-6°

Provincia-Emilia

Blitz dei pescatori: liberati i pesci presi dai "pirati" dell'Est

Blitz dei pescatori: liberati i pesci presi dai "pirati" dell'Est
3

Paolo Panni

Tornano, nel tratto parmense (e cremonese) del Po, le razzie di pesci ad opera dei «predoni» dell’Est. Dopo alcune settimane di tranquillità, con l’inizio dell’autunno, il problema è tornato a materializzarsi e, già da qualche giorno, viene segnalata la presenza di gruppi di pescatori, probabilmente ungheresi, in tutto il tratto parmense del Grande fiume. Si muovono, di notte, razziando non solo il pesce siluro ma qualsiasi altra varietà ittica finisca nelle loro «reti». Il loro ritorno ha immediatamente sollevato non solo la preoccupazione ma anche la rabbia di numerosi pescatori, parmensi e cremonesi, ormai esasperati da questa situazione. E c’è anche chi ha deciso di reagire, sfidando i «predoni».
E’ accaduto domenica pomeriggio, nella zona compresa fra Pieveottoville e San Daniele Po. Alcuni pescatori, mentre si trovavano sul fiume, si sono imbattuti in un grande quantitativo di pesci, soprattutto siluri, carpe e addirittura uno storione cobice: erano tutti nell’acqua, legati ad una corda.
Come più volte è stato segnalato, infatti, i predoni che arrivano dall’Est, quando non hanno la possibilità di portare via subito il pescato, lo lasciano vivo legandolo, tramite la bocca, ad una corda, sottoponendolo anche ad immani sofferenze. Nelle ore successive poi passano a recuperarlo per portarlo chissà dove: molto probabilmente per rivenderlo nei loro Paesi.
Ebbene, domenica, le decine di pesci trovati legati, sono stati tutti liberati. Erano sorvegliati «a vista» da uno straniero a bordo di una barca. Quando si è allontanato, il gruppo di pescatori, tutti cremonesi, è entrato in azione e ha liberato i pesci. Un atto di sfida verso i razziatori stranieri che, secondo quanto trapelato, sarebbero accampati proprio sulla riva parmense, probabilmente nella Bassa Est. Con il loro ritorno sono ripresi anche i furti di motori per imbarcazioni. Diversi ne sono stati segnalati, nei giorni scorsi, nel Piacentino. E mentre sale la tensione per questa situazione proseguono, a pieno ritmo, anche le attività investigative. I «pirati», come ormai vengono da più parti definiti, farebbero parte di una pericolosa organizzazione di ex militari provenienti dall’Europa dell’Est. Quella che, già da tempo, era un’ipotesi, che da più parti veniva ventilata, sta prendendo sempre più piede.
Le indagini della Digos di Mantova, per l’ipotesi di reato di associazione per delinquere finalizzata al furto di beni dello Stato, avrebbero portato a questi primi elementi legati, come sottolineato, a una banda composta da ex esponenti dell’esercito, che dall’Est arrivano ad agire nel nostro Paese con l’aiuto di basisti, forse anche italiani. Queste persone arrivano nei nostri territori utilizzando permessi turistici e, ad ogni controllo, presentano semplici permessi di pesca.
Ma, sia il tipo di imbarcazioni usate sia gli indumenti indossati, hanno insospettito gli investigatori e ora l’attenzione è volta verso i mercati dell’Est, verso i quali verrebbero indirizzati i pesci prelevati dal Po. E verso i mercati di Ungheria, Romania, Lituania e Ucraina sarebbero indirizzati anche i motori rubati lungo il Po per essere successivamente rivenduti. 
Il pesce, in particolare, in linea con le denunce più volte avanzate da pescatori ed associazioni di pesca, verrebbe lavato con l’acqua, notoriamente inquinata, del Po, congelato, portato all’Est e qui confezionato, etichettato e messo sul mercato. Forse, anche sui mercati italiani con un giro che ammonterebbe a molte centinaia di migliaia di euro, dando non poco lavoro, ovviamente in nero, ai «pirati», ex militari che, per altro, come evidenziato, si servirebbero di permessi turistici per raggiungere il Po, dove puntualmente si spacciano per appassionati di pesca sportiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    29 Settembre @ 23.12

    Paolo ti faccio una domanda se puoi rispondermi, si può al limite capire i furti dei motori probabilmente perchè la nell'est costano molto, ma come mai vengono a pescare sul po il siluro? Questo pesce non si trova anche da loro? è questo che non mi spiego, o forse ricordo male io e questo pesce nell'est non si trova. Non si può nemmeno parlare di pesce pregiato o sbaglio?

    Rispondi

  • paolo

    29 Settembre @ 00.23

    Per colpa di questi bastardi e infami per poco non ci lascio la pelle. Durante una corsa motonautica e nello specifico la Cremona - Borgoforte del 2009, all' altezza di Riva di Suzzara in velocita' e sottolineo che correvo sul filo dei 160 Km/h, essendo primo assoluto e divieto di assoluto di navigazione ho incrociato a quella velocita' una barca in centro al Fiume, ed alla mia sinistra, con a bordo questi delinquenti che posizionavano un peso con l'esca e dalla riva altri mettevevano in tiro le canne. Il filo di grosse dimensioni mi è passato sotto il collo staccandomi letteralmente il casco e procurandomi abrasioni su tutto il viso. Il peso poi di conseguenza ha picchiato sulla mia barca e per fortuna non mi ha investito. Ho chiesto soccorso, ma questi maiali ( senza offendere i maiali ) non mi hanno nemmeno risposto. Al che sono tornato indietro a prendere il casco che gallegiava dietro di Me. Ho ripreso la corsa ferito e sanguinante ma carico di rabbia ed adrenalina fino a Borgoforte vincendo addirittura la gara. Sottolineo che nessuno ha fatto niente nemmeno le Autorita'

    Rispondi

    • MANRICO

      29 Settembre @ 19.17

      ...PAOLO APPROVO IN PIENO LA TUA GIUSTA OSSERVAZIONE.....PER LE AUTORITA' COMPORTAMENTO INCRESCIOSO....FORSE ERANO ANCHE LORO ""DELL'EST....'?????"""

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

2commenti

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

gazzareporter

Piazzale Borri, quelle dichiarazioni di (zero) amore...

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

1commento

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

maltempo

Tra terremoto e neve: il Centro Italia in ginocchio

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video