19°

34°

Provincia-Emilia

Un'inchiesta sulla tragedia di Casalbarbato. Tante persone si stringono alla famiglia

Un'inchiesta sulla tragedia di Casalbarbato. Tante persone si stringono alla famiglia
Ricevi gratis le news
4

Il sopralluogo del sostituto procuratore Francesco Gigliotti nella mattinata di ieri, l’autopsia prevista nelle prossime ore e soprattutto la commozione di un intero paese per la scomparsa del piccolo Davide Esposito. Il giorno dopo la tragedia c’è spazio solo per il dolore. A ricordare il dramma che si è portato via martedì pomeriggio il sorriso e lo sguardo vispo di quel bimbo di nove anni che stava giocando nel cortile di casa con i fratellini rimane il nastro bianco e rosso tirato dalle forze dell’ordine intorno al punto in cui il pilastro di mattoni è crollato schiacciando Davide. Ieri mattina, accompagnato dal capitano della compagnia dei carabinieri di Fidenza Savino Di Scanno e dal luogotenente della stazione di Fontanellato Giuseppe Cacciaguerra, il pm della Procura di Parma, Gigliotti, ha compiuto un sopralluogo a casa della famiglia Esposito al civico 149 di Pizzale, località tra Sanguinaro e Casalbarbato. La Procura ha aperto un’indagine per fare chiarezza su quanto accaduto, ma si tratta - è trapelato - più che altro di un atto dovuto senza che si siano previste, al momento, particolari ipotesi di reato. (...)
Ieri sera la chiesa di Casalbarbato era gremita di gente per il rosario: c'erano anche i compagni di classe del piccolo Davide.

STRAZIANTE PELLEGRINAGGIO A CASA ESPOSITO. Un continuo via vai di amici e parenti. Il cancello di ferro che dà sulla minuscola strada di Pizzale di Casalbarbato si è aperto e chiuso decine di volte nella giornata di ieri. All’entrata e all’uscita gli occhi densi di lacrime dei genitori degli amichetti di Davide e dei suoi due fratellini. A far visita alla famiglia Esposito anche molti bambini. I compagni di tanti giochi spensierati delle elementari di Fontanellato o della parrocchia di Casalbarbato, un ambiente che Davide amava frequentare e nel quale era sempre disponibile a dare una mano come chierichetto al fianco del parroco don Oreste Ilari. Tra le mura dell’abitazione degli Esposito un po’ tutta Casalbarbato ha voluto portare la propria testimonianza di vicinanza e di solidarietà. Attorno a mezzogiorno, quando un gruppo di bimbi con le loro mamme ha lasciato Pizzale, la nonna di Davide si è avvicinata al cancello. «Capisco che dobbiate fare il vostro lavoro – ha detto commossa rivolgendosi ai cronisti – ma da martedì pomeriggio siamo assediati dai giornalisti. Non ce la sentiamo di parlare con nessuno. Lasciateci stare in questo momento così tragico».

  I commenti dei giorni scorsi (leggi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • andrea e luca

    30 Dicembre @ 00.10

    Forse non è l momento delle critiche o delle opinioni personali, credo che sia solo il momento del dolore e del ricordo. Dolore per una piccola vita spezzata da una assurda fatalità, ricordo di un cucciolo che stava iniziando ad esplorare il mondo con gli occhi dell'innocenza. Sono una mamma e anche se non conoscevo il piccolo davide , nel mio cuore c'è tanto dolore,tanta rabbia per questa piccola vita spezzata in un allegro giorno di vacanza. Cara mamma di davide l'unica cosa che posso fare per te è pregare il buon dio di darti la forza di proseguire il tuo cammino nel nome di davide.Non piangere per averlo perduto così presto, ma sentiti orgogliosa di essere stata, anche se un tempo breve la sua mamma.

    Rispondi

  • sara

    29 Dicembre @ 17.53

    Spesso mi dicevi : maestra ti racconto una cosa?nei tuoi racconti c'era sempre la tua mamma che con battute ti faceva ridere e faceva ridere anche me, trapelava sintonia e complicità tra di voi . Davide, proteggi la tua mamma da lassù e falle sentire ancora quella sintonia che c'era tra di voi..... sara

    Rispondi

  • www.gazzettadiparma.it

    29 Dicembre @ 16.45

    Quando pubblichiamo sul sito parti ridotte degli articoli del quotidiano cartaceo del giorno, è normale mettere lo "strillo", come lo chiama lei, che spiega perché l'articolo è incompleto e magari quali notizie in più possono arricchirlo. C'è in questo articolo come in altri, poi - con il passare delle ore - come accade ogni giorno può essere tolto. Nessuno ha mai paragonato questa notizia alla pubblicità, né si vuole in alcun modo svilirla. Ne è testimonianza il fatto che sul cartaceo ci sono stati (e ancora ci saranno) articoli che danno voce a chi ricorda il piccolo Davide e sul sito la notizia ha il titolo in nero grassetto, pur non essendo più al primo posto (dove è stata per due giorni consecutivi).

    Rispondi

  • Sara

    29 Dicembre @ 16.21

    sono senza parole... Nell home di gazzettadiparma.it, nel box in cui è riportata la tragica notizia della morte di Davide, qualche genio del marketing giornalistico ha inserito questo "strillo": "L'articolo completo è sulla Gazzetta di Parma in edicola oggi, dove trovi anche la poesia di Natale scritta da Davide, il ricordo della maestra Sara e un intervento del preside della scuola del bimbo" Ma dove siamo??? Sembra unlo slogan della più campagnola pubblicità locale!!! (vieni alla pizzeria tal dei tali, dove trovi anche ottime specilità di pesce!) Vi rendete conto??? D'accordo che abbiate fame di copie, ma c'è modo e modo....

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bloccata asta oggetti Madonna, tra cui slip usati

musica

Bloccata un'asta di oggetti di Madonna (tra cui slip usati)

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Sgarbi operato, sta bene

A CATTOLICA

Sgarbi operato, sta bene

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Il papà: voglio riabbracciare Solomon

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

3commenti

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Tg Parma

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

carabinieri

Rapina in banca con sequestro a Busseto: arrestati in tre

via fleming

Urta un veicolo in sosta e finisce con l'auto a ruote all'aria Foto

Tg Parma

Ritiro di Pinzolo, prime due sedute di allenamento per il Parma

panocchia

Auto fuori strada: liberato il conducente incastrato tra le lamiere

Tribunale

Stalker violento condannato a tre anni

SORAGNA E BUSSETO

I sindaci dicono no ai profughi: "Non ci sono strutture adatte"

5commenti

Inchiesta

Le casalinghe a Parma, pareri a confronto

3commenti

SPETTACOLI

La carica dei 5mila all'Arena Shakespeare

Storie

Ieri e oggi: i maestri gelatai della Valtaro e Valceno

Incidenti

Si schianta in scooter, 46enne perde l'uso delle gambe

Un altro incidente simile a Roccabianca

Fidenza

Addio a Crovini, l'artista dei modelli

L'IMPRESA

Roberto, 1600 km in bici senza pause

tg parma

Tassi Carboni: "Auspico un terzo tempo fra maggioranza e opposizione

Parla il nuovo presidente del Consiglio comunale. Oggi l'intervista completa sulla Gazzetta

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

ECONOMIA

Bormioli Rocco: il ramo casalinghi venduto alla Bormioli Luigi

di Patrizia Ginepri

ITALIA/MONDO

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

7commenti

Italia

Vaccini: ecco cosa è vero e cosa è falso Video

SPORT

RUGBY

Zebre, fumata "grigia." Il presidente della Fir dà le garanzie

I SEGNI DEL TOUR

Vene in rilievo e muscoli gonfi: le gambe di Poljanski sconcertano il web

SOCIETA'

Gazzareporter

Notte d'estate a Parma: Elena, modella sullo Stradone

4commenti

PALERMO

Sesso in macchina in autostrada: multa da 10 mila euro

1commento

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel