19°

Provincia-Emilia

Lucchi: "A Berceto nessun aumento delle imposte"

Lucchi: "A Berceto nessun aumento delle imposte"
0

Il consiglio comunale di Berceto ha approvato il bilancio di previsione. Come ricorda il sindaco Luigi Lucchi «è l’unico  della provincia di Parma ad averlo fatto entro l’anno, quindi senza l’utilizzo dell’esercizio provvisorio». 

La relazione di Lucchi
Il sindaco, nella sua relazione programmatica, ha fissato i punti importanti: «Non aumentiamo le aliquote dell’Irpef, dell’Imu prima e seconda casa, della tassa rifiuti e applichiamo, invece tutte le agevolazioni anche ai coltivatori diretti, ai proprietari di fabbricati rurali e cancelliamo, su richiesta dei proprietari, le aree fabbricabili che non sono giudicate strategiche per lo sviluppo del territorio. Batteremo l’elusione e l’evasione prima dell’Ici e ora dell’Imu e della tassa rifiuti. Non diminuiamo i servizi e cerchiamo, al contrario, di accrescerli e migliorarli. Vogliamo aumentare gli investimenti, i lavori, su tutto il territorio comunale ricorrendo,      quasi totalmente, a risorse e capitali di altri enti e privati oltre che i fondi mai utilizzati dall’Italia dell’Europa».
La linea da seguire per Lucchi è un sola: «Un’amministrazione che ritiene sbagliato affrontare la crisi economica spremendo i cittadini senza mettere al primo posto lo sviluppo, come fa il Governo, non può fare altrettanto e soprattutto non lo può fare senza prima aver fatto di tutto per eliminare gli sprechi, la burocrazia, i soldi gettati nei carrozzoni pubblici. E’ per questo che il Comune di Berceto è uscito dalla Comunità Montana, esce dall’Asp e farà di tutto per tornare a gestire la propria acqua. Anche in un piccolo comune come Berceto c’è tanto da fare per utilizzare al meglio le risorse anche se ci sono stati drastici tagli ai trasferimenti dello Stato ai Comuni e addirittura, nonostante decenni d’inutili parole sul federalismo, s’è arrivati al risultato opposto di vedere i Comuni, come per l’Imu sulla seconda casa, diventare gabelliere, esattore delle tasse e spremere i contribuenti del Comune a nome dello Stato. Una ricchezza strabiliante, per la situazione economica di Berceto, verrà sottratta, con destrezza, dalle tasche dei cittadini e devoluta allo Stato con l’Imu della seconda casa. Circa 750.000 euro. Più di quanto rimarrà al Comune e notevolmente di più di quanto si incasserà con l’Imu della prima casa (circa 60.000 euro nel 2012 rispetto all’Ici che, quando era ancora sulla prima casa, portava risorse al Comune per oltre 200.000 euro con aliquota al 5,80 per mille senza detrazioni come per l’Imu)».  L'addizionale Irpef resta fissata allo 0,4%, l'Imu sulla prima casa è del 4 per mille, sulla seconda casa del 7,60 per mille. L’Amministrazione  si prefigge di far fronte alle minori entrate e continuare il risanamento del bilancio cercando di razionalizzare tutte le sue infrastrutture, applicando tutte le norme per la spesa e i pagamenti volendo arrivare a pagare i fornitori entro 30 giorni dall’emissione della fattura, continuando a non andare in anticipazione di cassa. L'amministrazione intende mettere mano, nel 2012, alla valorizzazione di tutti gli immobili comunali per «un utilizzo razionale e innovativo chiamando in aiuto anche i privati nella loro gestione. Molta attenzione, già nel mese di gennaio, verrà rivolta alla valorizzazione della struttura amministrativa, che costa alla collettività circa 900.000 euro l’anno ed è la prima azienda del territorio Comunale». 
Subire passivamente questa crisi, a detta di Lucchi, porterebbe alla cancellazione del Comune di Berceto e soprattutto della sua comunità. «Al contrario - rileva il sindaco - essere i primi a cambiare può portare benefici insperati e duraturi». Tra questi benefici, nelle speranze di Lucchi, c’è la tassa di scopo che il Comune, «per primo applica in provincia di Parma. Chiediamo piccole risorse a tutti i proprietari del Comune di Berceto, lo 0,5 per mille a tutta la base impositiva di chi paga l’Imu della prima e seconda casa, circa 20 euro a proprietario, per iniziare a realizzare il recupero del vasto territorio comunale, 131 kmq., ora abbandonato. Vogliamo ripristinare e restaurare  tutte le sistemazioni idrauliche agrarie del territorio, recuperare i boschi e superare l’aspetto spettrale dovuto agli ultimi quattro fenomeni del vetro ghiaccio. Una tassa innovativa che non getta i soldi dei contribuenti  nel solito calderone dove poi i cittadini ne perdono il controllo. Se non viene realizzato il progetto per cui si chiede la tassa di scopo i soldi debbono essere restituiti ai contribuenti. Dai cittadini si possono raccogliere risorse solo per il 30% del costo del progetto. Il restante 30% deve essere aggiunto dagli enti pubblici. Siamo impegnati, quindi, come Amministrazione, a trovare l’altro 70% e siamo ulteriormente stimolati a farlo perché si inizierà, già dal primo anno, a distribuire consistenti risorse sul territorio visto che utilizzeremo solo imprese locali e tutti gli agricoltori con le attrezzature adeguate per ripristinare le sistemazioni idrauliche agrarie che un tempo salvaguardavano il territorio dalle frane e dal dissesto».
 
