11°

Provincia-Emilia

"Caso" nutrie: il sindaco dichiara guerra alla Lac

"Caso" nutrie: il sindaco dichiara guerra alla Lac
Ricevi gratis le news
19

ZIBELLO

E’ di nuovo scontro tra il sindaco di Zibello, Manuela Amadei, e la Lega per l’abolizione della caccia (Lac). Come negli scorsi anni, la Lac ha presentato ricorso al Tar contro l’ordinanza, emessa dal sindaco di Zibello che dà la possibilità di abbattere le nutrie, con l’uso del fucile, su tutto il territorio comunale. Ma stavolta la Amadei è pronta ad impugnare gli atti ed a trascinare la Lac in tribunale chiedendo, all’organizzazione il ripristino dei danni causati dalla nutria sul territorio. 
«Mentre qui ci arrivano questi ricorsi – esordisce la Amadei – le nutrie continuano a devastare argini e campagne. Di recente – fa sapere – come da determina dell’ufficio tecnico, hanno anche causato il cedimento di una strada tra Ardola e Pieveottoville, con costi che gravano sul Comune, e quindi su tutti i cittadini. A questo punto – dichiara – inviterei la Lac, ed il suo presidente Carlo Consiglio, a recarsi sul nostro territorio per rendersi conto di persona dei gravi danni causati dalle nutrie. Da loro vorrei anche conoscere qual è l’interesse morale e materiale verso la difesa di questi ratti. Questi continui atti della Lac – ha affermato – li considero veri e propri atti di intimidazione. Non oso pensare fra l’altro a quali e quanti danni ulteriori avremmo se il tribunale dovesse accogliere il loro ricorso». 
Ed è qui che Manuela Amadei dichiara «guerra» annunciando di «aver già preso contatti con un legale incaricandolo di individuare l’azione più confacente dal momento che intendo diffidare o denunciare la Lac chiedendo loro il risarcimento di tutti i costi che il Comune è costretto a sostenere per i danni causati dalle nutrie». 
A rincarare la dose è quindi Silvano Bacchini, agricoltore e presidente del gruppo di protezione civile «Volontari per il Po». 
«Il sottoscritto – spiega – solo nel 2011 si è visto divorare dalle nutrie una quantità tale di barbabietole, sufficiente da riempire un camion. Questi animali scavano inoltre tunnel all’interno degli argini, mettendo in comunicazione i canali col piano di campagna. Questo, nel 2010, ha causato l’allagamento di centinaia di ettari coltivati fra Polesine, Zibello e Busseto, con danni ingenti. I tunnel sono poi stati chiusi dal Consorzio della bonifica parmense, con costi chiaramente a carico del contribuente. Come Protezione civile – ha aggiunto – abbiamo verificato anche la presenza di tane in luoghi, accanto agli argini, privi di acqua ed inoltre la presenza di questi roditori è stata accertata più volte anche all’interno di cortili ed abitazioni. Se i signori della Lac conoscono sistemi migliori e più efficaci per solvere il problema ce li vengano a presentare». P. P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Miriamzancani

    17 Marzo @ 22.51

    Peccato che le nutrie non sono ratti e con i ratti non hanno niente in comune..Che dire invece degli" onesti "allevatori di questi castori selvatici (molte signore si sono adornate delle loro pellicce...)che ,passata la moda ,se ne sono disfatti, liberandoli nell'ambiente per la gioia dei cacciatori,mentre loro restano ricchi ed impuniti?

    Rispondi

  • oscar

    17 Marzo @ 22.08

    Fucile solo fucile....

    Rispondi

  • Pino

    17 Marzo @ 22.07

    ...ma invece non ha proprio di meglio da fare sta signora da prendersela con un'associazione che di certo non avrà gli amichetti che può vantare lei nel suo partito?!certa gente è rimasta alla preistoria...datele la clava per governare il paese di Zi(m)bello!!!

    Rispondi

  • Colombo

    17 Marzo @ 20.08

    E' un animale assolutamente dannoso per il nostro ecosistema. Qua non ci sono i predatori del NordAmerica...L'unico modo per tenere il problema sotto controllo è il fucile, qualsiasi altro tentativo è già fallito. Chiunque non riconosca il problema non ha ben presente di che entità sia.

    Rispondi

  • valerio

    17 Marzo @ 19.42

    Agli uomini che fanno "danni" alla collettività ci dovrebbe pensare la magistratura... purtroppo contro gli animali "nocivi" e "infestanti" non c'è altro rimedio che l'abbattimento e/o la cattura, che poi una volta catturate vorrei capire cosa ci facciamo con le nutrie?!? Non sono un cacciatore, ma se ci sono altre soluzioni più efficaci, sono pronto ad ascoltarle. Il sindaco risponde della sicurezza e della salute pubblica sul proprio territorio, quindi tutti i sindaci delle aree in riva al Po dovrebbero seriamente preoccuparsi di questo problema. Probabilmente i signori della LAC non vivono in zone che potrebbero essere interessate dal rischio derivante da un eventuale cedimento di un argine in caso di piena...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS