21°

35°

Provincia-Emilia

Parchi regionali: rivoluzione in vista

Parchi regionali: rivoluzione in vista
Ricevi gratis le news
2

Beatrice Minozzi
Fare rete, razionalizzare le spese e realizzare una più efficace promozione territoriale: sono solo alcuni dei principi alla base del progetto di legge sulla «Riorganizzazione del sistema regionale delle aree protette e dei siti della rete Natura 2000», approvato il 14 novembre scorso dalla giunta regionale. Una riorganizzazione che riguarda i parchi regionali, ma anche le riserve naturali, le zone Sic e Zps e le aree di riequilibrio ecologico e che si è resa necessaria anche per rispondere alle disposizioni del decreto «Milleproroghe», che fissa nel 31 dicembre 2011 la data del pensionamento dei consorzi di gestione dei parchi regionali. Perché l’iter approvativo della legge sia completo, mancano ancora il passaggio alla Commissione Ambiente e la definitiva approvazione dell’assemblea legislativa regionale.
C’è ancora spazio per alcune modifiche, e tutti i soggetti interessati da questa riforma sono al lavoro per stilare alcuni emendamenti, che verranno discussi oggi, quando è prevista la prima udienza conoscitiva della Commissione Ambiente. Ma cosa potrebbe cambiare se il progetto di legge fosse confermato così com’è? Dal primo gennaio 2012 potrebbe cambiare la forma istituzionale di gestione dei Parchi. La Regione ha suddiviso il proprio territorio in cinque «macroaree per i parchi e la biodiversità», e la provincia di Parma rientrerà nella macroarea dell’Emilia Occidentale insieme alla provincia di Piacenza e ad alcune aree rivierasche del Po della provincia di Reggio Emilia. A questa macroarea faranno capo quattro parchi della provincia di Parma: Cento laghi, Taro, Boschi di Carrega e Stirone, ed uno della provincia di Piacenza, il Parco del Trebbia. Ad essi si aggiungeranno, dal 1° gennaio 2013, anche le riserve naturali e gli altri siti della rete Natura 2000.
Per ogni parco verrà istituita una «Comunità del Parco», composta dai sindaci dei comuni il cui territorio rientra nel parco o dai loro assessori delegati, ma anche dai sindaci o dagli assessori dei comuni che partecipano attraverso il conferimento di risorse. Tra le prerogative della Comunità rientrano la determinazione degli introiti derivanti dalle attività riferite al parco stesso, ma soprattutto la nomina di un rappresentante in seno al comitato esecutivo, l’organo di governo sul quale ricade gran parte del potere decisionale e che rappresenta l’intera macroarea. Il comitato esecutivo, composto dai rappresentanti delle diverse Comunità e dai presidenti delle Province, o dai loro assessori delegati, nominerà un presidente, approverà il regolamento della macroarea e il bilancio e nominerà i componenti delle Consulte. Sempre se la legge sarà approvata, dunque, nei singoli parchi non esisteranno più le figure di direttori e presidenti. A promuovere gli accordi tra l’ente di gestione e gli enti locali ci penserà il Comitato per la promozione della macroarea, mentre per quanto riguarda la gestione prettamente tecnica, per ogni macroarea verrà nominato un direttore. La Regione, infine, si riserva funzioni di indirizzo controllo e coordinamento. Nel progetto di legge figurano poi altre quattro macroaree, ovvero Emilia Centrale, Emilia Orientale, Delta del Po e Romagna, ma anche l’istituzione del Parco Regionale dello Stirone e del Piacenziano, che unisce il Parco dello Stirone alla riserva naturale geologica del Piacenziano, che si trova in provincia di Piacenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giampietro Accini

    02 Dicembre @ 23.02

    Sono un agricoltore in pre parco dei Boschi di Carrega ,anticamente i Boschi erano gestiti da privati ed erano un'eccellenza della zona. Ora regione ,provincia, comuni consorziati non hanno soldi. Non sarebbe l'ora che tornino ai privati che rilancino il turismo,enogastronomia.... ,insomma creino lavoro ,prima che i cinghiali invadano Parma ? Chi ama questo territorio mi aiuti a salvarlo!

    Rispondi

  • gian luca ceccherini

    29 Novembre @ 01.28

    egregi sig. dovete sapere che non consco come vengono gestiti i parchi ma consco come è gestito il parco boschi di carrega , qui ci sono cresciuto e vi posso dire che è tenuto da cani in oltre sono state fatte cose non molto regolari posso anche elencarle una fra le piu' eclatanti è il preparco che è piu grosso del parco. senza pero' chiedere ai proprietari terrieri il consenso questo è giusto secondo voi che paghino le tasse e non sono piu' padroni a casa loro e il disastro di giugno-il famoso mesociclone se avessero fatto pulire i canali ai proprietari non succedeva giusto pero no ce la biodiversita con morto.speriamo che questa volta cambi sul serio tutta la gestione.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

D'Alessio-Tatangelo, "siamo in crisi"

gossip

D'Alessio-Tatangelo ammettono: "Siamo in crisi"

Usa, morto John Heard

STATI UNITI

Trovato morto l'attore John Heard ("Mamma ho perso l'aereo") Video

Enrica Merlo, libero della Savino Del Bene Scandicci

SPORT

Enrica Merlo fra pallavolo e beach volley: "Gioco perché mi diverto" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: premiata lettrice "cronista di strada"

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

Lealtrenotizie

Schiacciato dal muletto: muore un 74enne

gaione

Schiacciato dal muletto: muore l'imprenditore Alberto Greci

Aveva 74 anni

1commento

Incidente

Carro attrezzi e furgone si scontrano sull'Asolana

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

5commenti

carabinieri

Con la scusa di un selfie rapina studente in via D'Azeglio: arrestato

8commenti

BASSA

Un uomo scompare nel Po: ricerche in corso

Disperso un uomo originario del Parmense

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

PARMA CALCIO

Lucarelli "interrogato" dai tifosi: "Quando scegli con il cuore non sbagli mai" Video

Il capitano conferma: ultimo anno nel calcio giocato ma "l'importante è esserci, l'ho voluto per mille motivi"

VARANO

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

polizia municipale

Autovelox, speedcheck e autodetector: i controlli della settimana

1commento

autostrada

Frana tra il casello di Parma e il bivio A1-A15

Testimonianze

Notte di paura per i parmigiani a Kos

tg parma

Identificato l'aggressore che ha colpito un 47enne a forbiciate Video

1commento

Siccità

Vietato lavare le auto e innaffiare i giardini attingendo dall'acquedotto nel Bercetese

Ordinanza del Comune per limitare l'uso di acqua

Inchiesta bollette

Luce, acqua e gas: storie di ordinaria vessazione

Fortuna

Fidentino gratta e vince 100 mila euro

traversetolo

«Insieme abbiamo salvato il nostro condominio»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

San Teodoro

Donna uccisa durante una vacanza in Sardegna: il fidanzato confessa

METEO

Ancora caldo africano ma da lunedì temperature in calo

SPORT

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

1commento

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

CINEMA

A Firenze la "temutissima" Coppa Cobram per ricordare Paolo Villaggio

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up