18°

33°

Provincia-Emilia

Reggio celebra il Tricolore Il premier Monti: "Lotta all'evasione e alla corruzione"

Reggio celebra il Tricolore Il premier Monti: "Lotta all'evasione e alla corruzione"
Ricevi gratis le news
18

Oggi a Reggio Emilia è stato celebrato l'anniversario della nascita del Tricolore, avvenuta nel 1797. Il presidente del Consiglio Mario Monti ha partecipato alle cerimonie, così come Pierluigi Bersani, segretario del Pd, l'ex presidente della Commissione europea Romano Prodi e numerosi sindaci e rappresentanti di enti locali.
Sono partite anche le contestazioni di Lega Nord, Rifondazione comunista, Collettivi comunisti, e "Indignati", in diversi punti del centro storico. Le polemiche e le proteste anche nei confronti degli ospiti istituzionali della giornata del 7 gennaio non sono mai state accese come quest'anno, a Reggio.

MONTI ATTACCA GLI EVASORI E PROMETTE LIBERALIZZAZIONI NELLA "FASE DUE" DEL GOVERNO.
«Nessun Paese europeo è talmente forte da pensare di andare avanti da solo ad affrontare l'economia globale», ha detto Mario Monti durante il discorso al Teatro Valli. Un discorso durante il quale il premier ha attaccato gli evasori fiscali: «L'espressione corrente di “mettere le mani nelle tasche degli italiani” non mi ha mai persuaso e comunque è incompleta perché ci sono altri atti di “mani che entrano nelle tasche”. Alcuni italiani mettono le mani nelle tasche di altri italiani: sono gli evasori rispetto ai contribuenti. È inammissibile che i lavoratori subiscano sacrifici mentre una parte importante di ricchezza fugge alla tassazione, accrescendo così la pressione tributaria su chi non può sottrarsi al fisco».
Il presidente del Consiglio ha parlato anche della «fase due» del governo: ci sono «equilibrate e pragmatiche ma non timide liberalizzazioni, riconoscendo che ogni settore dà contributo ma che è più equo se avviene in regime di libera concorrenza».

"BISOGNA EVITARE L'ECCESSIVA PRESSIONE FISCALE MA APPOGGIO FINANZA E AGENZIA DELLE ENTRATE". «È necessario evitare una pressione fiscale eccessiva che scoraggi gli sforzi produttivi» ma «gli accertamenti devono essere rispettosi dei diritti individuali. Su questo vigilo e vigilerò - ha puntualizzato Mario Monti -. Ma agli uomini e alle donne della Guardia di Finanza e dell'Agenzia delle Entrate voglio assicurare il mio appoggio».

PIU' LOTTA ALLA CORRUZIONE. Il governo darà vita ad «una scossa ed una accelerazione potente alla lotta contro la corruzione che frena gli investimenti esteri in Italia più di quanto si possa pensare - ha annunciato il premier -. Dobbiamo operare con urgenza per sbloccare il paese e far saltare i colli di bottiglia».

I SACRIFICI SONO NECESSARI. «Dire dei no comporta dei costi politici nel presente» ma «dire sempre sì comporta dei costi sociali drammatici per chi ancora non vota e forse non è nato». Mario Monti lo ha detto parlando della necessità di fare sacrifici: «Quanto danno l’Italia ha fatto inconsapevolmente ai propri figli, quelli che oggi non trovano lavoro, pensando di fare in buona fede azioni eticamente buone e dicendo sì a qualsiasi istanza sociale». «Ora il momento dei compiti è giunto per tutti, nessuno pensi di poter fare a meno degli altri. L’Europa supererà la crisi solo» se unita. «Noi continueremo a fare nostra parte memori di essere uno dei paesi fondatori» dell’Ue. Il premier sottolinea che «l'Italia per svilupparsi economicamente e socialmente ha bisogno dell’Europa e l’Europa per rafforzarsi ha bisogno dell’Italia».

SUL LAVORO, IL DIALOGO PORTERA' FRUTTI SECONDO MONTI. «Il dialogo sul lavoro che si sta per aprire dovrà favorire investimenti e l'occupazione». Lo afferma il premier Mario Monti a Reggio Emilia, citando tra le altre alcune «azioni fiscali già avviate» come «la detrazione della quota Irap per l’assunzione dei giovani». «Ce la faremo - prosegue - il capitale di energie e efficienze italiane ha sempre risposto nei momenti difficili. Abbiamo chiesto sacrifici a tutti: stella polare sono sempre equità e gistizia sociale».

