Provincia-Emilia

Avis Fontevivo: mezzo secolo di generosità

Avis Fontevivo: mezzo secolo di generosità
0

Chiara De Carli
«50 anni è un traguardo suggestivo che lascia il segno ma il lavoro dell’Avis non finisce mai». Così Giuseppe Scaltriti, presidente dell’Avis provinciale di Parma ha spronato domenica  il direttivo e i soci dell’associazione in occasione dei festeggiamenti per il mezzo secolo raggiunto.
La storia
La sezione Avis di Fontevivo è nata il 18 marzo 1961 quando, nel Municipio di Fontevivo, sette cittadini del territorio hanno deciso di impegnarsi in prima persona nell’organizzazione dell’Avis locale contando su un elenco di 24 potenziali donatori e sull'appoggio di Tonino Carra che avrebbe messo a disposizione una stanza nella sua abitazione per svolgere i prelievi. L’allora sindaco Giuseppe Testoni ha presieduto la riunione che ha portato alla stesura del documento che sanciva la costituzione sella «sezione comunale di Fontevivo» e dato il via a questa avventura.
Lo sviluppo
Grazie all’impegno dei volontari, la sezione è cresciuta e si è sempre più radicata nel territorio portando i donatori ad arrivare alla lusinghiera soglia dell’8 per cento dei residenti del territorio.
«Aver lavorato con persone come Giacomo Alinovi, Ugo Cavagna, Primo Marossa è stato un onore – ha commentato Florio Ghinelli, responsabile sanitario dell’Avis regionale ospite della giornata -. Ho visto nascere e crescere questa sezione: 50 anni sono passati in un attimo. A donatori e direttivo auguro un futuro come il passato: roseo e felice».
Il saluto delle autorità
Durante il saluto delle autorità, sono state ricordate le «tappe» di questi cinquant'anni: dalla costituzione alla donazione, da parte del Comune, del terreno su cui costruire la sede. Dall’inaugurazione della casa del donatore il 24 settembre 1966, alle iniziative che hanno permesso all’Avis di essere sempre più inserita nel tessuto sociale di Fontevivo. Tutti ricordi racchiusi dal direttivo in un libro che raccoglie le foto e gli articoli di giornale di quegli anni e consegnato ai donatori presenti alla festa organizzata al ristorante 12 monaci.
A rendere omaggio al grande lavoro dei volontari, sono intervenute anche le autorità del paese.
«L'Avis è una parte fondamentale della storia del nostro paese – ha sottolineato il sindaco Massimiliano Grassi –. Ringrazio tutti i volontari per quello che fanno: non solo per il dono del sangue, attività importantissima, ma anche per il «colore» che portano nel nostro paese. Non è scontato che si arrivi a festeggiare il 50° anniversario con tanta vivacità».
Il futuro
Prima di consegnare i premi ai numerosi donatori che hanno raggiunto traguardi importanti, il presidente Enzo Bandini ha ricordato che i volontari sono «la speranza del nostro comune. Oggi siamo riuniti per festeggiare 50 anni di lavoro e sono particolarmente orgoglioso perchè abbiamo dimostrato di saperci donare agli altri». Un dono che, da oggi, è sicuramente già pronto per essere rinnovato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika su Rai Due

su Rai Due

L'Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

nostre iniziative

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

22commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Gli errori, la sconfitta e la possibile rivincita

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

1commento

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

storia

Scoperta la mummia della regina Nefertari al Museo di Torino

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

ANIMALI

sos animali

Di chi è questo pappagallo?

sos animali

I due cagnolini Kay e Tata cercano una famiglia