18°

28°

Provincia-Emilia

I dodici sindaci in rosa: "Il nostro impegno per tutte le donne"

0

 Chiara De Carli

La festa dell'8 marzo, festa della donna. Eppure per quasi tutte le donne del parmense è un giorno come un altro, con i figli da accudire, una casa da gestire, un cartellino da timbrare, magari con una mimosa sul tavolo della cucina o sulla scrivania a ricordare che la giornata di oggi è tutta dedicata a loro. 
Ci sono dodici donne nella provincia di Parma, che, per il loro ruolo, oggi, come in tutti i giorni dell’anno, avranno il compito di prendersi cura anche delle loro concittadine, con azioni rivolte alla comunità ma che, spesso, si traducono in un aiuto concreto per le donne. Sono i dodici sindaci donna della provincia di Parma che oggi, come i colleghi uomini, si recheranno in municipio per prendere decisioni, ascoltare i cittadini e portare avanti l’impegno per cui sono state elette.A loro, in rigoroso ordine alfabetico, abbiamo chiesto qual è stata l’iniziativa a favore delle donne che le ha rese maggiormente orgogliose.
Manuela Amadei (Zibello):  «Orgogliosi del bonus bebè»
«Un’iniziativa risultata particolarmente gradita alle donne del Comune è stata senza dubbio quella del «bonus bebè»: una piccola cifra che il Comune eroga alle neo-mamme per sostenerle nelle prime spese – ha affermato Manuela Amadei, sindaco di Zibello - Mi preme però ricordare anche l’intitolazione della strada a Giovanna Reggiani, picchiata selvaggiamente, strangolata, abbandonata nel fango in fin di vita, e scelta da noi per ricordare tutte le donne che, ogni giorno, subiscono violenze». 
Michela Canova (Colorno): «Ci piace il centro estivo»
Michela Canova, sindaco di Colorno, sceglie come fiore alll'occhiello l’ampliamento dell’offerta dei servizi educativi: «Già dal 2010 abbiamo attivato il centro estivo della scuola materna, andando così incontro alle esigenze di tante famiglie. Il mio impegno è di lavorare anche nella direzione di aiutare le donne a conciliare i tempi di lavoro e di cura famigliare. In Comune sono tante le dipendenti donne: trovo che, a confronto, non ci sia nessuna «squadra» maschile che tenga». 
Maria Cristina Cardinali (Tornolo): «Corsi di internet»
«Le donne, nella nostra realtà, sono un perno importante – dice Maria Cristina Cardinali, primo cittadino di Tornolo - Per non lasciarle escluse dalle possibilità che oggi vengono date da internet, abbiamo recentemente proposto un corso di infomatica di base che ha visto una elevata partecipazione femminile».
Secondo il primo cittadino di Tornolo «probabilmente però il maggiore aiuto, nell’ottica di chi deve recarsi presto a lavorare, viene offerto dal servizio di trasporto scolastico, programmato direttamente da e per il domicilio dei bambini. E’ un servizio che, nonostante le ristrettezze economiche,  stiamo cercando di mantenere, anche con l’aiuto del personale Auser che si presta all’accompagnamento durante i viaggi». 
Maria Cattani (Terenzo): «Due linee di bus per gli studenti»
Maria Cattani, dal 2004 alla guida di Terenzo, spiega che l’amministrazione è attualmente tesa a mantenere un buon livello dei servizi per gli anziani e per i giovani. Anche in questo caso il punto d’orgoglio è riuscire a mantenere il trasporto riservato agli studenti di elementari e medie. 
«Non abbiamo la possibilità di far frequentare ai nostri ragazzi le scuole medie in paese ma, per agevolare le famiglie, stiamo facendo grossi sacrifici per mantenere le due linee di pulmini che portano i ragazzi a Solignano e Calestano». 
Maria Grazia Cavanna (Sissa): «Tre sezioni del  nido»
«Sicuramente il più grosso regalo alle donne del paese lo ha fatto il sindaco che mi ha preceduta – afferma Grazia Cavanna, sindaco di Sissa - Con l’apertura della nuova struttura, ha portato da una a tre le sezioni del nido: un grande servizio per le mamme che lavorano ma che impatta per circa 100 mila euro l’anno sulle casse comunali. Il miglior regalo che posso fare io alle donne di Sissa, in questo momento di tagli, è riuscire a mantenerlo».
Maria Conciatori (Calestano): «Due sezioni della materna»
Una speranza condivisa da Maria Grazia Conciatori: «grazie all’aiuto della Provincia riusciamo ad offrire il servizio di prescuola, il trasporto scolastico e a mantenere due sezioni per la materna evitando così alle famiglie del paese di dover portare i bambini in altre strutture».  
Sabina Delnevo (Compiano): «I servizi dedicati ai più piccoli» 
Anche a Compiano, per agevolare le donne e permettere loro di lavorare, il sindaco Sabina Delnevo lavora per mantenere i servizi dedicati ai più piccoli: «la mensa scolastica e il trasporto dalle frazioni fino alle medie di Bedonia sono irrinunciabili». 
Giovanna Gambazza (Busseto): «Teniamo alla casa famiglia» 
Eletta da poco meno di un anno, Giovanna Gambazza ha già messo in piedi come sindaco di Busseto un’iniziativa importantissima rivolta alle donne in difficoltà. «Abbiamo aperto una casa-famiglia per donne in difficoltà con figli minori – ha spiegato - Un progetto a cui teniamo e che fa parte di una realtà più ampia che comprende più Comuni. Credo che un sindaco donna porti come primo effetto una maggiore attenzione dell’amministrazione alle persone più fragili».
Emanuela Grenti (Fornovo):  «Donne da valorizzare»
L’essere il primo sindaco donna di Fornovo è, secondo Emanuela Grenti, la miglior cosa fatta per le concittadine. «E' la dimostrazione che anche le donne, spesso non ancora considerate al pari degli uomini, possono arrivare in alto. Vorrei che questa mia vittoria venisse considerata come un incentivo al non accontentarsi, cercando sempre la piena realizzazione». 
Barbara Lori (Felino): «Potenziati i servizi»
Donne al comando come vantaggio per tutti anche secondo Barbara Lori che, nella sua squadra a Felino, conta numerosi esponenti del gentil sesso. «Come sindaco ho puntato al potenziamento dei servizi cercando di creare una rete di sostegno per le donne che vivono qua senza l’appoggio della famiglia d’origine. La nuova materna e il micronido sono solo alcuni esempi del lavoro fatto per le donne. 
Cristina Merusi (Sala): «Una squadra di pallavolo»
Piccole donne crescono a Sala Baganza dove Cristina Merusi ha incentivato la nascita di una società di pallavolo per offrire alle ragazze del territorio di praticare uno sport diverso dal softball, tradizione del paese. «Mi sento il sindaco di uomini e donne e, pertanto, nessuna iniziativa è pensata esclusivamente per gli esponenti di un sesso piuttosto che di un altro». 
Angela Zanichelli (Sorbolo): Un sostegno all'integrazione»
«Essere un sindaco donna non è una cosa facile ma credo possa essere una conquista e un punto d’orgoglio per tutte le donne che abitano nel sorbolese – ha detto Angela Zanichelli - Come iniziative concrete abbiamo messo in campo incontri culturali dedicati, un programma di sostegno e di aiuto all’integrazione delle donne straniere e anche corsi di ginnastica per le meno giovani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

PGN

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

Lealtrenotizie

Ragazzo a terra, è gravissimo

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

2commenti

gazzareporter

Acqua nella Parma (finalmente)

Lutto

L'ultima lezione di Angela

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

1commento

curiosità

Spazzino 2.0: per la pilotta arriva il drone Video

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

16commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

4commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

3commenti

L'allerta

Il maltempo flagella il Centro Nord: allagamenti e trombe d'aria

L'Italia divisa in due. Sbalzo di 20 gradi tra la Valle d'Aosta e la Sicilia

Il caso

Ancora vandali in Battistero, emergenza baby gang Video

4commenti

Politica

Nuova giunta, il rebus dell'assessore all'Ambiente Video

Primo Consiglio tra 15 e 20 luglio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

10commenti

ITALIA/MONDO

omicidio

Italiano ucciso a Londra: la coinquilina (arrestata ieri) accusata di omicidio

chiesa

Il cardinale Pell incriminato per pedofilia. "Rifiuto le accuse, torno in Australia a difendermi"

SOCIETA'

auto

Il "bullo" della Porsche sfida la Tesla: finale a sorpresa

1commento

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat