Provincia-Emilia

La Giunta di Trecasali dice no alla centrale a biomasse

La Giunta di Trecasali dice no alla centrale a biomasse
0

di Ilaria Berra

TRECASALI - La giunta comunale di Trecasali dice no al progetto di centrale a biomasse da 15 megawatt che il gruppo Sadam Eridania vorrebbe realizzare nell’area industriale di San Quirico; il giudizio negativo sull'impianto è contenuto in una recente delibera di giunta ed è stato illustrato ieri mattina in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato tutti membri della giunta.
«Dopo aver analizzato il progetto di centrale a biomasse depositato in comune il 23 luglio - ha spiegato il sindaco Nicola Bernardi - l’amministrazione ha rilevato una serie di perplessità e preoccupazioni che hanno portato ad una valutazione negativa della proposta così come viene oggi presentata. Questo giudizio è sintetizzato in una delibera di giunta che verrà inoltrata in tutte le sedi competenti».
«Il nostro parere - ha proseguito il sindaco - è stato elaborato sulla base dell’attenzione ai temi del lavoro e dell’ambiente che da sempre ci caratterizzano».
Tra gli aspetti più problematici evidenziati dall’amministrazione c'è innanzitutto la dimensione dell’impianto, non solo ritenuto incompatibile con la realtà ambientale del territorio, ma anche sovradimensionato rispetto alle esigenze dello zuccherificio.
In un primo tempo l’azienda aveva presentato la centrale non solo come investimento per la produzione di energia rinnovabile ma anche come strumento per garantire il sostentamento energetico ed economico del limitrofo zuccherificio «che rappresenta una realtà da preservare e consolidare - spiegano i membri della giunta- ma nei dettagli il risultato progettuale che ci è stato presentato non è quello che ci attendevamo, anzi, riteniamo che la taglia dell’impianto non possa essere per nulla compatibile con la nostra realtà ambientale e territoriale».
 Per funzionare un impianto da 15 Mwe dovrebbe utilizzare 140.000 tonnellate di combustibili vegetali l’anno, questo significa che per alimentarlo le campagne dovrebbero essere riconvertite a piantagioni a rapida crescita sottraendo terreno alle produzioni tipiche come il pomodoro o la stessa barbabietola.
Un ulteriore punto critico riguarda le opere compensative che nel progetto non sono state specificate, problema che va a sommarsi a quello delle emissioni inquinanti e del traffico veicolare oltre alle preoccupazioni per la difficoltà di attivare verifiche sul corretto funzionamento dell’impianto.
Il progetto, che è stato presentato al comune e a tutti gli enti preposti, dovrà ora iniziare il proprio iter approvativo in Regione dove, in sede di conferenza dei servizi, anche Trecasali sarà chiamato a proporre le proprie osservazione.
«Abbiamo letto con una certa perplessità - rileva il sindaco Bernardi - la recente delibera del Consiglio regionale che fissa una serie di impedimenti per l’insediamento di impianti di questo tipo, vietandoli nelle zone di produzione del parmigiano, ma esclude la nostra zona da questi vincoli in quanto sede di uno zuccherificio».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un coro di no per la chiusura del supermercato di via D'Azeglio

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

1commento

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti