Provincia-Emilia

Rapinarono il gestore di un locale nel Reggiano: due uomini in manette a Parma

Rapinarono il gestore di un locale nel Reggiano: due uomini in manette a Parma
Ricevi gratis le news
19

Da Parma a Vezzano sul Crostolo per rapinare il proprietario del "Pippis". Due uomini a volto coperto avevano minacciato con una pistola il gestore del locale, in gennaio. Una rapina che fruttò circa 35mila euro in contanti, oltre alla macchina della vittima. Le indagini dei carabinieri del Nucleo Operativo di Castelnovo Monti hanno consentito di identificare i presunti responsabili. Il pm di Reggio Emilia Valentina Salvi ha ottenuto dal gip l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei due indagati. Alle prime ore di questa mattina, a Parma, i militari di Castelnovo Monti e di Parma hanno arrestato con l’accusa di rapina aggravata in concorso Domenico Spagnolo, crotonese 33enne residente a Cadelbosco Sopra, e Alfio Cunsolo, 30enne di Paternò, in provincia di Catania. Entrambi sono domiciliati a Parma.

A subire la rapina è stato poco dopo le 20 del 14 gennaio scorso il titolare del "Pippis" a Vezzano sul Crostolo, un locale molto conosciuto e frequentatissimo non solo da reggiani. L’uomo stava raggiungendo il locale ma nel parcheggio del locale è stato avvicinato da due uomini a volto coperto, di cui uno armato di pistola. Il gestore ha dovuto consegnare 35mila euro, per poi vedere i malviventi dileguarsi alla guida della sua autovettura.

Il rapinato ha dato l’allarme al 112. La prima svolta nelle indagini è avvenuta con il ritrovamento dell’auto, dove i militari hanno fatto i rilievi tecnici e hanno raccolto elementi di prova nei confronti dei due uomini.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio

    03 Aprile @ 16.41

    Ripeto per l'ultima volta e poi basta togliamo gli extracomunitari e i locali le presenze meridionali nelle patrie galere parmigiane variano dal 15 al 25 % (senza contare il 41bis di cui sono assoluti padroni).Ora la presenza di meridonali a parma non va dal 15 al 25%(questo dovrebbe essere il rapporto) mentre per quel che riguarda il nord italia parlando di presenze in carcere non si arriva al 10% (strano dovremmo essere noi in maggioranza...). Domanda se noi venissimo a far rapine a sparare a rubare (parlo solo di delinquenti,lasciamo stare le persone per bene a cui non imputo niente) ma siamo sicuri che ci accogliereste a braccia aperte? Come diceva un giornalista del sud (purtroppo non ricordo il nome) fino a quando al sud non ci sarà una rivoluzione culturale e di mentalità, il nord non sarà mai disposto ad accettare il sud, perchè è troppo diverso il modo di pensare e per far progredire un paese serve una mentalità più mitteleuropea,non panmediterranea.Per ultima cosa io le mie vacanze le passo in Austria dove la civiltà è un 'altra cosa e il rispetto ce lo si guadagna seguendo le regole e comportandosi in modo consono, cioè secondo le loro usanze e non avanzando pretese e cercando d'imporre i propri stili di vita.Fino a 20 anni fa era una grande città parma,ora.....

    Rispondi

  • Geronimo

    01 Aprile @ 21.32

    Giorgio tu evidentemente neghi l'evidenza, cosa fanno le famiglie mafiose oltre alle attività di spaccio? Apalti pubblici ed estorsioni.... Chi hanno arrestato mesi fa ad estorcere denaro? Non erano gente del posto? Non si chiama mafia anche questa? ok cambiamo nome ma sempre attività illecite sono, comuqnue voi mi sembrate più interessate alla provenienza della gente, se è del sud o di colore si commenta, altrimenti si sta zitti e poi per le statistiche chiaramente questi dati non si contano....

    Rispondi

  • Giorgio

    01 Aprile @ 11.58

    mmmh mi sembra il bue che da del cornuto all'asino...come si chiamano le principali famiglie mafiose in Italia? ah gia pelagatti,rossi,ferrari,gandolfi e ghiretti.Naturalmente vengoo da parma reggio emilia bergamo novara e tutte le città del nord,dove hanno trovato terreno fertile....ma per l'amor di Dio ma almeno cercate di fare un ragionamento con costrutto.Dove si verificano i più strani atti di dolo ?nelle provincie ed esattamente in paesi,ad esempio, salso brescello e zone limitrofe dove è più alta l'immigrazione meridionale. Sto generalizzando è la stessa cosa che fate continuamente voi,solo che voi potete farlo,la prima cosa che viene detta a me è che son razzista (nb solo ed esclusivamente perchè porto fatti reali). PS sono anni che non voto e me ne vanto

    Rispondi

  • Geronimo

    31 Marzo @ 23.49

    Giorgio, gente del sud che delinque, mi riferisco alla malavita organizzata non a questi due asini, c'è a parma perchè ha trovato il terren ofertile per i propri affari ovvero amministrazioni consenzianeti, imprenditori consenzienti quindi prenditela con chi hai votato e con i tuoi cittadini, ci sono tante realtà del nord dove non riesce ad entrare la mafia, chiediamoci perchè a parma si

    Rispondi

  • Gnoll

    31 Marzo @ 16.22

    Ed il "più umani" era riferito al fatto che, se venite giù vi accogliamo a braccia aperte e non vi allontaniamo o non salutiamo o siamo prevenuti come può accadere qua nei nostri confronti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS