Provincia-Emilia

Lesignano, interviene il Pd: «Terme, occasione di crescita»

Lesignano, interviene il Pd: «Terme, occasione di crescita»
Ricevi gratis le news
5

Anche la sezione lesignanese del Pd ha preso posizione sulla questione Terme. Mirco Tamani, segretario del Partito democratico di Lesignano, si è espresso a favore del project financing presentato dall’Associazione temporanea d’imprese e dall’amministrazione: «Qualcuno, in un commento inviato alla Gazzetta per dire che il progetto gli sembrava esagerato, scrive: “Lesignano non è Merano”. E’ verissimo: Merano ha 36mila abitanti, Lesignano quasi 5mila, ma le terme di Merano sono dieci volte più grandi di quelle proposte per Lesignano, e ha 20/30 volte le camere di hotel (minimo 4 stelle) che non l’albergo proposto per Lesignano. Merano inoltre offre ai turisti termali tante altre proposte ma anche Lesignano si difende bene e offrirebbe ai suoi turisti termali dolci colline su cui passeggiare, la vicinanza di laghi quasi alpini, castelli e chiese, senza trascurare una indiscutibile scelta gastronomica. Direi che a proporzioni ci siamo: la proposta è assolutamente dimensionata».

Ma, ancora, «il fatto di paragonare Lesignano a Merano, in tono quasi derisorio, per dire che il progetto è faraonico, induce a pensare che sia frutto di ambizioni smodate ed incoerenti con le necessità e possibilità del paese. Ma non ci chiede se Lesignano potrà permettersi, nel futuro, di non avere colto una simile occasione, che permette al paese di crescere, di aprirsi al mondo esterno, di svilupparsi in modo armonico. Dovrà Lesignano accettare che la crescita demografica non coincida con la crescita di altre realtà, non strettamente legate ai fabbisogni immediati dei suoi cittadini, tenuto conto che le risposte a questi fabbisogni comunque ci sono e sono efficaci?».

E Tamani prosegue: «A volte per essere vincenti occorre mirare alto, prendere delle decisioni. Sempre nel rispetto dei valori di base: solidarietà, amore per l’ambiente, e cura dei cittadini. Tutto questo è presente nel progetto, e sembra proprio che non resti altro che proseguire con la definizione delle modalità, delle formalità e delle tempistiche consone al perseguimento del progetto presentato, nella consapevolezza che i piani di fattibilità sono stati tutti esaminati e che i pochi rischi d’impresa connessi all’opera, saranno coperti da sufficienti fideiussioni a garanzia». L’unica critica del Partito democratico riguarda la tempistica, ma Tamani dichiara di comprendere le ragioni dei ritardi: «Il tempo trascorso dall’acquisizione del bene alla presentazione del progetto è indubbiamente non breve, ma si è reso necessario per dare corpo concreto a ciò che in un primo tempo potevano sembrare solo idee delle quali occorreva verificare la coerenza. Il progetto è quindi da sostenere pienamente».G. C.

Il dibattito sulle Terme di Lesignano, sul nostro sito, è da tempo molto acceso: leggete i commenti dei giorni scorsi e continuate a lasciare le vostre opinioni.

Sulla Gazzetta di Parma in edicola oggi troverai una pagina su Lesignano: Avis, nuova linea del bus, Premio San Michele e altre notizie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuseppe Camerlingo

    23 Ottobre @ 22.04

    Il comitato pro terme sta raccogliendo adesioni e proposte in vista di un imminente incontro pubblico con cittadini, amministratori e giornalisti. Chi è interessato a contribuire può mettersi in contatto con Giuseppe Camerlingo email cosarara@alice.it , con Bruno Maggiali email bruno.maggiali@alice.it , oppure entrare nel blog http://termedilesignano.blogspot.com/ e lasciare un messaggio e un recapito per essere informato delle nostre iniziative.

    Rispondi

  • manfredi guglielmo

    23 Ottobre @ 19.41

    essendo la persona che ha scritto Lesignano non è Merano mi permetto di replicare. la critica di Tamani, se fossesincera, non comprenderebbe anche la risposta con giustificazione; questa, semmai, spetterebbe all'attuale giunta, ma visto che l'attuale giunta ha come partito di riferimento i PD, tutto si spiega. E' il solito teatrino: faccio finta di criticarti per poi appoggiarti come si è già visto nelle scorse elezioni comunali. Sempre nella sua lettere incitava a volare in alto; ma per volare in alto bisogna anchecalcolare l'eventuale caduta, appunto dall'alto (ICARO insegna). Saro ben lieto di credere chel'intera operazione fallimentare, gestione compresa, sarà garantita, come Lei dichiara, da " sufficenti fideiussioni a garanzia", ma , mi scusi: come dicevano i nostri vecchi "carta canta villan dorme", ci crederò quando vedrò nero su bianco; per ora solo parole e dei calcoli sulla sostenibilità economica nessuna traccia. Concludendo la mia provocazione Lesignano non èMerano, era per cercare di far capire che le cose non si possono improvvisare dall'oggi al domani; in questo mondo globalizzato il nostro turismo deve avere FORTI e STIMOLANTI realtà per poter pensare e sperare di resistere alle concorrenze agguerrite esistenti e onestamente " la vicinanza ai laghi QUASI alpini" non mi sembra un'attrattiva adguata, figuriamoci per far nascere un luogo termale da........NIENTE!!!!!!!!!! Guglielmo Manfredi mi scusi ma quali sono le "efficaci risposte ai farbisogni dei cittadini" che l'amministrazione stà dando??? grazie

    Rispondi

  • Stefano

    22 Ottobre @ 17.13

    Tamani scrive: Merano inoltre offre ai turisti termali tante altre proposte ma anche Lesignano si difende bene e offrirebbe ai suoi turisti termali dolci colline su cui passeggiare, la vicinanza di laghi quasi alpini, castelli e chiese, senza trascurare una indiscutibile scelta gastronomica. Tamani ma si rende conto di quello che scrive ? Lei doveva fare il poeta e non il politico può prendere per il **** chi non è mai stato a Lesignano ma non chi ci è cresciuto !!! "dolci colline su cui passeggiare" a parte il fatto che le colline a forza di costruire e costruire sono seppellite dal cemento e poi mi piacerebbe sapere che se ne fa delle colline una persona che può permettersi un hotel a 5 stelle mi faccia il piacere !!! "la vicinanza di laghi quasi alpini" la vicinanza di laghi "quasi" alpini ?!?!?! ma dove stanno Tamani questi laghi a Lesignano dove sono !!!!!!!!!! o per vicinanza si intende 50 o 60 KM ?? ma dai andatevelo a costruire a Corniglio il vostro mega Hotel dai ! Tamani scrive: "il fatto di paragonare Lesignano a Merano, in tono quasi derisorio, per dire che il progetto è faraonico, induce a pensare che sia frutto di ambizioni smodate ed incoerenti con le necessità e possibilità del paese." Tamani non è che induce a pensare, ma è propio così !! stiamo ancora pagando l' acquisto delle terme e volete farci tirare fuori altri MILIONI DI EURO per un progetto che non sta in piedi !! Non ho propio idea di cosa possa spingervi a dire SI ad un progetto tanto scapestrato perchè bisogna regalare tutti sti milioni a questa CORDATA di imprenditori ?? LE TERME STANNO ANDANDO MALE IN TUTTA ITALIA !!!!!!!!! Dove sarebbe lo studio di fattibilità ?? un programma dei guadagni cè o già non vedete l' ora che fallisca per farci delle casette a schiera da rivendere ??? TAMANI LA SMETTA DI RACCONTARCI FAVOLE GUARDI IN FACCIA LA REALTA PERFAVORE.

    Rispondi

  • Giuseppe Camerlingo

    22 Ottobre @ 12.53

    E' incredibile la presa di posizione sul progetto delle Terme da parte del segretario del Pd di Lesignano Mirco Tamani. Se i partiti politici devono avere una funzione nella società, questa è quella di saper leggere la realtà, interpretarla ed elaborare una o più strategie possibili e necessarie per affrontare i problemi e guardare avanti. Nulla di tutto ciò appare nell'articolo pubblicato sulla Gazzetta del 21/10 "Lesignano, interviene il Pd: 'Terme, occasione di crescita'". Le affermazioni di Tamani ricalcano tal quale, e senza ombra di un minimo di argomentazioni analitiche, le tesi dei promotori privati del progetto, dimostrando una "parzialità" a dir poco imbarazzante . L'esponente del Pd parla di sviluppo armonico, senza spiegare in che modo un albergo a 5 stelle possa integrarsi in un territorio circostante completamente privo delle strutture ricettive adatte allo scopo. Parla di passeggiate sulle dolci colline, dimenticando che purtroppo questi incantevoli paesaggi sono sottoposti, ormai da tempo e con allarmante crescita, ad una aggressione violenta da parte di una cementificazione con edilizia da periferia industriale e con orridi capannoni. Parla di bassi rischi di impresa, quando proprio su questi temi la relazione dei promotori del progetto all'assemblea pubblica è risultata gravemente carente di credibilità, oltre che di trasparenza. Viene da chiedersi: ma dove vive Tamani? Ma soprattutto, qual'è la qualità politica di un partito che consente tali esternazioni da parte dei suoi esponenti?

    Rispondi

  • Giorgio Russo

    21 Ottobre @ 14.17

    Ci si chiede comunque perchè il dibattito con i cittadini non è stato fatto prima. Anche prima di acquistare l'area, allora si diceva era stata acquistata per salvaguardare la zona verde e le ex terme, che tutt'ora viene pagata con un mutuo che grava sul comune e cioè sui cittadini. Vorrei dire al Sig. Tamani che dovevate coinvolgere di più la gente e prima.Non è cosa da poco visto che rappresentate un partito che dovrebbe essere per la gente. Non si riesce a capire quanto realmente verrà a costare ai cittadini di Lesignano tutta la faccenda e non solo in denaro. Oltre alla costruzione si è sentito parlare di aree edificabili per il costruttore è vero? Chi gestirà il ristorante albergo? E cosa accade se le spese sono di maggiori delle entrate come spesso accade?Vedi il Baglioni a Parma solo per fare un esempio. Sinceramente pernso che allo stato attuale si dovrebbe cominciare con il dare una collocazione polivalente e pensare ad un luogo di ritrovo per i giovani, uno o più ambulatori, e la sede di qualche associazione come l'avis o altro. L'impatto ambientale che ne deriverebbe da quel progetto svalorizzerebbe la reale bellezza del paese. Provate a passare e a fermarvi osservando l'intera area immaginandola un po' più curata. E' molto bella. Lasciamo un polmone verde più ampio alle ex Terme. E' vero si deve puntare alto alle volte ma il rischio è elevato ed è di tutti.Chi è venuto ad abitare a Lesignano negli ultimi anni è scappato dalla città anche per il traffico e il caos. Sincerametne di traffico ormai ne abbiamo anche troppo con una strada unica e pochi servizi. Spesso la strada è senza controllo per mancanza già adesso di polizia municipale. Un'altra domanda, la bretella per il traffico pesante dove la facciamo passare sotto all'area ex terme? Sinceramente non sono convinto anche perchè i soggetti che ci rimettono in caso vada male anche parzialmente sono i cittadini che si troveranno rovinato il Bello di quella zona avendo pagato comunque soldi. L'amore per l'ambiente a volte si manifesta lasciandolo stare! Grazie dell'attenzione

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS