Provincia-Emilia

Alluvione, martedì a Sala gli incontri con le istituzioni

Alluvione, martedì a Sala gli incontri con le istituzioni
Ricevi gratis le news
0

Cristina Pelagatti
E’ una richiesta di concretezza quella che il «comitato 11 giugno» di Sala Baganza ha inviato all’amministrazione comunale salese. Se ne parlerà   martedì 20 marzo durante la riunione tecnica con i rappresentanti istituzionali: alle 18 è in programma l'incontro e con il sindaco Cristina Merusi, con l’assessore regionale Paola Gazzolo, con Maurizio Mainetti dell’Agenzia regionale Protezione Civile, con Gianfranco Larini, responsabile del Servizio Tecnico di Bacino e con l'assessore provinciale alla viabilità Andrea Fellini. Quindi  alle 20.30 si terrà un incontro pubblico in Rocca aperto alla cittadinanza.
 «La riunione per la quale abbiamo lavorato a lungo, dopo il rinvio causa neve del primo febbraio, finalmente avrà luogo e gli alluvionati potranno finalmente portare le loro problematiche davanti a tutte le istituzioni interessate - spiega Nicola Luberto, coordinatore del comitato - Ci troviamo in una situazione di stallo; da una parte abbiamo un’amministrazione comunale che ha fatto dell’inerzia la sua bandiera, dall’altra, nonostante avessimo detto pubblicamente di essere al di fuori delle polemiche “da pollaio politico”, siamo costretti a rispondere a dei provocatori di professione. A questo punto non possiamo che invitare gli esponenti politici del paese e fare un elenco di ciò che in questi mesi hanno realmente fatto per portare avanti le istanze degli alluvionati. Noi ci siamo dovuti muovere da soli, senza supporti. Ad esempio per la detrazione del 36% abbiamo passato noi la documentazione al segretario comunale in base alle risposte ricevute dall’agenzia delle entrate».
Le domande alle quali, tra le altre, il comitato vuole avere risposte riguardano il significato in termini di benefici per gli alluvionati della «dichiarazione di stato di crisi regionale»; se sia stata chiesta agli istituti bancari la possibilità della sospensione temporanea delle rate dei mutui per le famiglie alluvionate; con quali soldi verranno ricostruite le mura del giardino storico della Rocca; se gli alluvionati abbiano diritto, in base al decreto Monti «Salva Italia», alla detrazione fiscale del 36% per le spese sostenute per la riparazione dei danni agli immobili; se sia stata presa in considerazione la possibilità di richiedere fondi europei per la messa in sicurezza del territorio e per un rimborso ai cittadini:  e soprattutto, dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha di fatto abolito la «tassa sulle disgrazie», perché non sia stato chiesto subito lo stato di calamità naturale.
 «Stiamo perdendo in questo modo dei treni importanti - afferma Luberto - in altre regioni, nonostante le ristrettezze economiche del periodo ed il decreto milleproproghe sono stati stanziati dal governo Monti milioni di euro per le popolazioni colpite come noi da eventi calamitosi, come la Basilicata. Noi invece siamo stati completamente abbandonati. Vogliamo che ci siano date risposte e che si facciano atti concreti per la manutenzione del territorio. A fine marzo andremo a Matera,  dove è stato organizzato il primo incontro tra i comitati di alluvionati italiani, per parlare della nostra esperienza e confrontarci con gli alluvionati genovesi e veneti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS