19°

Provincia-Emilia

Condannati a 16 anni i vertici di Eternit. Ma Rubiera resta fuori

Condannati a 16 anni i vertici di Eternit. Ma Rubiera resta fuori
3

Il tribunale di Torino ha condannato a 16 anni di carcere il miliardario svizzero Stephan Schmidheiny e il barone belga Louis De Cartier a conclusione del processo Eternit, ritenendoli colpevoli di disastro doloso per le condizioni degli stabilimenti di Cavagnolo (Torino) e Casale Monferrato (Alessandria).
Per gli stabilimenti di Rubiera (Reggio Emilia) e Bagnoli (Napoli) invece i giudici hanno dichiarato di non doversi procedere perché il reato è prescritto.
Risarcimenti milionari a favore delle parti civili: al comune di Casale Monferrato (25 milioni), Regione Piemonte (20 mln), Inail (15 mln), comune di Cavagnolo (4 mln). Alle centinaia di familiari viene riconosciuto un risarcimento medio di 30mila euro ciascuno.

Un lunghissimo elenco di circa 6.400 parti civili viene letto dal Presidente del Tribunale di Torino, Giuseppe Casalbore, nell’aula nella quale è stata emessa la sentenza del processo Eternit. La lettura sta impegnando Casalbore da oltre due ore; il pubblico ascolta in silenzio in piedi e ciascuno nome è associato a una persona deceduta o ammalata a causa dell’amianto.

I COMMENTI ALLA SENTENZA. Per il ministro della Salute, Renato Balduzzi, quella sulla Eternit «è una sentenza storica».

«Rende giustizia alle famiglie» è il commento di Bruno Pesce, presidente della Aneva, l'associazione che riunisce i familiari delle vittime dell’amianto, alla sentenza emessa dal tribunale di Torino contro i vertici dell’Eternit. «I 16 anni inflitti agli imputati - ha aggiunto Pesce - dimostrano che nell’accaduto vi furono consapevolezza e dolo. Purtroppo - ha concluso Pesce - il disastro che hanno provocato è ancora in corso».

«Quello che conta è la parola colpevoli, poi avremo il tempo per capire bene il valore di questi risarcimenti ai singoli e ai vari enti»: lo ha detto Assunta Prato, casalese, vedova da 15 anni di Paolo Ferraris, ex assessore regionale morto per mesotelioma. Quando il presidente del Tribunale, Giuseppe Casalbore ha letto il nome dei suoi tre figli orfani, Assunta, che è uno dei membri più attivi della Afeva, tra le principali associazioni di familari delle vittime d’amianto, si è commossa. «Questo è un primo passo verso la giustizia - ha detto - Paolo ne sarebbe felice, ma ancora lunga è la strada, se si pensa che il picco di morti per amianto, a Casale sarà tra una decina d’anni». Per parlare del rischio amianto ai bambini Assunta Prato ha scritto un libro a fumetti «Eternit, dissolvenza in bianco» (Ediesse).

LEGAMBIENTE: "IL CASO ITALIANO SIA DI ESEMPIO NEL MONDO".  Una sentenza «esemplare che restituisce giustizia a migliaia di persone e famiglie che hanno sopportato e sopportano ancora un vero calvario. Ci sono voluti più di trent'anni di lotta per affermare che l’amianto uccide e finalmente, da oggi, questo non potrà più essere messo in dubbio. Il caso italiano sia ora d’esempio e faccia giurisprudenza nel mondo, soprattutto nei Paesi dove l’amianto continua ad essere estratto e lavorato e continua silenziosamente a mietere vittime».  Così il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza, commenta la sentenza del processo Eternit emessa oggi a Torino che condanna il manager dell’industria Schmidheiny e il barone De Cartier a 16 anni di reclusione per disastro doloso e omissione di cautele. Anche Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, costituitasi parte civile al processo e presente alla lettura della sentenza esprime soddisfazione per il verdetto di primo grado.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lingotto

    14 Febbraio @ 13.10

    si dovranno purtroppo accontentare della parola "colpevoli"...il processo d'appello durerà 45 anni, poi il passaggio in cassazione: questi individui saranno già tutti morti senza un giorno di carcere...saranno molto preoccupati immagino

    Rispondi

  • Francesco

    14 Febbraio @ 09.53

    GLI AVVOCATI DIFENSORI DI "ETERNIT" HANNO DICHIARATO CHE LA SENTENZA "FRENERA' GLI INVESTIMENTI ESTERI IN ITALIA". Ora, io capisco che gli avvocati debbano fare il loro mestiere , ma credo che un minimo di dignità dovrebbero cercare di conservarla.

    Rispondi

  • Carolus

    13 Febbraio @ 16.18

    Perfetta l'immagine della civilissima Svizzera che emerge dalla sentenza. Prima ci hanno inquinato con la diossina -ICMESA, adesso con l'amianto . ETERNIT, solo per ricordarci che gli svizzeri non vogliono inquinamenti in casa loro, ma solo in casa d'altri ! E c'è gente che li addita ad esempio di civiltà e di correttezza.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

4commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi: "Pochi in giro per paura di ritorsioni"

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano