si vota per la finale

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Garani è presidente del gruppo fotografico Obbiettivo Natura

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Libere: domina Hamilton. Vettel (terzo) gira poco

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: