15°

29°

Provincia-Emilia

A Felino si sta bene: "Ma la piazza andrebbe abbellita"

A Felino si sta bene: "Ma la piazza andrebbe abbellita"
Ricevi gratis le news
0

Alla «voce reclami» si legge «strutture sportive, sicurezza stradale e urbanistica (con particolare riferimento alla piazza)». Nota di merito, invece, ai servizi e a un paese che, nonostante il passare del tempo, si impegna per restare giovane offrendo occasioni di incontro, divertimento e svago. 

I residenti
 E’ questo l’identikit di Felino, tratteggiato dai suoi abitanti che, se interpellati, volentieri raccontano la vita nella bassa Val Baganza. «Mancano la piscina e  strutture sportive come i campetti da basket e pallavolo. Ma  a parte questo c’è tutto - dice la ventenne Veronica Ronchei -. Non mancano nemmeno i locali per i giovani». 
 «E’ vero – le fa eco l’amica 18enne Jessica Schiavon -, Felino è bello perché è un paese piccolo, dove ci conosciamo tutti ed esistono dei punti di ritrovo. Qualche struttura sportiva in più però non farebbe male». Lodovico Bianchi, 83 anni, sposta l’attenzione dallo sport alle strade: «Al Poggio, in via Damenti, c’è un curva stretta e pericolosa. Per non parlare di via Calestano: qui le auto vanno molto forte». «E i velox – aggiunge il 40enne Maurizio Biondi – ci sono una volta ogni tanto». 
Restando in tema di sicurezza Biondi punta il dito anche contro la centralissima piazza Miodini, prendendosela con «l’uscita pericolosa dal parcheggio, dove ci si immette direttamente in una semicurva». 
Da tempo si discute di una riqualificazione della piazza: «Ma da cinquant’anni – conclude il 40enne – è più o meno identica». E proprio sull’estetica del paese si concentra l’intervento di Mara Pinardi, che ha un negozio di agraria in centro: «A Felino si vive bene, è un posto tranquillo e i servizi ci sono, dalle scuole ai trasporti fino alle farmacie. Ma si potrebbe curare di più l’aspetto urbanistico, abbellendo un po’ il paese. I marciapiedi  sono fatti “a vanvera”, tutti diversi gli uni dagli altri. La piazza? Si parla di rifarla, ma al momento ancora niente».
 Si affaccia sulla Miodini anche l’attività di Achille Maini, benzinaio 23enne: «I negozi interni al paese hanno indubbiamente risentito dell’apertura del centro commerciale alle porte di Felino. Tutto è stato spostato “fuori”. Io penso che adesso andrebbe valorizzato di più il centro». 
Associazione
Cambiando argomento, Maini vorrebbe anche dal Comune una considerazione diversa «nei confronti di una realtà rara da trovare altrove come l’associazione culturale “Artisti senza nome” di cui faccio parte e che organizza musical offrendo un certo palinsesto. Fortunatamente abbiamo l’appoggio di altre associazioni». Enzo Righi, 75 anni, non baratterebbe la sua Felino con nessun altro posto al mondo: «Ci vivo da quando sono nato e ci sto molto volentieri. Sono stato dieci anni a Milano per lavoro ma sono tornato perché questo è il mio paese e le origini non si dimenticano. Non cambierei nulla di questo posto anche se una volta, quando gli abitanti erano meno, forse ci si aiutava di più».
   Anche secondo Corrado Magri, 47 anni, «a Felino si vive bene. Ci sono tutti i servizi  e l’unico problema riguarda le file in posta». 
Dal '23 in piazza Miodini
E’ quasi un’analisi sociologica sui mutamenti del paese quella di Gian Paolo Gerboni, titolare del Bar Mercury: la sua famiglia è un’osservatrice privilegiata, dietro al bancone dal 1923: «Cerchiamo di mantenere le tradizioni, di restare un punto di ritrovo, di aggregazione e anche di incontri di affari (quelli di una volta, quando bastava una stretta di mano). Il paese però è cambiato. Un tempo c’erano compagnie di venti-trenta persone che avevano il culto del bar. Nel weekend si lavora ancora, ma durante la settimana la gente fa fatica ad uscire di casa, vuoi per l’avvento di Facebook, vuoi perché sono calati i soldi. Felino è diventato un dormitorio della città». 
Anche il locale di Gerboni si trova in piazza. Il centro del paese va abbellito?. «Sì - risponde lui – ma non credo servano grandi studi. Basterebbero un po’ di ciottolato al posto del cemento, dei bei lampioni e delle panchine, lasciando aperta la circolazione in piazza».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Magiafuoco/2

monchio

Se in Appennino arriva Mangiafuoco Video

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

7commenti

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

2commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti