12°

Provincia-Emilia

I sorbolesi riabbracciano "il Signore coricato"

I sorbolesi riabbracciano "il Signore coricato"
Ricevi gratis le news
0

di Pierpaolo Cavatorti

«Al Sgnòr zacquè» è tornato a casa. La presentazione della ritrovata maestà, che rappresenta il Cristo deposto, ha suscitato grande emozione nella cittadinanza. «Al Sgnòr zacquè», dal dialetto «il Signore coricato», è stato presentato e benedetto dal parroco don Giuseppe Montali, durante una messa in occasione delle celebrazioni pasquali. Tanta trepidazione nella chiesa dei Santi Patroni Faustino e Giovita, dove i fedeli hanno riabbracciato l’icona più amata, andata persa poi ritrovata dopo mille vicissitudini. 
«Al Sgnòr zacquè» è ritornato nella chiesa del «suo» paese, dove presto sarà esposto in una teca per le preghiere dei propri «concittadini». Il culto per questa icona si perde nei meandri della memoria collettiva. E’ una storia che ricorda quelle raccontate da Giovannino Guareschi nel suo «Mondo Piccolo», una dimensione pregna di religiosità contadina, ingenua e fervente. 
La maestà del «Sgnòr zacquè» appare nella seconda metà del 1800, la cui precisione cronologica è derivata dai racconti tramandati oralmente a Maria Cugini dalla suocera Ida Merli. Ida era una bimba e raccontava alla nuora, che prima di recarsi nei campi con la madre, erano solite fermarsi davanti al «Sgnòr zacquè» per il segno della croce. La mancanza di documentazione scritta ma l’abbondanza di aneddoti legati a questa maestà fa pensare che quella piccola statuetta in legno, posta in una nicchia incastonata di un'abitazione a circa metà dell’attuale via XI settembre, fosse oggetto di grande amore per la popolazione del tempo. La casa, in cui c'era la nicchia, fu acquistata e demolita negli anni ‘60 per il complesso industriale «La Sovrana», la cui proprietà ne avrebbe dovuto reintegrare la maestà. Fu così che «Al Sgnòr zacquè» rimase in qualche locale della fabbrica fino a che alcune dipendenti non si imposero per il ripristino dell’esposizione vicino al posto originario. Non è chiaro se la statuetta si ruppe o andò persa ma una copia, neanche troppo fedele, fu riposizionata nella nicchia dell’ex via XXIV maggio, ora via XI settembre. Nel 1962 l’azienda si era espansa fino ad inglobare nell’area dello stabilimento la nicchia con la statuetta. Con la definitiva chiusura dell’azienda nel 1991, l’effigie venne tolta dalla nicchia e inviata ai proprietari. 
Solo la perseveranza dell’ex impiegata Simonetta Righi ha potuto far riabbracciare ai sorbolesi «al Sgnòr zacquè», di cui con caparbietà ne ha richiesto e ottenuto la restituzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

4commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

POLIZIA

Donna uccisa in un parco a Milano

GENOVA

Omicidio a Sestri Levante: ucciso un artigiano

SPORT

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery