12°

Provincia-Emilia

Kale annuncia gli investimenti: 25 milioni in 5 anni

Kale annuncia gli investimenti: 25 milioni in 5 anni
0

 Investimenti per 25 milioni di euro nei prossimi cinque anni con la previsione di un fatturato che raggiunga i 70 milioni di euro; trasferimento in Emilia-Romagna del polo logistico attualmente in Olanda; sinergia tra i prodotti e le tecnologie degli stabilimenti turchi con quelli italiani e viceversa: questi, in sintesi, i progetti per gli stabilimenti ex Fincuoghi illustrati ieri nel corso di una conferenza stampa al Cersaie dalla presidente di Kale Group e di Kale Italia Zeynep Bodur Oykay affiancata dal direttore generale di Kale Italia, Burak Guven Orhun, e da Tarik Ozcelik, presidente del Gruppo materiali edili.

 
Per i dipendenti della ex Fincuoghi, per la quale si prospettava il fallimento con la conseguente perdita dei posti di lavoro, si apre un futuro fatto di certezze. Anche perché il gruppo turco, leader in patria e terzo produttore in Europa, guarda lontano, ai prossimi quindici anni e programma investimenti importanti.
«Il 2 ottobre – ha annunciato Zeynep Bodur Oykay – si completerà l’acquisizione degli stabilimenti di Sassuolo, Fiorano e Borgotaro. Nel frattempo abbiamo proceduto a rilevare quali siano i bisogni per rilanciare la produzione e la prossima settimana arriveranno i nuovi macchinari».
 
Nonostante fossero numerose le aziende ceramiche italiane in difficoltà che avrebbero voluto entrare nell’orbita di Kale, il Gruppo ha scelto la ex Fincuoghi: «Lo abbiamo fatto – ha chiarito la presidente – a ragion veduta. Avevamo incaricato due società di fare un’analisi oggettiva del valore dei marchi e hanno rilevato che Edilgres e Edilcuoghi potevano contare su una rete di agenti e di clienti che, nonostante le traversie dell’azienda, erano molto affezionati al marchio e ai prodotti. Inoltre, quando abbiamo visitato Borgotaro, abbiamo visto che lo stabilimento era la sola fonte di reddito per buona parte della popolazione. Cosa avrebbero fatto se fosse stato chiuso? Sarebbero dovuti andare altrove a cercare lavoro. Tra le altre ragioni, c’è il fatto che abbiamo voluto dare il nostro contributo a quella comunità».
 
Per Zeynep Bodur Oykay, inoltre, l’Italia è un mercato decisivo sia per quanto riguarda i prodotti, sia per il contenuto di servizi. «Noi siamo molto forti nelle tecnologie e nella produzione – ha ricordato la presidente del Gruppo –. Vogliamo combinare i nostri punti di eccellenza con quelli italiani, usarli come leva per affermarci ancora di più sui mercati globali. La Turchia – ha osservato – oggi è forte anche grazie al minore costo del lavoro. Ma le cose cambieranno e non possiamo rincorrere sempre i prezzi più bassi, perché arriverà qualcuno che ne avrà di più bassi dei nostri. La sfida si fa aggiungendo valore ai prodotti anche grazie al contenuto di servizi. Siamo in Italia, che ha già affrontato questi problemi, anche per imparare a misurarci con questi aspetti».
 
Kale pensa sia all’Europa, che è l’area destinataria del 50% delle esportazioni del Gruppo, sia alle regioni più vicine alla Turchia: Eurasia, Medio Oriente, Nord-Africa. Regioni nelle quali, oltre ai beni prodotti nella madrepatria, verranno commercializzati anche i marchi e i prodotti italiani. «Una sinergia positiva per tutti – ha insistito la presidente –: io credo da sempre nelle opportunità che possono derivare dalla collaborazione tra Italia e Turchia e sono molto felice di essere qui a dimostrarlo con i fatti».
 
Il Gruppo Kale è una delle più importanti imprese industriali della Turchia con 14.000 addetti che lavorano nel Gruppo, di cui 5.350 impiegati diretti, 9.000 impiegati indiretti, 250 rivenditori esclusivi e oltre 15.000 distributori. Nel 2010 il fatturato totale del Gruppo è stato di 700 milioni di dollari e la previsione per il 2011 e il 2012 è di una crescita annua del 15%. 
 
Oltre che per l'industria della ceramica, è uno dei gruppi industriali più importanti della Turchia avendo diversificato i propri investimenti nei settori dei macchinari e stampi, materiali elettrici, impianti di energia e gas, trasporti e industria del turismo. È leader nel settore dei materiali da costruzione, nella chimica, nei settori della difesa e dell’aviazione.
 
Il Gruppo Kale, infine, è primo in Turchia e quinto in Europa in termini di produzione e capacità di vendita nel settore della chimica per l’edilizia. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il Carnevale della Pappa

LA PEPPA

Ricette in video: Nodini dell'amore per carnevale Video

di Paola Guatelli

Lealtrenotizie

Chiede i soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

5commenti

Il fatto del giorno

L'ultima verità sulla legionella

2commenti

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

4commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

3commenti

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

PARMA

Si fa prestare lo scooter e scippa tre anziane: arrestato giovane indiano

Una delle vittime, cadendo, è finita al Maggiore con il bacino fratturato e oltre un mese di prognosi

5commenti

Bassa

Furti a Mezzano Superiore: nel mirino anche l'asilo e il circolo Anspi Video

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

il caso

Legionella, nuovo incontro pubblico alla Don Milani

La trasmissione di TvParma "Lettere al direttore" seguirà l'evento

1commento

parma calcio

Parma, lotta di nervi col Venezia. Lucarelli: "Attenzione alla Feralpi" Video

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

20commenti

tg parma

Pesticidi nel Po: dati preoccupanti, trovate anche sostanze proibite

Pubblicato un dossier Ispra

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Discoteca offre 100 euro alle donne senza slip, è polemica

tv

Rai: anche per gli artisti arriva il tetto degli stipendi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Europa League

Harakiri Fiorentina: il Borussia vince 4-2 e passa il turno

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

Ginevra, 126 anteprime La guida