19°

Provincia-Emilia

Blitz dei pescatori: liberati i pesci presi dai "pirati" dell'Est

Blitz dei pescatori: liberati i pesci presi dai "pirati" dell'Est
3

Paolo Panni

Tornano, nel tratto parmense (e cremonese) del Po, le razzie di pesci ad opera dei «predoni» dell’Est. Dopo alcune settimane di tranquillità, con l’inizio dell’autunno, il problema è tornato a materializzarsi e, già da qualche giorno, viene segnalata la presenza di gruppi di pescatori, probabilmente ungheresi, in tutto il tratto parmense del Grande fiume. Si muovono, di notte, razziando non solo il pesce siluro ma qualsiasi altra varietà ittica finisca nelle loro «reti». Il loro ritorno ha immediatamente sollevato non solo la preoccupazione ma anche la rabbia di numerosi pescatori, parmensi e cremonesi, ormai esasperati da questa situazione. E c’è anche chi ha deciso di reagire, sfidando i «predoni».
E’ accaduto domenica pomeriggio, nella zona compresa fra Pieveottoville e San Daniele Po. Alcuni pescatori, mentre si trovavano sul fiume, si sono imbattuti in un grande quantitativo di pesci, soprattutto siluri, carpe e addirittura uno storione cobice: erano tutti nell’acqua, legati ad una corda.
Come più volte è stato segnalato, infatti, i predoni che arrivano dall’Est, quando non hanno la possibilità di portare via subito il pescato, lo lasciano vivo legandolo, tramite la bocca, ad una corda, sottoponendolo anche ad immani sofferenze. Nelle ore successive poi passano a recuperarlo per portarlo chissà dove: molto probabilmente per rivenderlo nei loro Paesi.
Ebbene, domenica, le decine di pesci trovati legati, sono stati tutti liberati. Erano sorvegliati «a vista» da uno straniero a bordo di una barca. Quando si è allontanato, il gruppo di pescatori, tutti cremonesi, è entrato in azione e ha liberato i pesci. Un atto di sfida verso i razziatori stranieri che, secondo quanto trapelato, sarebbero accampati proprio sulla riva parmense, probabilmente nella Bassa Est. Con il loro ritorno sono ripresi anche i furti di motori per imbarcazioni. Diversi ne sono stati segnalati, nei giorni scorsi, nel Piacentino. E mentre sale la tensione per questa situazione proseguono, a pieno ritmo, anche le attività investigative. I «pirati», come ormai vengono da più parti definiti, farebbero parte di una pericolosa organizzazione di ex militari provenienti dall’Europa dell’Est. Quella che, già da tempo, era un’ipotesi, che da più parti veniva ventilata, sta prendendo sempre più piede.
Le indagini della Digos di Mantova, per l’ipotesi di reato di associazione per delinquere finalizzata al furto di beni dello Stato, avrebbero portato a questi primi elementi legati, come sottolineato, a una banda composta da ex esponenti dell’esercito, che dall’Est arrivano ad agire nel nostro Paese con l’aiuto di basisti, forse anche italiani. Queste persone arrivano nei nostri territori utilizzando permessi turistici e, ad ogni controllo, presentano semplici permessi di pesca.
Ma, sia il tipo di imbarcazioni usate sia gli indumenti indossati, hanno insospettito gli investigatori e ora l’attenzione è volta verso i mercati dell’Est, verso i quali verrebbero indirizzati i pesci prelevati dal Po. E verso i mercati di Ungheria, Romania, Lituania e Ucraina sarebbero indirizzati anche i motori rubati lungo il Po per essere successivamente rivenduti. 
Il pesce, in particolare, in linea con le denunce più volte avanzate da pescatori ed associazioni di pesca, verrebbe lavato con l’acqua, notoriamente inquinata, del Po, congelato, portato all’Est e qui confezionato, etichettato e messo sul mercato. Forse, anche sui mercati italiani con un giro che ammonterebbe a molte centinaia di migliaia di euro, dando non poco lavoro, ovviamente in nero, ai «pirati», ex militari che, per altro, come evidenziato, si servirebbero di permessi turistici per raggiungere il Po, dove puntualmente si spacciano per appassionati di pesca sportiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    29 Settembre @ 23.12

    Paolo ti faccio una domanda se puoi rispondermi, si può al limite capire i furti dei motori probabilmente perchè la nell'est costano molto, ma come mai vengono a pescare sul po il siluro? Questo pesce non si trova anche da loro? è questo che non mi spiego, o forse ricordo male io e questo pesce nell'est non si trova. Non si può nemmeno parlare di pesce pregiato o sbaglio?

    Rispondi

  • paolo

    29 Settembre @ 00.23

    Per colpa di questi bastardi e infami per poco non ci lascio la pelle. Durante una corsa motonautica e nello specifico la Cremona - Borgoforte del 2009, all' altezza di Riva di Suzzara in velocita' e sottolineo che correvo sul filo dei 160 Km/h, essendo primo assoluto e divieto di assoluto di navigazione ho incrociato a quella velocita' una barca in centro al Fiume, ed alla mia sinistra, con a bordo questi delinquenti che posizionavano un peso con l'esca e dalla riva altri mettevevano in tiro le canne. Il filo di grosse dimensioni mi è passato sotto il collo staccandomi letteralmente il casco e procurandomi abrasioni su tutto il viso. Il peso poi di conseguenza ha picchiato sulla mia barca e per fortuna non mi ha investito. Ho chiesto soccorso, ma questi maiali ( senza offendere i maiali ) non mi hanno nemmeno risposto. Al che sono tornato indietro a prendere il casco che gallegiava dietro di Me. Ho ripreso la corsa ferito e sanguinante ma carico di rabbia ed adrenalina fino a Borgoforte vincendo addirittura la gara. Sottolineo che nessuno ha fatto niente nemmeno le Autorita'

    Rispondi

    • MANRICO

      29 Settembre @ 19.17

      ...PAOLO APPROVO IN PIENO LA TUA GIUSTA OSSERVAZIONE.....PER LE AUTORITA' COMPORTAMENTO INCRESCIOSO....FORSE ERANO ANCHE LORO ""DELL'EST....'?????"""

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

Lavoro

Agricoltori contro l'abolizione dei voucher

Intervista

Uto Ughi: «Un buon violino è come una Ferrari»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Personaggi

Francesco Canali, messaggio di speranza ai malati di Sla

Lutto

Addio a Carlo Carli, pioniere del marketing

Fontanellato

L'ultimo saluto a Fernando Virgili, decano dei geometri

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017