11°

Provincia-Emilia

Sasso: il Museo della Resistenza chiuso al pubblico e "abbandonato"

Sasso: il Museo della Resistenza chiuso al pubblico e "abbandonato"
Ricevi gratis le news
1

Elio Grossi


La nuova sede del Museo storico della Resistenza di Sasso di Neviano sembra abbandonata. E' sparito anche il foglietto, che era attaccato al vetro della porta d'ingresso, con il numero telefonico da chiamare per avere informazioni sugli orari di visita. I turisti, che arrivano al museo, si trovano così spaesati. All'esterno dell'edificio sta cadendo a pezzi la targa con la scritta «07.44», che ricorda la data del rastrellamento nazifascista.
Per alcuni anni la raccolta storica e documentale, con una nuova classificazione, dei tragici avvenimenti del rastrellamento del 1 e 2 luglio '44, era aperta il pomeriggio della prima domenica di ogni mese, con una guida gratuita.
Poi il servizio è stato sospeso e sostituito con un foglietto appiccicato al vetro della porta d'ingresso, che in seguito si è accartocciato, con la scritta: «Per informazioni tel. 0521.843110». Il numero telefonico corrisponde al centralino del Comune di Neviano, a dieci chilometri di distanza. Ma gli uffici comunali sono chiusi proprio il sabato pomeriggio e tutta la domenica.
La gente di Sasso, dove ci sono anche due luoghi di ristoro e alcuni posti letto, si chiede «che cosa deve fare o pensare il visitatore che neppure si sente rispondere, se chiama nei giorni del weekend?».
In questi ultimi tempi lo stato di conservazione, almeno esterno, del Museo storico della Resistenza è andato deteriorandosi sempre di più. E’ stato tolto anche il  biglietto che riportava il numero del centralino del Comune. Non c'è più nessuna indicazione che dia informazioni al visitatore come meriterebbe un tale patrimonio, prima di tutto affettivo e poi materiale perché fatto con denaro pubblico. Ma c'è di più. La struttura metallica che si trova davanti all’ingresso si sta «sciogliendo» nella ruggine che ha macchiato persino le lastre antisdrucciolevoli, pure di ferro, che si trovano sotto questa struttura obliqua. E ancora: la targa vistosa, che si trova sulla stessa, con la scritta «07.44», per indicare che la raccolta museale contenuta si riferisce a quel rastrellamento nazifascista dei primi giorni del luglio '44, sta cadendo a pezzi. Ne rimane, forse, solo la metà.
Il Museo storico della Resistenza era sorto a Sasso per la forte volontà di Luigi Castignola («Dinamite»), partigiano piacentino, in seguito divenuto tecnico forestale a Neviano. La prima sede fu nell’abitazione del dottor Salvatore Maneschi. Si tratta di un'importante raccolta e esposizione di armi, munizioni, abiti, foto, documenti e di un prezioso audiovisivo con testimonianze orali di persone che vissero quei giorni. Il museo fu inaugurato il 25 aprile 2005 dal presidente della Regione Errani. Lo stesso  museo, sia nella vecchia che nella nuova sede, è sempre stato il luogo, il 25 aprile di ogni anno, della celebrazione istituzionale, da parte dell’Amministrazione comunale, della festa della Liberazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Emilio Rossi

    13 Gennaio @ 21.23

    Assolutamente bisogna curarlo e riaprirlo! E' una testimonianza imprescindibile.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva Francesca Brambilla stasera alla discoteca Primo Piano

L'INTERVISTA

Arriva Francesca Brambilla stasera alla discoteca Primo Piano Fotogallery

Gianni Morandi "D'amore d'autore" il nuovo album di inediti  in uscita venerdì 17 novembre

MUSICA

Gianni Morandi, nuovo album e nuovo tour Videointervista

È morto Lil Peep, giovane promessa del rap Usa: forse un’overdose

musica

È morto Lil Peep, giovane promessa del rap Usa: forse un’overdose

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

TRIBUNALE

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

Scuola

Il Romagnosi sarà anche linguistico

FECCI A ROMA

Delrio: «La tangenziale di Noceto si farà»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SALSO

Si fingono i vicini di casa: anziana derubata

Ponte chiuso

Casalmaggiore chiede lo stato d'emergenza

Intervista

Il «Re Leone»: nello sport non contiamo più nulla

ECONOMIA

Lanzi, via al collegamento tra l'interporto e la Norvegia

Lutto

E' morta Liliana, la maestra di Lagrimone

tg parma

Renzi alla Galloni di Langhirano: "Esempio per l'Italia" Video

FRONERI

I sindacati vedono Renzi. L'azienda ribadisce la chiusura, "Soluzioni attive per i lavoratori"

Il segretario: "Salvaguardare le nostre migliori capacità produttive"

Mafia

Morto all'ospedale di Parma Totò Riina

Il boss era detenuto da anni nel carcere di via Burla

10commenti

IL CASO

Ricorso accolto, non paga la Tari

3commenti

carabinieri

Sotto sequestro il campeggio di Berceto

2commenti

Tg Parma

Sicurezza, decoro urbano, disabilità e inclusione: i quattro delegati

2commenti

FONTEVIVO

Sabato i funerali di Mattia Carra

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

WEEKEND

La top 5 del fine settimana

ITALIA/MONDO

ULTIMA ORA

Allarme bomba a Milano, trovata granata

La lettera

La moglie di Brizzi: "Barricata in casa con mia figlia: è un tribunale mediatico"

2commenti

SPORT

rugby

Roselli: "Il rugby italiano sta facendo bene, occorre tempo" Video

Rugby

Parisse sogna un'altra impresa

SOCIETA'

A macchia d'olio

Violenze, accuse (anche) a Stallone. Lui: "Falso e ridicolo"

MILANO

Berlusconi, stop al mensile da 1,4 milioni a Veronica. Lei dovrà anche restituire 60 milioni

1commento

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto