23°

Provincia-Emilia

Clandestino senza biglietto travolge e ferisce il controllore

Clandestino senza biglietto travolge e ferisce il controllore
3

Rocambolesco inseguimento: un pusher ammanettato mentre esce da un tombino
Accortosi che stavano salendo i controllori, ha tentato di scendere di corsa dal bus. Quanto l'autista ha cercato di fermarlo bloccando le porte, il passeggero senza biglietto è riuscito a sfondarne una  e a fuggire, travolgendo però uno dei controllori della Tep, che è rimasto ferito.
L'allarme è scattato immediatamente e, in pochissimo tempo una pattuglia dei carabinieri della stazione di Sissa, comandata dal maresciallo Luciano Romano, era già sul posto per rintracciare l'aggressore.
L'uomo, un immigrato clandestino di 34 anni, originario della Tunisia, è stato trovato dai militari all'interno di   un cantiere edile di Ronco Campo Canneto, non molto distante dalla fermata dell’autobus dalla quale era fuggito.
L'extracomunitario è stato condotto in caserma a Sissa per gli accertamenti del caso e quindi denunciato a piede libero. Sul suo capo pesano le accuse di  violenza a incaricato di pubblico servizio, danneggiamento aggravato, lesioni personali.
L'episodio è avvenuto ieri mattina a bordo di un bus della   linea 23.
Erano circa le 11 quando il tunisino, diretto a Trecasali, si è accorto che alla fermata nei pressi di Ronco Campo Canneto stavano per salire a bordo del mezzo due controllori della Tep. Non avendo il biglietto, ha tentato di raggiungere di corsa l'uscita, ma il conducente è stato più veloce e ha bloccato le portiere.
Vistosi in trappola, in preda alla rabbia, l'immigrato clandestino ha tentato   di forzare la struttura di vetro che separa il conducente dal resto del veicolo, ma è riuscito soltanto a danneggiarla. Successivamente, si è diretto verso la porta anteriore ed è riuscito a sfondarla e a raggiungere l'esterno.
Nella fuga, ha però travolto   uno dei due controllori, facendolo cadere e  procurandogli una ferita ad una mano. 
Subito sono stati allertati il 118 di Parma Soccorso e il 112 del Pronto intervento dei carabinieri.
Mentre un'ambulanza  della Croce Rossa di San Secondo è arrivata per soccorrere il ferito, gli uomini del maresciallo Romano sono subito arrivati in zona e hanno iniziato le ricerche del nordafricano.
Il controllore ferito è stato accompagnato   al Pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Parma dove, dopo aver ricevuto le dovute cure, gli sono state diagnosticate escoriazioni giudicate guaribili in sette giorni salvo complicazioni.
Il tunisino è stato rintracciato poco dopo dai carabinieri e condotto in caserma.
Quello di ieri non è certo un episodio nuovo per i dipendenti della Tep che purtroppo sempre più spesso vedono messa a rischio la propria incolumità durante lo svolgimento della loro attività.
«Ancora una volta mi trovo a dover denunciare fatti incresciosi che vedono coinvolti dei colleghi mentre si trovano a svolgere il loro lavoro – ha spiegato Paolo Leporati, segretario provinciale del sindacato Orsa -. Non esiste tutela per i lavoratori: bisognerebbe aprire un tavolo di discussione che veda coinvolte le associazioni sindacali, la direzione aziendale, il prefetto e il questore perché è giunto il momento di trovare una soluzione a questa situazione. I nostri lavoratori hanno bisogno di maggiore sicurezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    23 Novembre @ 20.12

    non devono arrestarli perchè dopo li dobbiamo mantenere in galera( per poco) ma vogliono picchiati dentro ad un sacco di yuta e poi lasciati andare.

    Rispondi

  • MANRICO

    23 Novembre @ 16.53

    .....GIUSTA LA TUTELA DEI LAVORATORI, SACROSANTA....PERO' LE ORIGINI DI TUTTI QUESTI BRUTTI FATTI,STA' NELL' AVER FATTO ENTRARE TROPPI CLANDESTINI, NELLA MAGGIOR PARTE SOLO CRIMINALI E SPACCIATORI. QUESTO TUNISINO SI SPERA VENGA ESPULSO IMMEDIATAMENTE SOTTO CONTROLLO...

    Rispondi

  • gianni

    23 Novembre @ 16.04

    Purtroppo a fronte di un certo numero di immigrati relativamente "a posto" che ne sono molti altri che considerano l'Italia (forse a ragione) un paese molle, senza legge e senza coraggio, un paese in cui si può delinquere senza problemi. Provate ad informarvi cosa sarebbe accaduto ad un passeggiero privo di biglietto a Casablanca o a Tunisi. E provate ad informarvi a quanto ammonta la pena per detenzione e spaccio di droga in Tunisia!!!!!!! Capirete subito perché siamo invasi da un esercito di delinquenti!!!!!!!!!! Grazie Leggi dello Stato e grazie magistrati dello Stato!!!!!! Grazie a tutti i politici (di sinistra) che spacciano l'immigrazione come opportunità solo per avere in cambio, al momento giusto, il voto degli immigrati!!!! E intanto forze dell'ordine, lavoratori preposti ai controlli sui bus, e semplici cittadini ricevono violenze di tutti i tipi!!!!! Proprio una vera opportunità questa immigrazione!!!! Grazie! Grazie di cuore!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

CANNES

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Felegara, con un coltello uccide la moglie malata e si suicida Foto Video

I corpi di Wilma Paletti e Gianfranco Carpana ritrovati dai figli

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

3commenti

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

intervento

Pellacini: "Comune e Provincia svendono quote delle Fiere di Parma"

convegno

Barilla, Chiesi e Dallara: la lezione in Università di tre "big"

politica

Elezioni amministrative, si vota l'11 giugno. Ballottaggi il 25

5commenti

tragedia

39enne muore in moto a Pescara, un rene "donato" a Parma

DOMANI

«Parma 360»: uno speciale sul festival

carcere

La denuncia di Antigone: "A Parma 603 detenuti per 350 posti"

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

1commento

elezioni 2017

Salvini domani a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

tribunale

Zebre Rugby, concordato in bianco: scongiurato il fallimento

Cambio alla presidenza, nominata la Falavigna, Pagliarini resta socio

omicidio

Delitto Habassi, chiuse le indagini: "C'è stata premeditazione"

emilia romagna

Turismo: dalla Regione 571 mila euro alla nostra Montagna

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

3commenti

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

11commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

salute

Lorenzin: "E' allarme morbillo. Urgente applicare il Piano vaccini"

Mondo

Debbie devasta l'Australia Video

SOCIETA'

Musica

Stoccolma: finalmente Dylan ritirerà il Nobel

Bolivar

Colombia, in 5 ballano in sala operatoria: licenziati Video

SPORT

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon