Provincia-Emilia

Fornovo: la piscina si apre ai disabili

Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa
 

 “Un’ora d’acqua trasforma il disabile in un divabile, un divinamente abile”. Francesco Delpiano, campione paralimpico di nuoto, lo dice così, semplicemente: è questa l’importanza di un’iniziativa che porta i disabili in piscina.
Si chiama “Nuotabile” il nuovo progetto di attività natatoria promosso dalla Provincia, che si rivolge alle persone disabili residenti nel territorio della Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno. Trenta corsi per favorire l’approccio all’attività sportiva da parte di bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni che presentano disabilità fisica, psichica, sensoriale o socio-relazionale; e offrire loro un’opportunità di integrazione sociale.
“Sono troppi i ragazzi disabili che si chiudono in casa e non praticano alcuna attività sportiva. Bisogna cercare di farli uscire e questo progetto mira proprio a questo – ha sottolineato l’assessore provinciale allo Sport Emanuele Conte, durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa -. Abbiamo pensato ai ragazzi delle valli taro e Ceno perché sono loro i più isolati e quelli che hanno più difficoltà a raggiungere centri sportivi adatti ad accoglierli. Nuotabile è anche un buon mezzo per riuscire ad abbattere i muri della diffidenza, perché le differenze servono solo per migliorarsi e arricchirsi.”
Il progetto si articola in interventi di diverso livello: pratica motoria di base, riabilitazione, rilassamento in ambiente acquatico, apprendimento della tecnica natatoria, socializzazione e inserimento nel gruppo, e capacità di affrontare impegni fisici, emotivi e relazionali.
La realizzazione e il coordinamento del progetto sono stati affidati alla società sportiva Cigiesse, affiliata al Comitato italiano Paralimpico, che svolge la propria attività alla piscina di Fornovo, dove i ragazzi potranno arrivare accompagnati dai mezzi messi a disposizione dai Comuni interessati: in questo modo sarà possibile coinvolgere il maggior numero possibile di ragazzi che hanno difficoltà a raggiungere i luoghi di pratica sportiva.
“La Cigiesse si vuole porre come vero e proprio punto di riferimento per tutti questi ragazzi – ha affermato il presidente di Cigiesse Roberto Abbati –. Non dobbiamo limitarci ad accogliere chi ha già deciso di venire da noi ma dobbiamo essere propositivi così da far conoscere al maggior numero possibile di ragazzi le opportunità che possono cogliere. È per questo motivo che progetti come Nuotabile sono molto importanti.”
“Sono 172 i ragazzi disabili che abitano nelle nostre valli del Taro e Ceno, e di questi pochi, per non dire pochissimi, fanno attività sportiva – ha detto Katia Boldrini di Cigiesse –. Sono infatti solo 12 quelli che frequentano la piscina di Fornovo, ma da quando si è diffusa la notizia di  questo progetto sono già quattro le famiglie che ci hanno chiamato per poter mandare i propri figli ai corsi. Il nostro obiettivo è quello di dare a tutti l’autonomia in acqua, grazie anche all’aiuto di istruttori specializzati.”
Bambini e ragazzi saranno infatti inseriti nella normale attività corsistica; nel caso in cui il grado di disabilità non permetta l’inserimento nei corsi, lo staff tecnico supportato da medici e psicologi studierà un intervento individuale di profilo specialistico.
“Grazie alla collaborazione che abbiamo attivato già da tempo con la Provincia – ha spiegato Walter Antonini del Comitato italiano paralimpico - siamo riusciti a entrare nelle scuole, cosa fino a qualche anno fa per noi impossibile, e diffondere lì, a contatto diretto con i giovani, lo sport per disabili. Il prossimo obiettivo che ci poniamo, di cui questo progetto è il primo passo, è quello di estenderci anche al di fuori della città in modo che i ragazzi disabili della provincia non debbano spostarsi dal loro paese per poter fare sport.”
“Prima del mio incidente – ha sottolineato Delpiano, testimonial dell’iniziativa – pensavo esistessero sport solo per persone normodotate. Un giorno però mi è bastato vedere un filmato sulle Paralimpiadi di Torino perché mi si aprisse un nuovo mondo e, da quel momento, ho iniziato a nuotare. Il nuoto ha cambiato la mia vita e per questo voglio essere un esempio per tutti: fare sport non significa solo muoversi e divertirsi ma incontrare gente e allargare i propri orizzonti”.
Presenti alla conferenza stampa in Provincia anche gli assessori dei Comuni della Comunità Montana Valli del Taro e del Ceno, tra cui Lino Coser di Fornovo che ha voluto sottolineare l’impegno del Comune nell’appoggiare iniziative come queste che “permettono alla mente di evolversi”.

Per informazioni:
piscina di Fornovo
tel 0525-2683 (orari pomeridiani)
cigiessefornovo@libero.it
cigiessefornovo@comitatoparalimpico.it
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS