16°

Provincia-Emilia

Sala, una speranza per gli alluvionati

Sala, una speranza per gli alluvionati
0

 Cristina Pelagatti

Si è riaccesa una speranza nei numerosi cittadini salesi rimasti vittime dell'alluvione nello scorso mese di giugno.
Un primo riscontro positivo alle richieste dei cittadini
Sia in seno all'Amministrazione comunale, sia tra i componenti dei due comitati degli alluvionati, il riconoscimento dello stato di crisi decretato qualche giorno fa dalla Regione Emilia Romagna viene infatti visto come un passo avanti.
Tutti lo ritengono  un primo riscontro positivo alle richieste che l'amministrazione comunale, i comitati degli alluvionati, i gruppi di maggioranza e minoranza avevano inviato negli uffici di Bologna per avere risposte sul nubifragio che l’11 giugno provocò non solo danni segnalati da privati ed aziende per circa 7 milioni e mezzo di euro, ma anche la morte di Agostino Galeotti, travolto e ucciso dal fango nel garage della sua casa di Talignano.
Cosa dice la delibera della Giunta regionale
La Giunta regionale dell’Emilia Romagna ha deliberato lo stato di crisi regionale con il decreto 237 del 19 dicembre 2011, fino al 30 giugno 012, per gli eccezionali nubifragi avvenuti dal 4 al 12 giugno 2011 nel territorio delle province di Parma, Piacenza e Modena, nel quale viene specificato che, «nel bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2011 della Regione Emilia Romagna non sono disponibili risorse per supplire all’interruzione di flussi finanziari statali al fondo regionale di Protezione Civile e che quindi non è possibile attivare il procedimento che disciplina la concessione di fondi a settore pubblico e settore privato danneggiati da eventi di rilievo nazionale».
La dichiarazione dello stato di crisi regionale permette però ad aziende e privati assicurati di ottenere dalle assicurazioni i risarcimenti.
Il sindaco Cristina Merusi lo ritiene un passo avanti importante e un punto di partenza per riuscire a dare risposte alle problematiche scatenate dall’alluvione». Però, prosegue il primo cittadino, «non abbiamo ancora raggiunto gli obiettivi principali: la totale messa in sicurezza del territorio ed il risarcimento ai privati che ne hanno diritto. Continueremo a lavorare per raggiungerli». 
Fondamentali anche i 49 mila euro stanziati dalla Provincia
Il sindaco ritiene un segnale importante «anche lo stanziamento di 49 mila euro da parte della Provincia per lo studio idrogeologico sul bacino del Rio Scodogna e per interventi sul ponte sullo Scodogna», dove  ora si viaggia a senso unico alternato.
Di «passo in avanti» parla anche Nicola Luberto, coordinatore del comitato alluvionati 11 giugno.   «A distanza di oltre sei mesi dall’alluvione ci dà una spinta ancora maggiore per bussare alle porte della Regione. Ora vogliamo continuare ad andare avanti, uniti, per capire quali passi siano da compiere. La Regione ha gli strumenti di legge necessari per istituire una tassa di scopo, la famosa «tassa sulle disgrazie», per reperire fondi per gli alluvionati». 
Secondo Luberto «un'azione comune può essere la spinta necessaria perchè la Regione possa  valutare questa possibilità. Il riconoscimento dello stato di crisi regionale, anche se non concede nulla a livello economico al privato cittadino alluvionato e non assicurato, è un fatto positivo, una motivazione per continuare a lavorare». 
Secondo il parere espresso da Emilio Ceci,  presidente del «Comitato alluvione 11 giugno 2011 onlus» che parla a nome degli alluvionati di Talignano e Cafragna «è positivo che sia stato riconosciuto lo stato di crisi, significa che almeno si è preso atto della gravità di quanto successo, per il resto è un passo che interessa solo chi è assicurato. Come comitato stiamo cercando di capire cosa significhi in termini concreti. Ad esempio vogliamo capire come siano assicurati gli Enti, Comuni, Province etc, vedere le polizze, e se sia possibile, in base alle assicurazioni, indipendentemente dalla dichiarazione dello stato di calamità, che è diversa da quella di crisi regionale, introdurci e ricevere rimborsi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

INCHIESTA

Alberi, sequestrata una struttura per anziani

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

La pagella

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia