10°

24°

Provincia-Emilia

La vita blindata di un cronista di provincia

La vita blindata di un cronista di provincia
Ricevi gratis le news
2

Giovanni Tizian non è di quelli che misurano il lavoro in miglia aree o in stipendio: ha sempre preso quattro euro lordi a pezzo, venti o trenta per una pagina intera; le inchieste pesanti le ha fatte appena fuori dal portone di casa. Calabrese, 29 anni, varie collaborazioni giornalistiche, locali e online. Vive a Modena da quando la ‘ndrangheta gli ha ammazzato il padre, bancario alla Monte Paschi. Era il 1989. Nel 1993 la mamma pensò che Bovalino, ottomila anime sulla costa ionica, non fosse più un nido sereno per questo ragazzino di dieci anni. Si trova catapultato nella ricca Emilia, rossa ormai solo per tradizione: domina il colore dei soldi. Si accorge che anche lì, dopo gli Appennini, ben più di qualche «centone» è sporco. Studia sociologia, si specializza in criminologia, e comincia a scrivere di criminalità organizzata sopra Bologna. Come può. Da cronista precario. «Abusivo», dice lui, citando il Carlo Siani del film «Fortapàsc». Una settimana fa la prefettura di Modena ha ritenuto necessario affidargli una scorta. L’intervista avviene in una stanza della libreria Feltrinelli di Modena, le uscite protette dal servizio d’ordine, e una pantera della Polizia di Stato in strada.

Il suo lavoro in Emilia tocca anche Parma?
«Modena è sempre stata di Cosa Nostra, Reggio della ‘ndrangheta. Parma è contesa. Ci sono entrambi. Nel 2007 la cosca Emanuello ha provato a candidare tre suoi uomini alle amministrative, nelle file dell’Udeur, per fortuna non eletti. Nella vicenda Stu Stazione, un’azione interdittiva antimafia ha bloccato due aziende subappaltatrici, la Acropoli srl e la Edil Perna srl di Poviglio».

(Una pagina a firma Stefano Rotta sulla Gazzetta di Parma in edicola)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • patrick

    18 Gennaio @ 13.37

    La stampa si accorge della presenza della mafia da noi solo quando ci sono fatti eclatanti che magari coinvolgono un "collega". Eppure già nel lontanissimo 1993 il comandante della polizia ferroviaria di Salsomaggiore mi spiegava che a Salso tutti sapevano della presenza della criminalità organizzata nel territorio e tutti ne avevano paura. Tutti tranne i soliti amministratori e prefetti alla Scarpis (fortuna che se n'è andato !) che hanno interesse a minimizzare. Idem a Parma. Ed è davvero strano - come conferma l'articolo di Lirio Abbate sull'Espresso, che riporta le dichiarazioni del procuratore capo di Bologna Roberto Alfonso- che le indagini sul fenomeno mafioso siano più difficili in Emilia che a Palermo , Napoli o Reggio Calabria perché "qui è più difficile distinguere il buono dal cattivo, perché si intrecciano". L'Emilia Romagna è rimasta indietro rispetto alla Sicilia dove gli imprenditori che si ribellano vengono sostenuti dalla società civile, dalle associazioni di categoria, dalla Federazione antiracket e da Confindustria, ed anche dalla Campania, dove un'intera cittadina, Pompei, s'è ribellata con successo al pizzo. E se il voto alle primarie e poi a sindaco a La Pietra di "Libera" possa aiutare a migliorare una situazione tanto pesante ?

    Rispondi

  • giovanna

    17 Gennaio @ 23.36

    Questi sono gli eroi di oggi, soli, spaventati e che offrono la loro voce per il bene di tutti. GRAZIE, anche se non basta!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricoverato Sobral, vincitore Eurovision 2017

Eurovision 2017

Salvador Sobral ricoverato in gravi condizioni

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

L'evento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Ristorante Bagno Gelosia

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Lealtrenotizie

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

PROCESSO

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

11commenti

ROCCABIANCA

Ponte sul Po, prima i disagi ora gli incidenti

Università

Mercoledì 27 si vota per il nuovo rettore: dove e come

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

FRODE

Wally Bonvicini parla e si difende

1commento

TORRECHIARA

Il mistero della settima porta

gazzareporter

Rifiuti "in bella mostra": la segnalazione dalla zona ospedale

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

4commenti

in serata

Rapina con coltello nella farmacia di via Trieste: due ladri in fuga

4commenti

Ritratto

I They, la famiglia del volley

anteprima gazzetta

Caso Villa Alba: nuovi sospetti

FORNOVO

Bertoli, il chimico che sapeva tutto sul petrolio

Anticipi/posticipi

Parma-Avellino domenica 29 ottobre Il calendario fino alla 13a

2commenti

I prossimi avversari

Non solo ottimismo in laguna: "Parma, nuova rivalità"

2commenti

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

6commenti

ITALIA/MONDO

PORDENONE

A fuoco l'industria Roncadin, colosso mondiale pizze

femminicidio

Noemi prima picchiata, poi accoltellata

SPORT

Aragon

Vale "idoneo", sarà in pista. L'arrivo in stampelle Video

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

famiglia

I nuovi padri: se ne parla al Wopa

fotografia

Gazzareporter "Vacanze": vince un romantico paesaggio

MOTORI

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte