10°

Provincia-Emilia

Salso - Comune, cartellini non timbrati? Blitz della Finanza

Salso - Comune, cartellini non timbrati? Blitz della Finanza
1

 «Non ho avuto nessuna notifica e nessun avviso di garanzia. Ho appreso la notizia del blitz della Finanza dai blog e dai giornali e mi riservo di rivalermi nelle sedi opportune su chi ha voluto farmi del male».

Così Mariella Cantarelli, già presidente del Consiglio comunale nella giunta del sindaco Grolli e attuale dirigente del Settore Cultura, Turismo e Attività produttive, ha commentato la notizia sul blitz in Comune da parte della Guardia di Finanza, scattato dopo l’esposto in procura contro la stessa dirigente. Nel documento si denunciava che la Cantarelli, per tre anni, si sarebbe autocertificata a mano l’orario di lavoro, nonostante fosse tenuta a timbrare il badge.
Nell'esposto inviato nel giugno 2011 alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti si parla di orari di ingresso e di uscita scritti a penna bypassando il sistema informatico, ipotizzando  « un danno erariale nei confronti dell’ente». 
Così recita l’atto di denuncia, corredato dalle timbrature «a mano» del cartellino incriminato. A seguito di questo esposto è scattato  il blitz della Guardia di Finanza che martedì scorso si è presentata a palazzo, per raccogliere la documentazione.
Le fiamme gialle sono rimaste negli uffici di via Pascoli per tre  ore e dopo avere visitato l’ufficio del Personale, hanno incontrato il sindaco Giovanni Carancini, il quale ha assicurato la «piena disponibilità  del Comune al corretto svolgimento delle indagini affinchè si faccia chiarezza».
Lo stesso Carancini ha aggiunto che, proprio nei giorni scorsi, aveva sollecitato i dipendenti comunali ad un corretto uso del badge per favorire il controllo del funzionamento della macchina comunale.
L'istituzione della «regola del timbro»  per i dirigenti non è stata disposta  da questa amministrazione, ma dalla giunta Tedeschi. Nell'esposto    viene evidenziato come, il 24 ottobre 2007, il sindaco allora in carica, Massimo Tedeschi , avesse imposto il badge ai dirigenti. Una novità non proprio bene accetta, visto che per loro vige il cosiddetto principio di «autodeterminazione del tempo di lavoro», che non prevede l’obbligo di timbrare. 
Nell'esposto   si dice   che la dirigente «non solo non timbrava mai il cartellino, ma tendeva a riportare manualmente orari standard, sempre uguali ogni giorno».  Nel 2011, dopo l'introduzione   dei buoni pasto,   la dirigente, sempre secondo l'esposto,  pare facesse in modo di far comparire sui suoi cartellini  la pausa pranzo, per poter usufruire dell'indennità.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mirko

    30 Gennaio @ 10.53

    lo timbro io che ho un'ora di macchina per recarmi al lavoro.... lo devi timbrare anche tu cara/o impiegato comunale! buoni pasto per quale motivo mica fanno trasferte o sbaglio? perchè non mettere anche un pernottamento con prima colazione, tanto i posti liberi ci sono nei ns. alberghi!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Josè Carrerascompie 70 anni

IL GRANDE TENORE

Josè Carreras compie 70 anni

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

Questa sera dalle 23 sul sito exit poll, spoglio e proiezioni

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

5commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

2commenti

gran bretagna

Gli automobilisti killer al telefonino rischieranno l'ergastolo

WEEKEND

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

Calciomercato

Cinque curiosità su Roberto D'Aversa

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SOCIETA'

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

9commenti