Critiche da Ferrari 
Il bilancio è passato con i voti della maggioranza. Il consigliere di minoranza Sandro Ferrari, subentrato al dimissionario Claudio Setti, si è astenuto sul documento economico mentre ha votato contro all'Imu e alla tassa di scopo: «Per quanto riguarda l'Imu -spiega - penso che in un paese con un reddito inferiore alla media e che vive le difficoltà di un piccolo centro di montagna, sarebbe stato un segnale importante abbassarla di un ulteriore 0,1%. Sul bilancio mi sono astenuto nonostante le critiche esternate, per solidarietà, visto il momento difficile». Per Lucchi la posizione sull'Imu di Ferrari, già assessore al bilancio, è una «nota stonata»: «Nei suoi 5 anni d’amministrazione - afferma Lucchi- non ha mai ritoccato al ribasso un’aliquota lasciando sempre quella della prima casa al 5,80 per mille,  mentre ora l’Amministrazione Lucchi la delibera al 4 per mille e quella della seconda casa, con Ferrari, era all’aliquota più elevata consentita dalla legge come se adesso l’Amministrazione invece d’applicare l’aliquota al 7,6 per mille la portasse al 10,6 per mille».
 
Il no di Conti
Voto contrario a bilancio, Imu e tassa di scopo, dall'altro gruppo di minoranza, guidato da Giorgio Conti: «No a questo bilancio in cui non viene proposto niente di nuovo e mancano gli investimenti. Inoltre c'è il discorso della farmacia che il Comune intende affittare, mentre noi siamo contrari perché così facendo, solo nel 2012, Berceto ci rimetterà  120 mila euro. No anche alla tassa di scopo. Intanto non si capisce bene a cosa serva. Resta il fatto che si andranno a rastrellare oltre 100 mila euro che si sarebbero potuti ottenere con la farmacia. Saremmo stati disponibili a parlarne solo se fosse stata istituita una commissione paritetica formata da opposizione e maggioranza per discutere progetti, progettisti e appalto dei lavori». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

Lavoro

Agricoltori contro l'abolizione dei voucher

Intervista

Uto Ughi: «Un buon violino è come una Ferrari»

Personaggi

Francesco Canali, messaggio di speranza ai malati di Sla

Lutto

Addio a Carlo Carli, pioniere del marketing

Fontanellato

L'ultimo saluto a Fernando Virgili, decano dei geometri

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

crisi

Copador: sciopero di due ore in vista dell'assemblea soci Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017