21°

Provincia-Emilia

Minorenne morì dopo festino a Cuba. Condannati tre italiani

0

Le condanne - Tre italiani sono stati condannati a Cuba in seguito alla morte di una dodicenne avvenuta a Bayamo, sull'isola caraibica, il 14 maggio del 2010 dopo un festino a base di sesso e droga. Lo riportano quotidiani locali riprendendo la notizia pubblicata su giornali cubani. Angelo Malavasi, 45enne originario di Mirandola nel Modenese e residente a Casalgrande nel Reggiano, è stato condannato a 25 anni. Stessa pena per Simone Pini, 43 anni, fiorentino, mentre Luigi Sartorio, 44, vicentino, è stato condannato a venti anni per corruzione di minore.  Il giudice del Tribunale provinciale di Granma a Bayamo non ha creduto alla versione dei tre italiani che si proclamavano innocenti e ha condannato anche sei cubani per l’omicidio. Al principale imputato, Vicel Ramos Cedeno, sono stati inflitti trenta anni di pena, agli altri tra i venti e venticinque anni. Secondo l’accusa, il gruppo di italiani e cubani trascinò Lillian Ramirez Espinosa, la ragazzina con gravi problemi asmatici, in un locale di Bayamo. La dodicenne venne poi caricata su un’auto e abbandonata ormai senza vita in un campo. Dopo la sentenza, Malavasi e Sartorio sono stati portati nel carcere di Este y La Condesa, Pini in quello di Las Mangas a Bayamo. Tutti e tre erano stati arrestati nelle settimane successive alla morte della minorenne.

Malavasi: "Sono innocente" -  «Io non c'entro nulla con questa storia. Ero a Cuba in quel periodo, ma altrove, e al festino non ho mai partecipato. Dovete fare qualcosa in Italia, dovete toglierci da questa situazione, io, Pini e Sartorio: siamo tutti e tre innocenti e in carcere senza motivo». Parla al 'Resto del Carlino' dal carcere La Condesa, alla periferia della capitale L’Avana, Angelo Malavasi, 46 anni, di Casalgrande (Reggio Emilia), condannato con i connazionali in seguito alla morte di una dodicenne avvenuta a Bayamo, sull'isola caraibica, il 14 maggio 2010 dopo un festino a base di sesso e droga. Malavasi è stato condannato a 25 anni; stessa pena per Simone Pini, 43 anni, fiorentino, mentre Luigi Sartorio, 44, vicentino, è stato condannato a venti anni per corruzione di minore. Il giudice del Tribunale provinciale di Granma a Bayamo non ha creduto alla versione dei tre italiani che si proclamavano innocenti e ha condannato anche sei cubani per l’omicidio.

«Durante il processo – dice Malavasi, orologiaio originario di Mirandola (Modena) – ho presentato diverse prove della mia innocenza, a cominciare dal passaporto: c'era un timbro dell’ ingresso a Panama, non potevo aver commesso quello che loro dicevano perchè ero altrove. Non mi hanno creduto. Peggio, mi hanno ridicolizzato e preso in giro. Mi hanno detto che il timbro non si leggeva bene, che i testimoni non erano credibili perchè erano miei amici e dunque inaffidabili. E adesso ci sono 25 anni da scontare in un carcere cubano. Ho sentito Sartorio: è giù, ha il morale a terra ma ha intenzione di fare qualcosa. Forse un suo parente andrà a incatenarsi a Roma: vuole che i politici e le autorità prendano coscienza del caso e facciano qualcosa. Lo sciopero della fame? Non servirebbe a nulla».

Malavasi, che è in cella con un colombiano e un giamaicano condannati al carcere a vita per droga, aggiunge di voler puntare «sull'appello alla Corte Suprema. Se i cubani vogliono davvero fare chiarezza su questo caso, se davvero vogliono fare giustizia, hanno tutti gli elementi per prendere una decisione giusta. Negli atti del processo ci sono tutti gli elementi per raggiungere la verità. Credo che la Corte Suprema saprà fare giustizia. A Bayamo c'era un clima di odio nei nostri confronti e questo può avere fatto prendere decisioni sbagliate, ma all’Avana no, i giudici possono prendere le loro decisioni lontani da quel clima».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Emergenza furti spaccata al Centro Cittadella dello Spip

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

3commenti

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

1commento

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

elezioni 2017

Cavandoli, la Lega: "Aspettiamo il suo sì alla candidatura"

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

5commenti

TRAFFICO

Baganzola, accesso alle fiere al rallentatore. Code per chi arriva dall'A1

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

19commenti

gazzareporter

Fontanini o.... Corcagnano?

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

2commenti

WEEKEND

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

tv parma

La ricetta di D'Aversa "Dobbiamo metterci più cattiveria" Video

tg parma

Festa tra gli albanesi di Parma nonostante il ko con l'Italia Video

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery