Provincia-Emilia

Le pale eoliche sul Santa Donna

Le pale eoliche sul Santa Donna
Ricevi gratis le news
3

Franco Brugnoli

L’amministrazione comunale di Borgotaro, guidata dal sindaco Diego Rossi, come aveva previsto in sede di programma elettorale, intende ora lavorare anche per approfondire tutte le opportunità che possano arrivare dalla produzione di energia da fonti rinnovabili: partendo dal vento, passando dal solare, per arrivare alla risorsa acqua. 
In particolare, va segnalato che è stato depositato in Regione Emilia Romagna, un progetto per la realizzazione di un «parco eolico», composto da tre pale, da posizionarsi in prossimità del «Passo Santa Donna». 
Quest’area è stata individuata da tempo nel piano energetico provinciale, come idonea ed avente le caratteristiche per ospitare impianti di questo tipo.
 «Valutiamo con positiva attenzione questo progetto - ha detto il sindaco di Borgotaro Diego Rossi - Nella nostra visione, l’«economia verde» è una prospettiva importante. Innanzitutto, in quanto attraverso impianti come questo possiamo contribuire a ridurre le emissioni inquinanti;  e dall’altro, perchè pensiamo che investimenti, pubblici e privati, nel settore delle energie rinnovabili, possano contribuire a rafforzare l’economia della valle, attraendo investimenti ed opportunità». 
Nelle prossime settimane, la Regione Emilia Romagna avvierà l’iter amministrativo, per l’analisi del progetto «Parco Eolico del Santa Donna», attraverso la procedura di valutazione di impatto ambientale, che vedrà coinvolti nelle cosiddette «Conferenze dei Servizi», tutti i soggetti interessati, i quali potranno  e dovranno esprimersi in merito. 
«Il Comune di Borgotaro – ha proseguito il sindaco Rossi -  si esprimerà positivamente su questo progetto. Riteniamo che questa localizzazione abbia tutti i crismi per poter  ospitare pale eoliche e che, da qui, possa partire la strada sul fronte delle energie alternative. Stiamo infatti lavorando anche sul tema delle coperture fotovoltaiche su proprietà comunali e su quello della produzione di energia dall’idroelettrico, utilizzando la condotta comunale che scende dalle prese di Nola al capoluogo: crediamo nell’«energia verde» e vogliamo favorire gli investimenti su di essa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Massimo

    25 Aprile @ 20.56

    preferirei,alla mattina,svegliarmi con le pale eoliche,piuttosto che con la faccia di chi le vieta

    Rispondi

  • mjolnir

    05 Marzo @ 16.44

    Tutti ecologisti, ma a lontano da casa propria. No alle biomasse, no alle pale eoliche, no al fotovoltaico, no all'atomico, no all'idroelettrico. Iniziate a fare scorta di candele, perchè nel resto del mondo dove non sono così retrogradi, se ne fregano del paesaggio, e si preoccupano della salute.

    Rispondi

  • pattrizia 71

    08 Febbraio @ 18.54

    sicuramente una decisione parecchio invasiva per le nostre montagne. Spero, mi auguro che gli amministratori abbiano ponderato bene la scelta fino in fondo. Mi auguro abbiano già accertato, metaforicamente prlando, che siano fiori che fioriranno e non cachi che......perchè i nostri monti non si toccano

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS