-6°

Provincia-Emilia

Maxi-sequestro di latte non idoneo per il Parmigiano Reggiano

Maxi-sequestro di latte non idoneo per il Parmigiano Reggiano
7

Circa 320 tonnellate di latte non idoneo alla produzione di Parmigiano Reggiano e una denuncia per contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari al titolare dell’allevamento. È questo il risultato di un'operazione dei Nas di Parma in un’azienda reggiana di allevamento bovini e produzione di latte per il formaggio Dop (il nome non è stato reso noto).

Durante un’ispezione igienico-sanitaria, i Nas hanno accertato che il latte proveniva da animali estranei alla filiera produttiva del Parmigiano e che le bovine non avevano osservato il previsto periodo di quattro mesi di quarantena prima che il prodotto potesse essere utilizzato nei caseifici che producono il marchio.

Il latte era destinato a due caseifici, in provincia di Reggio Emilia e Mantova, dove sono state sequestrate 616 forme, due terzi nel caseificio del mantovano, le rimanenti in quello reggiano, rinvenute nelle vasche di salagione.

Il valore commerciale del formaggio sequestrato è di circa 350mila euro. La violazione riscontrata dai carabinieri riguarda una delle novità introdotte dal nuovo disciplinare di produzione del Parmigiano Reggiano, entrato in vigore lo scorso 29 agosto, che individua nuove specifiche per offrire maggiori garanzie ai consumatori, garantendo il controllo lungo tutta la filiera che contraddistingue l'eccellenza del prodotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • barbara

    06 Ottobre @ 17.01

    Egr Sigg , se non siete in possesso dell'elaborazione mentale di capire quello che un'altra persona scrive evitate commenti di basso profilo che denigrano solo la Vs intelligenza. Se non sapete cosa vuol dire fare l'Agricoltore oggi, perchè nn appartenete a questa realtà, astenetevi totalmente di addentrarvi in situazioni che non conoscete, magari inserendo sempre sfondi e legami politici anche quando non c'entano. I produttori sono andati a scuola come tutti quelli che si collocano sul mercato e con grande degnità e spessore umano.. MA PURTROPPO NON SOLO LORO CHE FANNO I PREZZI MA I MALEDETTI GROSSISTI E MEDIATORI CHE COME SANGUISUGA DETTANO LE LEGGI DEL MERCATO AGRICOLO... PURTROPPO. Cialtroni è riferito a questo grosso allevamento non di certo al giornalista. Grazie Federico e Mile per l'appoggio.

    Rispondi

  • Piero

    06 Ottobre @ 16.59

    @inviato da barbara m. il 06/10/2011 alle 11:07 - Gent.ma Sig.ra Barbara, non essendo certo compito mio commentare, in pro o contro, qu quanto cosi accaloratamente lei ci ha resi partecipi, terrei solo a dire, seppur da profano qual sono, che se non fossero stati mai fatti controlli approfonditi, ci ritroveremmo probabilmente, a tutt'oggi, ad avere nelle nostre tavole dell' " ottimo " formaggio per l' alimentazione zootecnica, oppure del "Parmesan" di chissa' quale provenienza ( e di sequestri, in tal senso, ne sono stati fatti a tonnellate, se non ricordo male ). Da qui verrebbe, quindi, ovvio il ritenere che i controlli esistono ma, purtroppo, come penso lei ne sia ben cosciente, le risorse per poterli effettuare ( ossia uomini e mezzi ) sono spesso esigue in rapporto alla mole di aziende che lavorano nel settore. Ben vengano in ogni caso quel, poco o tanto, possibile di controlli che si possono fare, ma ovviamente, come giustamente da lei osservato, non a discapito di chi onestamente suda e lavora nel cercare, non solo, di portare a casa la propria quotidiana "pagnotta", ma altresì, anche, nel proposito di far conoscere con orgoglio, al Mondo, le tante e apprezzate specialità gastronomiche della propria terra. Saluti.

    Rispondi

  • Geronimo

    06 Ottobre @ 15.22

    Barbara ma che discorso è? I controlli sono stati fatti come vengono fatti ogni giorno e sono stati scovati produttori a produrre senza seguire le procedure e con latte non idoneo. Chi è che infanga chi? La gazzetta non penso, ha pubblicato la notizia, chi ha fatto i controlli non credo perchè hanno controllato e scovato, o forse vuoi che non siano fatti controlli? Ok ci sta ma allora togliamo anche il valore aggiunto che da il protocollo di produzione visto che chi vende falso parmigiano esiste ed è stato scovato

    Rispondi

  • federico

    06 Ottobre @ 12.29

    Se i produttori fossero andati a scuola a studiare avrebbero margini molto più alti. Se non guadagnate abbastanza con PR/RE andate a vendere le caciotte sulla A15. Non sono mica io che vendo il parmigiano a 12 o 13 euro al kilo?? imparate a stare sul mercato.

    Rispondi

  • MILE ANE

    06 Ottobre @ 12.16

    Barbara ha pienamente ragione, mi stupisco dei casari che hanno lavorato questo latte, con tutto il sacrificio che mettiamo nel nostro lavoro.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

2commenti

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

gazzareporter

Piazzale Borri, quelle dichiarazioni di (zero) amore...

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

1commento

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

maltempo

Tra terremoto e neve: il Centro Italia in ginocchio

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video