21°

Provincia-Emilia

Nave Costa: individuati 8 corpi a bordo della Concordia. C'è anche la piccola Dayana

Nave Costa: individuati 8 corpi a bordo della Concordia. C'è anche la piccola Dayana
4

I vigili del fuoco hanno individuato quattro corpi nella parte sommersa della nave Concordia naufragata davanti all’Isola del Giglio. Altri quattro sono stati trovati poco distante. Sono quindi 8 i cadaveri individuati dai soccorritori.
I corpi, rende noto la struttura del commissario per l’emergenza, sono stati individuati all’interno del Ponte 4 della nave dove oggi erano iniziate le attività di ricerca in seguito ad uno screening fatto nei giorni scorsi attraverso le testimonianze dei sopravvissuti che avevano indicato i punti dove si sarebbero potuti trovare l’ultima volta che erano stati visti alcuni dei dispersi. Le operazioni di recupero saranno lunghe a cause delle difficili condizioni per operare.

TRA CORPI INDIVIDUATI C'E' QUELLO DI DAYANA
Tra i corpi individuati sul ponte 4 della Costa Concordia c'è anche quello di Dayana Arlotti, 5 anni, di Rimini. La piccola si trovava in crociera con il padre. Lo riferiscono fonti vicine ai soccorritori.
 
IL LEGALE DELLA MAMMA DI DAYANA: "PARTIAMO IMMEDIATAMENTE"
 «Ho già sentito la mamma di Dayana e ci siamo limitati ad organizzare frettolosamente la partenza per l’isola del Giglio o per Grosseto. Andiamo immediatamente». Lo ha detto al Tgr Rai l’avvocato Davide Veschi, che assiste la mamma di Dayana, Susy Albertini.
«Al telefono – ha aggiunto – ci siamo detti soltanto 'Partiamo', perchè c'è stato questo ritrovamento. Di altro non abbiamo parlato, è stata una telefonata velocissima».
 
DAYANA AVEVA RIDATO VITA AL PADRE. LA NASCITA DELLA FIGLIA LO AVEVA SPINTO A CURARSI DAL DIABETE A PARMA.
La sua bimba, Dayana, gli aveva ridato la gioia di vivere. La voglia di rialzarsi e di lottare: di rinascere dopo avere abbassato la guardia di fronte alla malattia. Il desiderio – superato un doppio trapianto e una lunga convalescenza – di assaporare la quotidianità, infranto dallo scontro della Costa Concordia sul granito dell’isola del Giglio. In quella crociera nel Mediterraneo che, per Williams Arlotti, riminese di 36 anni, doveva essere un momento denso di felicità insieme alla sua piccola e alla compagna, Michela Maroncelli: l’ennesimo gradino di una risalita difficile.
«Williams aveva scoperto di avere il diabete molto giovane - aveva raccontato la cugina, Sabrina Ottaviani – Non aveva accettato la malattia e non si era mai curato» seriamente, fino che «non aveva incontrato questa ragazza», Susy Albertini, ex moglie e madre di Dayana, «e aveva avuto una figlia. La bimba gli aveva cambiato la vita, gli aveva ridato la voglia di vivere». Dopo la nascita della piccola, l’uomo si era curato e viste le condizioni di salute «aveva chiesto il trapianto. Due organi», rene e pancreas, che gli sono stati donati da «uno sportivo. "E' come se avessi il motore di una Ferrari - scherzava Arlotti – in una 500".
«Aveva trascorso poi molti mesi in ospedale a Parma». Ora «aveva deciso di godersi un pò la vita. Aveva appena messo su casa con Michela, la nuova compagna», sopravvissuta al naufragio nelle acque del Giglio, «e viaggiavano spesso: pensava di godersi la nuova vita».

SETTE NUOVI INDAGATI. FRA LORO, IL VICEPRESIDENTE DELLA COMPAGNIA URSPRUNGER. Altre 7 persone sono indagate dalla procura di Grosseto per il naufragio della nave Costa Concordia. La polizia giudiziaria sta notificando gli avvisi di garanzia. I nuovi indagati si aggiungono al comandante Francesco Schettino e al suo vice in plancia Ciro Ambrosio. Per 4 ufficiali e 3 dipendenti della Costa Crociere i reati contestati sono omicidio colposo, naufragio e omessa comunicazione alle autorità marittime.
Costa Crociere esprime «fiducia e solidarietà» ai sette nuovi indagati nell’inchiesta per il naufragio della Costa concordia. E in una nota si dice certa della «competenza professionale e correttezza etica» di chi ha operato «nelle ore successive a questo gravissimo incidente con la più elevata professionalità e abnegazione». La compagnia, che rinnova la fiducia nella magistratura, si dice inoltre certa che «verrà confermata la professionalità dell’azienda e la capacità delle sue persone».
Tra gli indagati per il naufragio della Costa Concordia c'è il vicepresidente esecutivo della compagnia Manfred Ursprunger, responsabile fleet operation. Gli altri due indagati tra il personale di terra sono, secondo quanto si apprende, Roberto Ferrarini, capo dell’unità di crisi, e Paolo Parodi, fleet superintendent della nave.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    23 Febbraio @ 18.50

    Le opinioni sono libere, ma noi dobbiamo ricordare l'invalicabile limite alla libertà di pensiero, e più in genarele la regola costituzionale e di legge per cui ognuno va considerato innocente fino a sentenza di condanna definitiva. Altrimenti Schettino potrebbe querelarla.

    Rispondi

  • GIALLOBLU'

    23 Febbraio @ 16.55

    Schettino è stato veramente un criminale, E UN GRAN BASTARDO! non si è neanche degnato di parlare alle famiglie delle vittime chiedendo perdono o almeno dire " Mi dispiace". Cioè, vi rendete conto che dopo tutto il dolore che ha provocato e a tutte le persone, compresa questa povera bambina, a cui ha tolto la vita, lui se ne strafrega? Non ci sono parole per descrivere la brutalità di quest'uomo. Io non sono favorevole alla pena di morte ma a uno come lui la darei senza neanche un minimo di pentimento

    Rispondi

  • cecilia

    22 Febbraio @ 17.41

    non solo a Schettino l'ergastolo......

    Rispondi

  • francesco

    22 Febbraio @ 14.31

    Ergasolo a schettino!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

American Airlines

rissa sfiorata

Steward colpisce con un passeggino una donna con il bimbo

1commento

Aktion T4: dal 25 aprile Lenz racconta l'olocausto dei piu' deboli

tg parma

Aktion T4: Lenz racconta l'olocausto dei più deboli Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Camminare in Lunigiana Escursioni per tutte le stagioni

NOSTRE INIZIATIVE

Camminare in Lunigiana Escursioni per tutte le stagioni

Lealtrenotizie

Pedone investito in via Spezia: è grave

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

SORBOLO

Quegli attori anti-truffa che educano i cittadini

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

l'agenda

Una domenica tra feste di primavera, aquiloni e treni storici

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

2commenti

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

Lavori pubblici

Ecco il rinato «Lauro Grossi»

Finto carabiniere

Truffati altri due anziani

Lega Pro

Parma, tre partite per rilanciarsi

EMILIAMBIENTE

Massari: «Piena fiducia nel cda»

cadute

Incidenti in moto a Noceto e Berceto, grave una 46enne di Salso Video

Sanità

Visite «bucate», arrivano le prime multe

5commenti

verso il 25 Aprile

"Bella ciao!": in centinaia a celebrare la Resistenza delle donne Foto

unione parmense

Il wifi copre la Pedemontana

fidenza

Positivo all'alcotest, aggredisce i carabinieri insieme all'amico: arrestati

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Morta a 56 anni Erin Moran, la Joanie di Happy Days

francia nel terrore

Panico a Parigi per un uomo con un coltello

WEEKEND

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

la peppa propone

Ricetta della domenica - Tortino tricolore: uno spuntino patriottico

SPORT

Ciclismo

Michele Scarponi è morto, post toccante della moglie

lega pro

Verso il Sudtirol (lunedì 20.45): Parma in ritiro anticipato. I convocati Video

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"