21°

Provincia-Emilia

San Polo, è "guerra" sul nome della nuova scuola elementare

San Polo, è "guerra" sul nome della nuova scuola elementare
1

 Sembra non trovare pace la scuola nuova di San Polo. Dopo le polemiche e gli scontri tra amministratori e comitati relativi alla collocazione scelta, è ora la volta dell’intitolazione della scuola elementare. 

La delibera
Attraverso una delibera di Giunta, il sindaco Andrea Rizzoli e gli assessori Ennio Stringhini, Maura Zilioli, Barbara Barattieri e Luigi Simonazzi, hanno ufficialmente espresso parere negativo sull'intitolazione a Giuseppe Verdi decisa dal consiglio d’istituto nello scorso mese di giugno. 

La scelta dei genitori
Il nome della nuova scuola, come si legge nella delibera dell’organo scolastico, era stato scelto al termine di una consultazione tra i genitori degli alunni della scuola primaria, in un progetto che aveva visto coinvolti anche i ragazzi. «Considerato che la proposta emersa, largamente maggioritaria, di intitolare la scuola a Giuseppe Verdi, è autorevole dal punto di vista storico, culturale e civile, il consiglio delibera all’unanimità l’intitolazione a Giuseppe Verdi della scuola primaria di San Polo», è la motivazione ufficiale della decisione, presa secondo le disposizioni della circolare ministeriale che ne regolamenta la procedura. «L'intitolazione della scuola viene deliberata dal consiglio di circolo o di istituto, sentito il collegio dei docenti - si legge in questo documento -. La deliberazione è successivamente inviata al provveditore agli studi, che acquisisce le valutazioni del prefetto e della giunta comunale. Se le valutazioni non fossero favorevoli, la deliberazione è rinviata al direttore didattico o preside per un riesame da parte del consiglio di istituto. Se quest’ultimo conferma la propria deliberazione, il provveditore agli studi emana il decreto di intitolazione».

Il parere della giunta
Un percorso inficiato da procedure non regolari, però, secondo la Giunta comunale che ha infatti espresso parere negativo sulla decisione evidenziando che «sembra prevalere un atteggiamento di scarsa collaborazione e di chiusura rispetto ad un percorso trasparente e pluralistico, con motivazioni non rispondenti all’effettività della situazione e che si è ritenuto di attivare la nuova denominazione a Giuseppe Verdi, senza attendere neppure il completamento dell’iter procedurale ed anzi si è caricato sulle famiglie la spesa per l’acquisto di diari riportanti la denominazione non approvata, determinando una situazione paradossale di confusione, arbitraria e non tollerabile all’interno delle istituzioni pubbliche, pregiudicando il giusto rapporto fra cittadini e autorità».

La proposta
La proposta di sindaco e assessori è pertanto di «di mantenere la denominazione in vigore ai “Martiri della Libertà” e di favorire la ripresa sin dall’inizio dell’iter per l’eventuale nuova denominazione del plesso scolastico, mediante un clima di serena collaborazione e concertazione con il nuovo consiglio di istituto di prossima elezione». A questo punto la palla passa al provveditore agli studi anche se è ormai palese il clima di tensione tra la giunta e la dirigenza dell’istituto scolastico. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Zasa Antonio

    21 Ottobre @ 23.08

    A ciascuno il suo....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cuoco perfetto, chiuse le iscrizioni

tg parma

"Cuoco perfetto", boom di richieste: chiuse in anticipo le iscrizioni Video

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Emergenza furti spaccata al Centro Cittadella dello Spip

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

8commenti

ex eridania

E' nato il Centro Musicale Arturo Toscanini: video

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

3commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

2commenti

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

9commenti

Formaggio

La grana del grana

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% della popolazione femminile in età fertile

elezioni 2017

Cavandoli, la Lega: "Aspettiamo il suo sì alla candidatura"

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

2commenti

TRAFFICO

Baganzola, accesso alle fiere al rallentatore. Code per chi arriva dall'A1

1commento

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

3commenti

WEEKEND

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

tv parma

La ricetta di D'Aversa "Dobbiamo metterci più cattiveria" Video

Formula 1

La prima pole è firmata Hamilton

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»