19°

Provincia-Emilia

Tre condanne per l'assalto al bar di Fornovo

Tre condanne per l'assalto al bar di Fornovo
4

Sono stati processati per direttissima e condannati i tre marocchini ubriachi che erano stati arrestati nella tarda serata di sabato dopo aver   preso di mira l'Happy Bar di Fornovo, recando seri danni al locale e anche alla gazzella dei carabinieri arrivata nel frattempo. Anche i militari, che cercavano di riportare gli extracomunitari a più miti consigli sono stati accolti a bottigliate.
I fatti di sabato sono stati ricordati ieri mattina in Tribunale a Parma   (giudice Gabriele Nigro e pm Laila Papotti). Accusati di violenza, danneggiamento e di resistenza a pubblico ufficiale, i tre marocchini   di 32, 36 e 24 anni, di cui due nullafacenti e uno operaio, sono stati tutti condannati a due anni di reclusione.   Il trentaduenne è stato ammesso ai domiciliari, mentre gli altri due, dopo la condanna, sono stati scarcerati con sospensione della pena condizionata   al versamento di 1000 euro al barista a titolo di risarcimento dei danni materiali arrecati e di altri 572 euro per i danni provocati all’auto dei carabinieri.
In preda ai fumi dell’alcol, sabato sera i tre avevano  iniziato a diventare molesti e così il barista, intorno alle 22 e 30, ha allertato il 112. Sul posto sono arrivati i militari del nucleo radiomobile della Compagnia di Salsomaggiore, che hanno cercato di sedare gli animi particolarmente surriscaldati. E così i tre, che sembravano essersi calmati, hanno lasciato il locale. Ma i carabinieri, non convinti, hanno atteso poco distante dal bar, prima di andarsene dalla zona.
E infatti dopo venti minuti, i tre marocchini si sono ripresentati nel bar e hanno iniziato a schiaffeggiare il titolare e ad insultarlo, perchè aveva chiamato i carabinieri. Non ancora soddisfatti hanno preso bottiglie dal bancone, iniziando a lanciarle e gridando al barista: «Ti ammazzo, ti distruggo il bar». Il locale più che un bar, sembrava diventato un saloon da far west. E quindi il titolare ha richiamato i carabinieri, che sono accorsi di nuovo e siccome non riuscivano a bloccare i tre marocchini ubriachi, hanno chiesto rinforzi ai colleghi di Sala Baganza, Collecchio e Medesano.
Nel frattempo anche clienti e residenti, fra l’altro esasperati dai tre marocchini che conoscevano bene, hanno richiesto l’intervento dei militari. Uno dei tre è stato bloccato dai carabinieri, mentre gli altri due hanno spaccato una bottiglia e con i vetri hanno minacciato alla gola un militare. Poi hanno anche lanciato una bottiglia contro la gazzella dei militari.
Con non   poca fatica, i carabinieri sono finalmente riusciti, a bloccare i tre uomini, che hanno arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Seri i danni che hanno arrecato al bar «Happy» e anche alla macchina dei carabinieri.
Dopo l’identificazione e la fotosegnalazione sono stati trasferiti nel carcere di via Burla, a Parma.
Conclusa l'operazione,   il sindaco di Fornovo e diversi residenti hanno rigraziato i carabinieri per avere bloccato e arrestato i tre marocchini, che già avevano creato tanti problemi in paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • stefano

    23 Gennaio @ 17.21

    Fatemi capire. Tre marocchini ( che nessuno vuole se non la sinistra ) devastano un bar, attaccano i carabinieri e nessuno gli fa nulla? I danni non li hanno pagati, in galera non ci sono. Quindi? Posso domani andare in un bar o negozio di marocchini e fare lo stesso o se lo faccio io sono un razzista e un giudice ( meglio non dire come la penso sulla categoria ) mi condanna pesantemente? Perchè quando delinquono non li mandiamo direttamente a casa loro se i buonisti non li vogliono nella loro casa? Mi occupo della colletta per comperare un canotto per l'espatrio. Non certo in prima classe in aereo.

    Rispondi

  • franco

    02 Marzo @ 10.29

    sono il titolare dell'happy bar è vero che sono stati condannati a 2 anni di reclusione e al pagamento dei danni , ma è anche vero che ciò non è successo e i tre (marocchini) decelebrati sono ancora in circolazione pronti a perpetrare altre nefandezze come sono abituati .questa è la giustizia italiana

    Rispondi

  • giuliano

    05 Novembre @ 20.12

    noi italiani siamo i soliti coglioni le buschiamo e stiamo zitti siamo la vergogna dell'europa

    Rispondi

  • mirko

    03 Novembre @ 18.35

    incivili...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Salso: rogo in un garage, distrutte 4 auto; non si esclude natura dolosa

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

crisi

Copador: sciopero di due ore in vista dell'assemblea soci Video

polizia municipale

Passante aggredito da un pitbull in zona stazione

5commenti

Corniglio

Lupo morto avvelenato

14commenti

TORRILE

San Polo, rubano un'auto e la «riportano» distrutta

storie di ex

Turchia: legami con Gulen, il Galatasaray caccia Hakan Sukur

Degrado

Gli spacciatori ora assediano Piazzale Dalla Chiesa

27commenti

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

LEGA PRO

Il Parma riparte dal poker di Gubbio

Parma

Il nuovo volto della diocesi: 56 maxi parrocchie per unire i fedeli 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017