-2°

Provincia-Emilia

Il nonno di Santorum era un Dughi di Montarsiccio

Il nonno di Santorum era un Dughi di Montarsiccio
1

 Stefano Rotta

Nei bar, infiniti da queste parti, ci si divide fra Peppone Obama e don Camillo Santorum.
Complice un articolo di «Panorama», però, non si parla che di una parentela fra il senatore Repubblicano e la famiglia locale dei Dughi. Lunga storia. Ci son dentro emigrazione, intrecci familiari, vecchi accordi nobiliari, politica e media.  Mix fantastico perché ognuno, caffè o bianchino, dica la propria sulle origini del candidato dei moderati yankee. 
In un tempo ormai remoto, partì da una casa tutta sassi un uomo chiamato Adamo Dughi. Così all’anagrafe: per gli altri montanari, semplicemente, «U Damu». Dughi in comune, «Cacin» per gli altri all’osteria.  Erano i primi del Novecento, quando si sognava «La «Merica» e si partiva con i battelli a vapore. 
Oltre oceano,  quell’uomo, nipote di un tale Lazzaro di Ca’ del Boso, conquistò l’amore di una donna irlandese, Mayme Keane. Ebbero una figlia, Catherine, la quale a sua volte convogliò a nozze con un emigrante, Aldo Santorum da Riva del Garda. Dall'unione è nato il figlioletto Rick, futuro senatore degli States. 
Nei primi anni Ottanta, Santorum jr venne in visita nel Belpaese. Andò a Firenze, di lì si diresse per la notte a Montarsiccio, Appennino parmense (anche se, geograficamente, ligure). Venne ospitato dai Dughi, non però il ceppo materno «Cacìn», bensì, come racconta la memoria storica Elda Botti Lusardi, «furono i «don Rocco», abitanti le case Pagani, a dargli ospitalità per una notte».  
Lei, maestra, rampolla dei Lusardi, storica famiglia della Valtaro, ricorda bene questo ventenne in valle. Anche se ci stette, appunto, solo un giorno. Adesso ha 88 anni. Dice: «Se perde, lo consolo io: funghi del monte Penna e dell’Orocco, spinaroli e prugnoli, trote del torrente Gelana...». Vien da chiedersi, di fronte a questo introvabile pasto, se al senatore convenga vincere.
Italo Dughi abita con la moglie a Bedonia. Come tutti, ha una copia di «Panorama»,  sul tavolo del salotto. Racconta della gara per accaparrarsi il settimanale. 
Al piano di sotto vive Lazzaro Dughi, omonimo dell’avo da cui cominciò  tutto, in una casa dispersa nel silenzio del castagneti. Su a Ca' del Boso, “frazione di una frazione”,  tira vento del mare se va bene, se no ghiaccio e buio. Il manufatto – splendido – si presenta oggi in condizioni di degrado. Addirittura davanti è stata costruita, in mattoni non intonacati, una specie di stanza mai finita. In giro c’è spazzatura. 
Quella casa, si parla sempre di tanti anni fa, passò dai Dughi ai Ratti per un atto di generosità: «Mio nonno Agostino – racconta la quasi novantenne Elda Botti – era un carbonaio, si ferì e si sentì morire all’idea di doversi trasferire. Per lui sarebbe stato come morire.  Dall’America, Caterina Ratti comprò la casa dei Cacin, e lui spirò contento nel suo paese». 
Delfina Minoli, maestra pure lei, è nata nel 1928 e la Montarsiccio di una volta se la ricorda bene. «Me li ricordo, da bimba, i Cacin», dice. Poi c’è Giuseppe Dughi, che negli anni Sessanta, prima di chiudersi in ospizio, regalò la casa al Comune perché ci facesse un scuola. Anche Ugo Ruggeri di Montarsiccio, che adesso vive a La Spezia, incontrò Rick Santorum, in quegli anni. Chissà quanti altri, senza saperlo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • annamaria

    21 Gennaio @ 09.10

    diventare famosi per un paio di calzini...è dura , del nonno poi

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

8commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

11commenti

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

14commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Parmense

Breve blackout a Salsomaggiore

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017