15°

29°

Provincia-Emilia

Commercio, tira aria di crisi. I negozi continuano a chiudere

Ricevi gratis le news
0

Con la fine dell’anno si sono abbassate definitivamente le serrande di diversi negozi e attività fornovesi. Forse la crisi, almeno per alcuni casi, ma anche il raggiungimento dell’età pensionabile o il trasferimento in località vicine, le principali cause delle chiusure di negozi di generi diversi, alcune già ufficializzate, altre in stand by, sia nel capoluogo che nelle frazioni: due ad esempio le attività commerciali serrate a Riccò ed una a Piantonia.
Al di là delle chiusure, che possono essere un segnale, anche se non certo, della flessione generale del settore rilevata in più occasioni a livello provinciale da Ascom, i dati delle vendite 2011, per la maggior parte dei negozianti, non sono confortanti.
Secondo gli addetti, il Natale 2011 ha registrato una evidente riduzione delle vendite, anche se  l’andamento non è stato uguale per tutti i settori. Per alcuni, al contrario, dicembre è stato un periodo ricco rispetto ai mesi autunnali, più critici. «Non è venuta meno la clientela - spiegano alcuni - ma si è drasticamente ridotto il fatturato. Questo significa che le famiglie in generale hanno speso meno: la frase più consueta nel periodo natalizio era infatti “solo un pensierino, non oltre questa cifra”, indicando il limite di spesa».  caduta su oggetti poco costosi o per le cose utili, che sarebbero comunque servite.
Generalizzare è sempre difficile. Anche per le prime settimane di saldi. Per alcuni negozi gli sconti funzionano; per altri meno. Forse l’attesa della “batosta” di rincari e tasse da parte delle famiglie non favorisce l’acquisto di capi e oggetti in saldo. «Si aspetta, si fa con ciò che si ha, si rimanda: è un po' questo l’atteggiamento generale della popolazione»  dicono alcuni commercianti.
Secondo i pareri raccolti non sono   l’attuale situazione economica o la manovra del governo la causa. Già da mesi gli acquisti si erano ridotti. La concorrenza dei grandi centri commerciali che possono offrire prezzi più favorevoli e una grande varietà di scelta si fa sentire da tempo. Ed anche la nuova proposta di aperture domenicali lanciata dal governo favorirà i “grandi” a favori dei piccoli negozi di paese, gestiti in gran parte da uno o massimo due addetti. La ricetta potrebbe essere quella di un cambiamento di costume, di abitudini.
«Dovremmo fare tutti un passo indietro - dicono alcuni commercianti - e “accontentarci”». Rivalutare quindi il rapporto di fiducia e fedeltà con i negozianti del paese, sapendo di non poter trovare tutta la varietà che si trova fuori, per mantenere il paese vitale.
A confermarlo è anche la responsabile di zona di Ascom, Susanna Zucchi: «Certamente quello passato non è stato un buon anno - afferma - e tutti insieme dobbiamo trovare nuove strategie, per tenere il passo con le esigenze delle persone e fidelizzare la clientela garantendo quei servizi che solo i negozi di vicinato possono offrire. A questo obiettivo mirano anche le iniziative messe in campo dal Centro commerciale naturale come quella dei buoni sconto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti