10°

18°

Provincia-Emilia

Carlos: pronto a parlare sulla strage di Bologna

Carlos: pronto a parlare sulla strage di Bologna
8

BOLOGNA – Il terrorista Carlos ribadisce di essere «pronto a dire tutto ciò che so per trovare i veri responsabili della strage del 2 agosto» che nel 1980 provocò 85 vittime alla stazione di Bologna. Ilich Ramirez Sanchez, 62 anni, noto come lo Sciacallo, detenuto nel carcere di Poissy, a Parigi, ha mandato due lettere a un avvocato bolognese, Gabriele Bordoni, per nominarlo difensore di fiducia ed esprimere la propria posizione sulla bomba, ma non solo. Lo spiega un articolo del Resto del Carlino. Già nel settembre 2010 il terrorista, in una lettera all’avvocato Sandro Clementi, poi resa pubblica, si disse disponibile a confermare le proprie dichiarazioni sulla strage di fronte a un magistrato in Italia.

Sulla strage (per cui sono stati condannati i terroristi 'neri' Giusva Fioravanti, Francesca Mambro e Luigi Ciavardini) la Procura ha da tempo aperto un fascicolo bis. Di recente il pm Enrico Cieri ha indagato i due terroristi di sinistra Christa Margot Frolich e Thomas Kram, tedeschi, entrambi ex membri del gruppo di Carlos. È la cosiddetta 'pista palestinesè. Per Carlos dietro la strage ci furono Cia e Mossad.

Cieri nell’aprile 2009 andò a interrogare Carlos a Parigi, ma il terrorista si fermò, chiedendo di parlare davanti a una commissione d’inchiesta in Italia. Ora invece si dice pronto a parlare ai magistrati. «Vorrei aiutarla ad eliminare gli ostacoli al fine di trovare i veri responsabili dell’attacco terroristico di Bologna. Sono inoltre pronto a rilasciare dichiarazioni sotto giuramento alla magistratura italiana competente», si legge nella lettera indirizzata all’avvocato e pubblicata dal Resto del Carlino. «Dovremo incontrarci qui di persona non appena possibile al fine di preparare il miglior approccio tecnico per smantellare il muro di bugie che hanno bloccato la verità degli anni di sanguinari massacri di civili innocenti avvenuti in Italia».

«L'intenzione mia è da tempo quella di andarlo a sentire in Francia – spiega nell’articolo Bordoni – L'ho chiesto alla Procura, ma il pm ha ritenuto non fosse utile. Mi sono rivolto inutilmente al magistrato di collegamento italo-francese e al nostro ministero. Per questo alla fine l’unica strada era quella della nomina». Oggi il legale tornerà dal pm per chiedere di andare insieme a Parigi. In caso negativo, «ci andrò io e raccoglierò le sue indicazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pier luigi

    06 Aprile @ 23.19

    su da bravo, confessa, comincia per 'b' e finisce per 'i' dai confessa.................

    Rispondi

  • katiatorri

    06 Aprile @ 19.00

    che sulla strage di Bologna come tante altre stragi italiane si sappia ancora poco è certo,certamente non si conoscono i mandanti e non è poco,però io diffido sempre della gente,magari in prigione,a cui torna improvvisamente la memoria dopo anni. perchè invece di affidarci a personaggi di dubbia credibilità non pretendiamo l'aboliziane dei segreti di Stato e degli omissis riguardanti da piazza Fontana in poi?forse perchè crollerebbe lo Stato ma questa,ovviamente,è una mia opinione

    Rispondi

  • pino

    06 Aprile @ 16.44

    frusta, ammazzate quante marzullate! Devi essere giovane per sparare tante amenità, le BR purtroppo sono esistite e ti invito a leggere quello che scrive Franceschini in proposito. I primi nuclei BR sono nati nella continuità della resistenza tradita, armati e indottrinati da vecchi partigiani comunisti altro che CIA o SIFAR ,la storia non la si impara andando a vedere i film dei cinematografari militanti.

    Rispondi

  • Marco

    06 Aprile @ 15.39

    Che dire...è veramente scoraggiante sentire certe cose. Passa proprio la voglia di discutere quando si trova gente come frusta. Ma non ha proprio il senso del ridicolo quando dice amenità tipo quella sulle brigate rosse? In quanto a Carlos....ho paura che voglia farsi solo una gita fuori dal carcere di Parigi.

    Rispondi

  • maria

    06 Aprile @ 14.14

    Io la penso più o meno come Frusta perchè anch'io come lui credo che dietro alle stragi, Brescia, Milano, Bologna, ci siano i servizi segreti e credo che le Brigate Rosse non siano mai esistite in quanto tali ma bensì volute per destabilizzare l'avanzata della sinistra in Italia. E la prova di tutto questo è l'uccisione di Aldo Moro che preparava il terreno per una coalizione governativa insieme alla sinistra. Per non parlare di Ustica dove qualcuno avrebbe sicuramente molto da rivelare....Purtroppo non lo sapremo mai e mai avremo le prove di quanto si dice da tempo.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

4commenti

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

1commento

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

4commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

8commenti

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

6commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

1commento

Londra

Il momento in cui la donna si getta nel Tamigi

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery