Provincia-Emilia

Nave Costa: individuati 8 corpi a bordo della Concordia. C'è anche la piccola Dayana

Nave Costa: individuati 8 corpi a bordo della Concordia. C'è anche la piccola Dayana
Ricevi gratis le news
4

I vigili del fuoco hanno individuato quattro corpi nella parte sommersa della nave Concordia naufragata davanti all’Isola del Giglio. Altri quattro sono stati trovati poco distante. Sono quindi 8 i cadaveri individuati dai soccorritori.
I corpi, rende noto la struttura del commissario per l’emergenza, sono stati individuati all’interno del Ponte 4 della nave dove oggi erano iniziate le attività di ricerca in seguito ad uno screening fatto nei giorni scorsi attraverso le testimonianze dei sopravvissuti che avevano indicato i punti dove si sarebbero potuti trovare l’ultima volta che erano stati visti alcuni dei dispersi. Le operazioni di recupero saranno lunghe a cause delle difficili condizioni per operare.

TRA CORPI INDIVIDUATI C'E' QUELLO DI DAYANA
Tra i corpi individuati sul ponte 4 della Costa Concordia c'è anche quello di Dayana Arlotti, 5 anni, di Rimini. La piccola si trovava in crociera con il padre. Lo riferiscono fonti vicine ai soccorritori.
 
IL LEGALE DELLA MAMMA DI DAYANA: "PARTIAMO IMMEDIATAMENTE"
 «Ho già sentito la mamma di Dayana e ci siamo limitati ad organizzare frettolosamente la partenza per l’isola del Giglio o per Grosseto. Andiamo immediatamente». Lo ha detto al Tgr Rai l’avvocato Davide Veschi, che assiste la mamma di Dayana, Susy Albertini.
«Al telefono – ha aggiunto – ci siamo detti soltanto 'Partiamo', perchè c'è stato questo ritrovamento. Di altro non abbiamo parlato, è stata una telefonata velocissima».
 
DAYANA AVEVA RIDATO VITA AL PADRE. LA NASCITA DELLA FIGLIA LO AVEVA SPINTO A CURARSI DAL DIABETE A PARMA.
La sua bimba, Dayana, gli aveva ridato la gioia di vivere. La voglia di rialzarsi e di lottare: di rinascere dopo avere abbassato la guardia di fronte alla malattia. Il desiderio – superato un doppio trapianto e una lunga convalescenza – di assaporare la quotidianità, infranto dallo scontro della Costa Concordia sul granito dell’isola del Giglio. In quella crociera nel Mediterraneo che, per Williams Arlotti, riminese di 36 anni, doveva essere un momento denso di felicità insieme alla sua piccola e alla compagna, Michela Maroncelli: l’ennesimo gradino di una risalita difficile.
«Williams aveva scoperto di avere il diabete molto giovane - aveva raccontato la cugina, Sabrina Ottaviani – Non aveva accettato la malattia e non si era mai curato» seriamente, fino che «non aveva incontrato questa ragazza», Susy Albertini, ex moglie e madre di Dayana, «e aveva avuto una figlia. La bimba gli aveva cambiato la vita, gli aveva ridato la voglia di vivere». Dopo la nascita della piccola, l’uomo si era curato e viste le condizioni di salute «aveva chiesto il trapianto. Due organi», rene e pancreas, che gli sono stati donati da «uno sportivo. "E' come se avessi il motore di una Ferrari - scherzava Arlotti – in una 500".
«Aveva trascorso poi molti mesi in ospedale a Parma». Ora «aveva deciso di godersi un pò la vita. Aveva appena messo su casa con Michela, la nuova compagna», sopravvissuta al naufragio nelle acque del Giglio, «e viaggiavano spesso: pensava di godersi la nuova vita».

SETTE NUOVI INDAGATI. FRA LORO, IL VICEPRESIDENTE DELLA COMPAGNIA URSPRUNGER. Altre 7 persone sono indagate dalla procura di Grosseto per il naufragio della nave Costa Concordia. La polizia giudiziaria sta notificando gli avvisi di garanzia. I nuovi indagati si aggiungono al comandante Francesco Schettino e al suo vice in plancia Ciro Ambrosio. Per 4 ufficiali e 3 dipendenti della Costa Crociere i reati contestati sono omicidio colposo, naufragio e omessa comunicazione alle autorità marittime.
Costa Crociere esprime «fiducia e solidarietà» ai sette nuovi indagati nell’inchiesta per il naufragio della Costa concordia. E in una nota si dice certa della «competenza professionale e correttezza etica» di chi ha operato «nelle ore successive a questo gravissimo incidente con la più elevata professionalità e abnegazione». La compagnia, che rinnova la fiducia nella magistratura, si dice inoltre certa che «verrà confermata la professionalità dell’azienda e la capacità delle sue persone».
Tra gli indagati per il naufragio della Costa Concordia c'è il vicepresidente esecutivo della compagnia Manfred Ursprunger, responsabile fleet operation. Gli altri due indagati tra il personale di terra sono, secondo quanto si apprende, Roberto Ferrarini, capo dell’unità di crisi, e Paolo Parodi, fleet superintendent della nave.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    23 Febbraio @ 18.50

    Le opinioni sono libere, ma noi dobbiamo ricordare l'invalicabile limite alla libertà di pensiero, e più in genarele la regola costituzionale e di legge per cui ognuno va considerato innocente fino a sentenza di condanna definitiva. Altrimenti Schettino potrebbe querelarla.

    Rispondi

  • GIALLOBLU'

    23 Febbraio @ 16.55

    Schettino è stato veramente un criminale, E UN GRAN BASTARDO! non si è neanche degnato di parlare alle famiglie delle vittime chiedendo perdono o almeno dire " Mi dispiace". Cioè, vi rendete conto che dopo tutto il dolore che ha provocato e a tutte le persone, compresa questa povera bambina, a cui ha tolto la vita, lui se ne strafrega? Non ci sono parole per descrivere la brutalità di quest'uomo. Io non sono favorevole alla pena di morte ma a uno come lui la darei senza neanche un minimo di pentimento

    Rispondi

  • cecilia

    22 Febbraio @ 17.41

    non solo a Schettino l'ergastolo......

    Rispondi

  • francesco

    22 Febbraio @ 14.31

    Ergasolo a schettino!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS