11°

17°

Provincia-Emilia

Colorno - La maggioranza si spacca sulla questione dei rifiuti

Colorno - La maggioranza si spacca sulla questione dei rifiuti
Ricevi gratis le news
0

Cristian Calestani

COLORNO - Sel-Mps ha mostrato i muscoli. Il gruppo del vicesindaco Mirko Reggiani non ha mollato sulla questione rifiuti e ha messo in evidenza una netta spaccatura in maggioranza portando a casa l’approvazione di una risoluzione relativa a una proposta di progetto di legge regionale grazie al voto dei gruppi di minoranza «Impegnati-Uniti per Colorno» e Lega Nord. Il resto della maggioranza, con in più il voto del Pdl, si è compattato a fatica sull’astensione dopo uno stop di una ventina di minuti del consiglio chiesto dal sindaco Michela Canova per confrontarsi in separata sede con i capigruppo di maggioranza. Al rientro in aula la prima cittadina ha inizialmente annunciato un voto favorevole della maggioranza alla proposta di Reggiani e dei consiglieri Marco Pezziga e Alessandro Niero, ma subito dopo dinnanzi a diversi distinguo la sindaco ha fatto pubblicamente marcia indietro virando sull’astensione e dicendo di aver frainteso le precedenti indicazioni dei capigruppo. Doveva essere il giorno del compatto no colornese alle biomasse, puntualmente arrivato, ma l’ultimo consiglio comunale ha invece messo in evidenza una netta spaccatura nella maggioranza. Il tema indigesto la risoluzione presentata il 9 dicembre scorso dal gruppo Sel-Mps per «sostenere la proposta di legge regionale di iniziativa popolare, già depositata in Regione, che mira a disincentivare la produzione di rifiuto residuo allo scopo di esaurire il ricorso alle discariche e agli inceneritori, favorendo l’avvio al recupero, al riuso, al riciclaggio e al conseguente risparmio di energia». Sel-Mps ha subito incassato l’approvazione degli «Impegnati-Uniti» e della Lega Nord. «Noto con piacere che tra i richiami della risoluzione c’è anche un odg presentato dal nostro gruppo - ha rilevato Filippo Allodi degli “Impegnati” - sarebbe una contraddizione con le linee guida seguite sino ad ora votare contro». «Non si può che condividere lo scopo di questa proposta - ha invece detto Cesare Conti della Lega - anche se contrasta con quello che sta accadendo a Parma con la costruzione dell’inceneritore. Non ci si può proclamare per i rifiuti zero e poi essere a favore del termovalorizzatore: se Sel propone qualcosa dovrebbe andare sino in fondo». Gli scricchiolii sono arrivati con le prime dichiarazioni degli altri componenti della maggioranza. «Lo scopo della proposta è condivisibile - il pensiero del socialista Roberto Gelati -, ma occorre anche essere pragmatici e rendersi conto che non si può buttare via quanto fatto sinora sul progetto dell’inceneritore considerando che nella nostra provincia non ci sono discariche e che la differenziata è ancora a livelli insufficienti». «Andremmo ad approvare una legge - ha invece detto Claudio Ferrari del Pd - che assomiglia tanto ad un referendum in cui non si raggiunge il quorum dato che il tutto dovrebbe poi essere esaminato dall’assemblea regionale». Poi la sospensione del consiglio per una ventina di minuti. Al rientro, pur esprimendo «rammarico per la scelta del vicesindaco di buttare in politica l’argomento rifiuti», la Canova ha annunciato un presunto voto favorevole della maggioranza. Poi le dichiarazioni di astensione dell’assessore Vito Guazzi e dei consiglieri Valerio Manfrini e Gianni Azzolini hanno fatto cambiare idea alla sindaco.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

9commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" della Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va