-2°

Provincia-Emilia

Sorbolo - «Speed check» in centro: sono arrivate le prime multe

Sorbolo - «Speed check» in centro: sono arrivate le prime multe
0

Pierpaolo Cavatorti

Gli «speed check», a tre mesi dall'installazione, lasciano il segno con l'arrivo delle prime contravvenzioni. Le postazioni fisse di rilevamento della velocità dei veicoli, chiamate più semplicemente «speed check», sembrano aver sortito l’effetto desiderato. O quasi. Molti dei residenti su via Mantova, che lamentavano negli ultimi anni una velocità smodata dei veicoli in entrata nel centro abitato, oggi vedono una maggiore disciplina nei conducenti che entrano a Sorbolo, sia da Parma sia da Brescello. Anche i residenti della frazione di Bogolese hanno notato un  miglioramento nella velocità di transito delle vetture e dei mezzi pesanti: anche qui grazie ad uno «speed check» posizionato proprio sul tratto della statale 62 della Cisa in direzione Parma, poco prima della veloce semicurva, teatro in passato di paurosi incidenti.
In barba alle insistenti voci che definiscono le postazioni fisse come «scatole» vuote, o come semplici deterrenti senza conseguenze pratiche, sono fioccate anche le prime contravvenzioni per alcuni conducenti indisciplinati, pizzicati con la propria auto lanciata a ben oltre i cinquanta chilometri orari, limite consentito dal codice della strada nei centri urbani.
«Devo dire che ho trovato un discreto miglioramento - ha detto un esercente, la cui attività si affaccia direttamente su via Mantova -, le auto che arrivano rallentano fino a raggiungere i limiti consentiti: e questa è una buona notizia. La cattiva - ha proseguito - è che spesso è volentieri pestano di nuovo sull'acceleratore appena passata la postazione. Un comportamento che si commenta da solo».
Dello stesso parere anche un pensionato, residente sulla statale della Cisa verso Parma. «Confermo anch’io che le auto vanno più piano quando entrano - ha sottolineato l'uomo - anzi, alcune che si accorgono all’ultimo minuto del “velox” inchiodano, con il rischio di venire tamponati. I primi giorni erano tutti molto disciplinati - ha concluso - ma, con il passare del tempo, molti autisti hanno abbassato la guardia non rallentando nemmeno più davanti alla postazione. Secondo me è colpa della voce che circola in paese che dice che le postazioni non funzionano».
I due sorbolesi, però, concordano anche nel fatto che, con il favore della notte, la velocità dei bolidi aumenta di gran lunga, infischiandosene altamente di «speed check», dei limiti o della sicurezza stradale. «Spero veramente - ha aggiunto ancora il pensionato - che a questi piloti di Formula Uno arrivino multe salatissime, che possano farli riflettere sulla loro condotta. Solo toccandoli nel portafoglio - ha chiosato - sono sicuro che impareranno la lezione».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto via Doberdò

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

3commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

12commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

9commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria