-2°

Provincia-Emilia

Clandestino senza biglietto travolge e ferisce il controllore

Clandestino senza biglietto travolge e ferisce il controllore
3

Rocambolesco inseguimento: un pusher ammanettato mentre esce da un tombino
Accortosi che stavano salendo i controllori, ha tentato di scendere di corsa dal bus. Quanto l'autista ha cercato di fermarlo bloccando le porte, il passeggero senza biglietto è riuscito a sfondarne una  e a fuggire, travolgendo però uno dei controllori della Tep, che è rimasto ferito.
L'allarme è scattato immediatamente e, in pochissimo tempo una pattuglia dei carabinieri della stazione di Sissa, comandata dal maresciallo Luciano Romano, era già sul posto per rintracciare l'aggressore.
L'uomo, un immigrato clandestino di 34 anni, originario della Tunisia, è stato trovato dai militari all'interno di   un cantiere edile di Ronco Campo Canneto, non molto distante dalla fermata dell’autobus dalla quale era fuggito.
L'extracomunitario è stato condotto in caserma a Sissa per gli accertamenti del caso e quindi denunciato a piede libero. Sul suo capo pesano le accuse di  violenza a incaricato di pubblico servizio, danneggiamento aggravato, lesioni personali.
L'episodio è avvenuto ieri mattina a bordo di un bus della   linea 23.
Erano circa le 11 quando il tunisino, diretto a Trecasali, si è accorto che alla fermata nei pressi di Ronco Campo Canneto stavano per salire a bordo del mezzo due controllori della Tep. Non avendo il biglietto, ha tentato di raggiungere di corsa l'uscita, ma il conducente è stato più veloce e ha bloccato le portiere.
Vistosi in trappola, in preda alla rabbia, l'immigrato clandestino ha tentato   di forzare la struttura di vetro che separa il conducente dal resto del veicolo, ma è riuscito soltanto a danneggiarla. Successivamente, si è diretto verso la porta anteriore ed è riuscito a sfondarla e a raggiungere l'esterno.
Nella fuga, ha però travolto   uno dei due controllori, facendolo cadere e  procurandogli una ferita ad una mano. 
Subito sono stati allertati il 118 di Parma Soccorso e il 112 del Pronto intervento dei carabinieri.
Mentre un'ambulanza  della Croce Rossa di San Secondo è arrivata per soccorrere il ferito, gli uomini del maresciallo Romano sono subito arrivati in zona e hanno iniziato le ricerche del nordafricano.
Il controllore ferito è stato accompagnato   al Pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Parma dove, dopo aver ricevuto le dovute cure, gli sono state diagnosticate escoriazioni giudicate guaribili in sette giorni salvo complicazioni.
Il tunisino è stato rintracciato poco dopo dai carabinieri e condotto in caserma.
Quello di ieri non è certo un episodio nuovo per i dipendenti della Tep che purtroppo sempre più spesso vedono messa a rischio la propria incolumità durante lo svolgimento della loro attività.
«Ancora una volta mi trovo a dover denunciare fatti incresciosi che vedono coinvolti dei colleghi mentre si trovano a svolgere il loro lavoro – ha spiegato Paolo Leporati, segretario provinciale del sindacato Orsa -. Non esiste tutela per i lavoratori: bisognerebbe aprire un tavolo di discussione che veda coinvolte le associazioni sindacali, la direzione aziendale, il prefetto e il questore perché è giunto il momento di trovare una soluzione a questa situazione. I nostri lavoratori hanno bisogno di maggiore sicurezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    23 Novembre @ 20.12

    non devono arrestarli perchè dopo li dobbiamo mantenere in galera( per poco) ma vogliono picchiati dentro ad un sacco di yuta e poi lasciati andare.

    Rispondi

  • MANRICO

    23 Novembre @ 16.53

    .....GIUSTA LA TUTELA DEI LAVORATORI, SACROSANTA....PERO' LE ORIGINI DI TUTTI QUESTI BRUTTI FATTI,STA' NELL' AVER FATTO ENTRARE TROPPI CLANDESTINI, NELLA MAGGIOR PARTE SOLO CRIMINALI E SPACCIATORI. QUESTO TUNISINO SI SPERA VENGA ESPULSO IMMEDIATAMENTE SOTTO CONTROLLO...

    Rispondi

  • gianni

    23 Novembre @ 16.04

    Purtroppo a fronte di un certo numero di immigrati relativamente "a posto" che ne sono molti altri che considerano l'Italia (forse a ragione) un paese molle, senza legge e senza coraggio, un paese in cui si può delinquere senza problemi. Provate ad informarvi cosa sarebbe accaduto ad un passeggiero privo di biglietto a Casablanca o a Tunisi. E provate ad informarvi a quanto ammonta la pena per detenzione e spaccio di droga in Tunisia!!!!!!! Capirete subito perché siamo invasi da un esercito di delinquenti!!!!!!!!!! Grazie Leggi dello Stato e grazie magistrati dello Stato!!!!!! Grazie a tutti i politici (di sinistra) che spacciano l'immigrazione come opportunità solo per avere in cambio, al momento giusto, il voto degli immigrati!!!! E intanto forze dell'ordine, lavoratori preposti ai controlli sui bus, e semplici cittadini ricevono violenze di tutti i tipi!!!!! Proprio una vera opportunità questa immigrazione!!!! Grazie! Grazie di cuore!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arrivano i carabinieri: ladri in fuga

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

1commento

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

Domani, al Tardini (14.30) il Teramo. Le altre partite del Girone B

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

11commenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

"Veterani dello sport"

A Malori il premio Atleta dell'anno

Per il 2015: a febbraio non aveva potuto ritirarlo per l'incidente

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Il «Galà dell'anolino» diventa un reality show Video

Una giuria formata da grandi esperti sceglierà il miglior galleggiante

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

13commenti

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

1commento

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Fanno la saltare cassa ma bruciano i soldi e rompono l'auto per la fuga

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti