13°

23°

Provincia-Emilia

Fornovo: la piscina si apre ai disabili

Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa
 

 “Un’ora d’acqua trasforma il disabile in un divabile, un divinamente abile”. Francesco Delpiano, campione paralimpico di nuoto, lo dice così, semplicemente: è questa l’importanza di un’iniziativa che porta i disabili in piscina.
Si chiama “Nuotabile” il nuovo progetto di attività natatoria promosso dalla Provincia, che si rivolge alle persone disabili residenti nel territorio della Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno. Trenta corsi per favorire l’approccio all’attività sportiva da parte di bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni che presentano disabilità fisica, psichica, sensoriale o socio-relazionale; e offrire loro un’opportunità di integrazione sociale.
“Sono troppi i ragazzi disabili che si chiudono in casa e non praticano alcuna attività sportiva. Bisogna cercare di farli uscire e questo progetto mira proprio a questo – ha sottolineato l’assessore provinciale allo Sport Emanuele Conte, durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa -. Abbiamo pensato ai ragazzi delle valli taro e Ceno perché sono loro i più isolati e quelli che hanno più difficoltà a raggiungere centri sportivi adatti ad accoglierli. Nuotabile è anche un buon mezzo per riuscire ad abbattere i muri della diffidenza, perché le differenze servono solo per migliorarsi e arricchirsi.”
Il progetto si articola in interventi di diverso livello: pratica motoria di base, riabilitazione, rilassamento in ambiente acquatico, apprendimento della tecnica natatoria, socializzazione e inserimento nel gruppo, e capacità di affrontare impegni fisici, emotivi e relazionali.
La realizzazione e il coordinamento del progetto sono stati affidati alla società sportiva Cigiesse, affiliata al Comitato italiano Paralimpico, che svolge la propria attività alla piscina di Fornovo, dove i ragazzi potranno arrivare accompagnati dai mezzi messi a disposizione dai Comuni interessati: in questo modo sarà possibile coinvolgere il maggior numero possibile di ragazzi che hanno difficoltà a raggiungere i luoghi di pratica sportiva.
“La Cigiesse si vuole porre come vero e proprio punto di riferimento per tutti questi ragazzi – ha affermato il presidente di Cigiesse Roberto Abbati –. Non dobbiamo limitarci ad accogliere chi ha già deciso di venire da noi ma dobbiamo essere propositivi così da far conoscere al maggior numero possibile di ragazzi le opportunità che possono cogliere. È per questo motivo che progetti come Nuotabile sono molto importanti.”
“Sono 172 i ragazzi disabili che abitano nelle nostre valli del Taro e Ceno, e di questi pochi, per non dire pochissimi, fanno attività sportiva – ha detto Katia Boldrini di Cigiesse –. Sono infatti solo 12 quelli che frequentano la piscina di Fornovo, ma da quando si è diffusa la notizia di  questo progetto sono già quattro le famiglie che ci hanno chiamato per poter mandare i propri figli ai corsi. Il nostro obiettivo è quello di dare a tutti l’autonomia in acqua, grazie anche all’aiuto di istruttori specializzati.”
Bambini e ragazzi saranno infatti inseriti nella normale attività corsistica; nel caso in cui il grado di disabilità non permetta l’inserimento nei corsi, lo staff tecnico supportato da medici e psicologi studierà un intervento individuale di profilo specialistico.
“Grazie alla collaborazione che abbiamo attivato già da tempo con la Provincia – ha spiegato Walter Antonini del Comitato italiano paralimpico - siamo riusciti a entrare nelle scuole, cosa fino a qualche anno fa per noi impossibile, e diffondere lì, a contatto diretto con i giovani, lo sport per disabili. Il prossimo obiettivo che ci poniamo, di cui questo progetto è il primo passo, è quello di estenderci anche al di fuori della città in modo che i ragazzi disabili della provincia non debbano spostarsi dal loro paese per poter fare sport.”
“Prima del mio incidente – ha sottolineato Delpiano, testimonial dell’iniziativa – pensavo esistessero sport solo per persone normodotate. Un giorno però mi è bastato vedere un filmato sulle Paralimpiadi di Torino perché mi si aprisse un nuovo mondo e, da quel momento, ho iniziato a nuotare. Il nuoto ha cambiato la mia vita e per questo voglio essere un esempio per tutti: fare sport non significa solo muoversi e divertirsi ma incontrare gente e allargare i propri orizzonti”.
Presenti alla conferenza stampa in Provincia anche gli assessori dei Comuni della Comunità Montana Valli del Taro e del Ceno, tra cui Lino Coser di Fornovo che ha voluto sottolineare l’impegno del Comune nell’appoggiare iniziative come queste che “permettono alla mente di evolversi”.

Per informazioni:
piscina di Fornovo
tel 0525-2683 (orari pomeridiani)
cigiessefornovo@libero.it
cigiessefornovo@comitatoparalimpico.it
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

OGGi

Gli Stones a Lucca: mandateci le vostre foto

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia

serie B

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia

Vittoria preziosa per i crociati, che salgono a 9 punti. Lucarelli fra i migliori in campo. Per i padroni di casa è la prima sconfitta

6commenti

VENEZIA-PARMA

"Una vittoria meritata sul piano del carattere": il video-commento di Grossi

1commento

calcio

Tommaso Ghirardi torna allo stadio: segue il Brescia con Cellino

L'ex presidente del Parma è tornato al Rigamonti per la prima volta dopo il crac

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

bambini

Giocampus Day: è qui la festa (con Paltrinieri) Foto

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

borgotaro

A casa coi genitori, disoccupati e spacciatori: arrestati due fratelli

1commento

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

4commenti

disperso

Fungaiolo non fa rientro a casa: ricerche da ieri sera tra Bardi e il Piacentino

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

tg parma

Profughi a San Michele Tiorre, in arrivo i primi otto Video

4commenti

fidenza

Ruba sul treno: inseguito e bloccato da un altro straniero

1commento

donne in difficoltà

A Corcagnano la prima casa di accoglienza gestita da una comunità migrante

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

Ancora una forte scossa a Città del Messico: i palazzi oscillano

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, evacuazione di massa

SPORT

Calcio

Del Neri sente traballare la panchina

MOTOMONDIALE

Aragon, impresa del Dottore: Valentino Rossi fa il terzo tempo, pole di Vinales

SOCIETA'

Il disco compie 50 anni

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery