13°

Provincia-Emilia

Da Rovigo le proposte al nuovo governo per rendere meglio navigabile il Po

Da Rovigo le proposte al nuovo governo per rendere meglio navigabile il Po
Ricevi gratis le news
0

I territori interessati dall’Idrovia Padana si preparano ad elaborare un documento congiunto da presentare al neo-ministro delle Infrastrutture e dei trasporti e dello sviluppo economico Corrado Passera. Occorre una figura di coordinamento a livello nazionale per ottimizzare i mezzi finanziari disponibili per lanciare in modo concreto il trasporto fluvio-marittimo e le vie navigabili.
È quanto emerso dall’incontro programmatico promosso dall’Unione Navigazione Interna (Uni) e dal Consvipo - Consorzio per lo Sviluppo del Polesine -  tenutosi a Rovigo sabato 18 novembre,  proprio nella sede di quell’Interporto che rappresenta un nodo strategico dell’idrovia.
Erano rappresentati i territori  di Mantova, di Cremona, di Parma,  di Ferrara,  le Regioni Lombardia e Veneto, le associazioni di categoria dei territori interessati.
L'evento è stato dedicato alla Promozione delle vie navigabili e il loro impatto sulla logistica e sul sistema industriale del nord che ha permesso alle istituzioni e agli enti rappresentativi in tema di trasporto idroviario di evidenziare le intenzioni, le linee di azione, le volontà e gli impegni di ciascuno.

«Ottimizzare i mezzi finanziari disponibili per lanciare in modo concreto il trasporto fluvio-marittimo e le vie navigabili? - è stato detto -. Ce lo chiede l’Europa e ce lo chiede il mondo dell’impresa, che ha bisogno di puntare su strategie in grado di garantire maggiore competitività». Al neo-ministro Corrado Passera non spetta un compito facile: tra le tante richieste e sollecitazioni che provengono dal mondo dei trasporti e dell’impresa si troverà davanti anche quelle avanzate dalle regioni del nord Italia attraversate dall’idrovia padana, una infrastruttura straordinaria, con enormi potenzialità non ancora pienamente espresse.
Dal convegno è emersa la volontà condivisa di agire, e in fretta: occorre destinare risorse ingenti per qualificare e rendere attiva in modo massiccio e costante una infrastruttura che esiste, ma che ha bisogno di fare quel salto di qualità necessario a renderla competitiva, a farla percepire, a livello locale, nazionale ed europeo come una soluzione vera e concreta in ambito di trasporto e di logistica.

«Secondo il Libro Bianco Europeo - dice Elicio Salardi a nome dell’assessore alla Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo - entro il 2030 il 30% del trasporto di merci su gomma dovrebbe passare ad altri modi per arrivare al 50% entro il 2050. Un impegno consistente considerando che degli oltre 400 milioni di tonnellate di merci che si muovono ogni anno in Lombardia, solo 1 milione all’anno utilizza le reti idroviarie».

Oggi il canale navigabile Cremona -  Mantova - Rovigo - mare, ha un percorso di circa 280 chilometri parallelo al Po ed attraversa il territorio delle province di Cremona, Mantova, Verona e Rovigo dove è collocato un porto intermodale in grado di accogliere le navi fluvio-marittime.
Il trasporto fluviale è già disponibile per servire il mercato della pianura padana, con un totale di merci trasportate dal 2003 al 2008 di 2.000.000 tonn. annue a cui corrispondono oltre 70.000 TIR  tolti dalle arterie stradali. Una modalità che può e deve essere adeguatamente sfruttata, così come viene fatto in Europa.
L’Unione Europea ci crede e lo dimostra mettendo a disposizione un contributo finanziario del 50% per l’azione progettuale necessaria a far fare all’idrovia quel salto di qualità; azione che prevede tra le altre cose l’adeguamento del canale navigabile Cremona - Mantova - mare alla classe V europea, interventi sul corso libero del fiume Po per renderlo navigabile 320/340 giorni all’anno (contro i 200/240 attuali); ristrutturazione di Porto Levante, terminal situato a Porto Viro, sull'ultima parte navigabile della foce del Po di Levante, crocevia fra il fiume Po e il mare Adriatico.
Con tutto ciò e con una forte intermodalità tra strada, ferrovia e acqua, il sistema di navigazione interna padano veneto potrebbe diventare perno straordinario di sviluppo.

E l’alto Adriatico potrebbe diventare base logistica di rilievo europeo, se si riuscisse a trasferire qui il traffico merci che ora fa riferimento al Nord Africa, dove si trovano porti sempre più competitivi per le tariffe vantaggiose e per la posizione geografica strategica.

«Per fare questo è necessario realizzare la banchina off shore al largo dell’Adriatico che - dice Angelo Zanellato, presidente del Consorzio per lo Sviluppo del Polesine - si deve assolutamente fare, a questo punto non ha importanza in quale punto, l’importante è condividere una scelta e portarla avanti, senza campanilismi».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

FESTE

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

Panini & dintorni: scegli il meglio di Parma

GAZZAFUN

Il panino più buono: domani termina la seconda semifinale

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan

FOTOGRAFIA

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

La storia

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

FIDENZA

Non ha il biglietto del treno: aggredisce il controllore

protesta

Oggi anche a Parma sciopero dei taxisti (dalle 8 alle 22)

LA MORTE DEL BOSS

Addio a Riina. E c'è chi gli rende omaggio

Adolescenti

Il bullo? Si combatte con l'ironia

A Lesignano

Nuovi lavori al centro dato alle fiamme

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SISSA TRECASALI

Muore sulla pista da ballo

Cinema

Archibugi: «Ma i ragazzi non sono tutti sdraiati»

FORNOVO

Stazione in mano agli sbandati

ladri in azione

Furto alla mensa del Campus: niente pasti per studenti e dipendenti Video

2commenti

anteprima gazzetta

Il dopo terremoto a Fornovo: "Il peggio sarebbe passato"

dopo terremoto

Due torrini del Battistero danneggiati: area transennata Video

PARMA

Valigia abbandonata vicino al tribunale: arrivano i carabinieri

In seguito ai controlli sono stati trovati solo alcuni documenti

vigili del fuoco

Fiamme in un capannone industriale a Monticelli Foto

TERREMOTO

Continua lo sciame sismico: 19 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non sono segnalati danni

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La sublime prova d'amore della mamma di Mattia

di Vittorio Testa

1commento

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

bologna

Giallo: donna morta accoltellata in casa nella zona di Igor. S'indaga a 360°

BRUXELLES

Ema ad Amsterdam, Milano beffata al sorteggio. Eba a Parigi (dopo sorteggio). Ema: cos'è (Video)

SPORT

CALCIO

Tavecchio si è dimesso con rabbia e con un "giallo": "Con un gol sarei stato un eroe". Lippi: "Scelse lui Ventura"

2commenti

Atlanta

Georgia Dome raso al suolo, in fumo 214 milioni di dollari Video

SOCIETA'

cecina

Giocatore lancia bottiglia d'acqua per stizza e colpisce una bimba. Tafferugli tra tifoserie

reali d'Inghilterra

Elisabetta e Filippo: 70 anni di matrimonio Video

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

MOTO

Energica Eva EsseEsse9, la special elettrica