LA CRISI SI AFFRONTA CON UNA VISIONE DI LUNGO PERIODO. «L'occhio con il quale affrontiamo la crisi non deve essere di breve periodo. Dobbiamo avere la forza di guardare al periodo più lungo - dice Monti parlando della crisi e di come affrontarla -. Ogni anno in aprile tutti gli Stati europei sono tenuti a presentare il programma delle riforme. Quest’anno il governo intende farne un documento centrale proprio perché il nostro è un governo a termine. Ci sentiamo in dovere di usare il dialogo con le forze sociali e produttive per stimolare la presa di coscienza comune ed una condivisione, dopo che si è discusso a fondo, su dove andrà l’Italia nel 2020», conclude il presidente del Consiglio.

LA CRONACA DELLA MATTINA
I LEGHISTI GRIDANO "BUFFONI" AI SINDACI. SCONTRO VERBALE CON MORETTI (SANT'ILARIO).  Prima dell’arrivo a Reggio Emilia del presidente del Consiglio Mario Monti un gruppo di circa 200 esponenti della Lega Nord ha gridato «buffoni buffoni» a una ventina di sindaci in fascia tricolore che stava andando alla cerimonia. Tra questo il sindaco di Sant'Ilario d’Enza, Marcello Moretti, che ha avvicinato i manifestanti, coi quali ha avuto un scontro verbale. Moretti ha chiesto ai carabinieri di identificare i manifestanti.
Il parlamentare leghista reggiano Angelo Alessandri era tra i manifestanti che hanno gridato «buffoni buffoni» ai sindaci. Alessandri ha detto ai cronisti che il segretario del Partito democratico «Pierluigi Bersani è stato chiamato da Mario Monti perché lo tutelasse. Noi siamo qui a dimostrare che quello che il Premier va a dire in Europa sono frottole». «L'Italia - ha detto ancora Alessandri - non l’ha presa bene questa manovra. Monti deve stare di più tra la gente e meno nel Palazzo. La gente è incazzata».

IL PD: "DALLA LEGA INSULTI VERGOGNOSI". «Rammarica notare come i leghisti riescono a dimostrare ogni giorno la loro totale assenza di responsabilità e incapacità di volere il bene degli italiani e dell’Italia in generale». Lo afferma Claudio Martini, presidente del Forum Enti Locali del Partito democratico. «Una Lega - prosegue - talmente preoccupata di recuperare il suo elettorato smarrito e deluso dagli anni di governo con Berlusconi (anni che hanno portato l’Italia sull'orlo del baratro) che dimentica il principio una volta alla base del pensiero leghista, ossia che è proprio dal territorio, dalle città che l’Italia deve e può ripartire». «Gli insulti di oggi a Reggio Emilia rivolti al presidente Monti e al corteo dei sindaci - conclude - sono quindi vergognosi e completamente privi di ogni fondamento».

ORE 11: ARRIVA MARIO MONTI. Un lungo applauso ha accolto il presidente del Consiglio Mario Monti in piazza Prampolini. Il premier, accolto al suo arrivo in auto da Milano dal sindaco Graziano Delrio, ha passato in rassegna i rappresentanti delle forze dell’ordine, poi ha salutato le autorità presenti sul palco mentre nella piazza veniva portata una grande bandiera tricolore per il rito dell’alzabandiera, avvenuto mentre la banda intonava l'inno nazionale e dell'inno europeo.

MONTI: "LO SGUARDO DEI GIOVANI ISPIRA L'AZIONE DEL GOVERNO". «Lo sguardo ai giovani è l'orientamento necessario alla nostra azione, ma è anche la chiave di ispirazione nelle misure che il nostro governo con una certa rapidità ed incisività si è trovato a prendere nello scorso mese e prenderà ancora per qualche tempo». Lo ha detto il premier Mario Monti, che in Sala del Tricolore (in municipio) ha incontrato giovani italiani e stranieri per la consegna della Costituzione. Il premier ha parlato a braccio, esulando dal protocollo: «Questa per me è la prima visita in una città italiana. È giusto iniziare da qui». Monti ha ricordato anche l'importanza del concetto di comune e comunità, rivelando che secondo lui il nome "Comunità europea" era preferibile a "Unione europea". 
E' stata consegnata una copia della Costituzione anche a Salerno: «Questa unione tra Reggio Emilia e Salerno è simbolo di come vedere l’Italia, di come unirci perché l’Italia unita è sempre più forte e rispettata nel mondo e in Europa», ha detto Monti.

IL MESSAGGIO DI NAPOLITANO. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione delle celebrazioni del 215° anniversario del Primo Tricolore ha inviato al Sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio un messaggio, rivolto anche al Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Monti, alla cittadinanza di Reggio Emilia e alle autorità presenti, di «cordiale saluto con l’augurio caloroso e partecipe di pieno successo delle celebrazioni». «Un anno fa, il 7 gennaio 2011, a Reggio Emilia, in occasione della Giornata nazionale del Tricolore, rinnovai il mio appello a fare delle celebrazioni del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia un importante percorso di approfondimento e di riflessione comune sul lungo processo storico di costruzione dell’Unità nazionale e sui valori che lo hanno contrassegnato», scrive e il Capo dello Stato. «Gli eventi organizzati in tutta la penisola per questa ricorrenza, grazie ad una grande mobilitazione popolare, segno di un ritrovato orgoglio nazionale, hanno avuto come riferimento più immediato e percepibile la bandiera, che i Costituenti non a caso scelsero come vessillo della Repubblica, simbolo dell’Italia una e indivisibile e dei valori e principi di democrazia, solidarietà e promozione delle autonomie compiutamente e definitivamente sanciti nella nostra Carta costituzionale». «In questa tensione verso una maggiore e più matura coesione sociale vanno anche oggi rintracciate le energie positive che possono consentire di affrontare le difficoltà della situazione presente, assolvendo ai gravosi impegni che sono di fronte al nostro paese con rigore ed equità».

 Il presidente del Parlamento Ue al Collegio europeo di Parma: "Bene Monti, ma servono strategie per la crescita" (leggi)  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Daniele Tanzi

    08 Gennaio @ 17.01

    Perchè il Presidente Monti ha detto che la riduzione dei costi della Politica è una materia del Parlamento? Sappiamo che l'Italia è una Repubblica Parlamentare, tutto è materia del Parlamento, ma il Governo ha il dovere di fare una proposta. Il Capo dello Stato cosa ne pensa? Non abbiamo sentito una sola parola, da Lui, su questo tema.

    Rispondi

  • Russo Giorgio

    08 Gennaio @ 10.54

    Monti ha detto che sono sempre i dipendenti pagare.....ma chi paga i contributi e le tasse sulle buste paga ? Le aziende che hanno la partita iva. E' inutile continuare a mettere gli uni contro gli altri e dire che c'è molta evasione. Se le buste paga avessero meno tassazione......ma come si fa se continuano ad arrivare extracomunitari senza lavoro o a basso costo e senza casa e quindi si deve fare loro le case perchè lei non lavora e hanno un reddito basso. Ma chi credete che paghi le case ? Il comune o la Regione.Ma la Regione o il comune prendono i soldi da noi...dalle tasse che paghiamo. E' un bello schifo se poi pensiamo al vitalizio dato agli over 65 extracomunitari senza mai aver versato nulla all'INPS.Poi hanno ospedali gratis. ecc. E' stato Amato nel 2000 legge 388 e poi perfezionata da Dini nel 2002 per "ricongiungimento famigliare" bella idea per distruggere glil Italiani vecchi e nuovi.

    Rispondi

  • emma

    08 Gennaio @ 09.08

    La lotta all'evasione e alla corruzione il PROFESSORE dovrebbe farla all'interno dei palazzi, e non rivalersi sempre sulla povera gente, che non sa più come campare. Sto già pensando di quanto sarà lo stipendio di gennaio, dopo che avranno tolto tutti i soldi delle addizionali, a partire dal 1° gennaio 2011. E quelli pensano al tricolore....... Ti viene voglia di andare a prenderli a palate, tanto non ti fanno niente e tuttalpiù finisci in galera dove finalmente lo stato sarà costretto al mantenimento. Ma di una cosa sono sicura che alle prossime elezioni andrò al seggio mi farò dare la scheda e ci scriverò su lì davanti a tutti MERDA MERDA MERDA.

    Rispondi

  • GIORGIO

    07 Gennaio @ 19.38

    quelli che adesso inneggiano al Viva il tricolore doVe erano nel 1956 all'epoca della Rivolta di Budapest soffocata nel sangue dai carriarmati sovietici???? Non inneggiavano forse a Bandiera Rossa: bene loro hanno fatto carriera e percepiscono Lauti stipendi gli altri sono stati messi da parte e se sono al mondo continuano a pagare per i "PATRIOTI ROSSI":

    Rispondi

  • pier luigi

    07 Gennaio @ 18.59

    Ho visto che hanno mandato i 'baschi verdi' per contenere i Leghisti!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri ancora in azione all'ospedale

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

7commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

14commenti

Anteprima Gazzetta

Emergenza terrorismo a Parma: il punto con l'assessore Casa

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

opening day

Sport, italianità e lealtà: venerdì taglio del nastro della B al Tardini

Prima del match Parma-Cremonese cerimonia con giuramento dei capitani e inno nazionale

1commento

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

6commenti

IL CASO

Il laghetto di Scurano potrebbe sparire

Vignali: "I boschi dell'Appennino stanno seccando" Video

Governo

Politiche sull’acqua: Berselli nominato alla guida del nuovo distretto padano

Accorpate le vecchie autorità di bacino, la sede del nuovo distretto resterà a Parma

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

1commento

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

4commenti

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

11commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

13commenti

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Maxi frana al confine con Valchiavenna, 100 evacuati

TRAGEDIA

Avvistati tre alpinisti morti sul Monte Bianco

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente