-2°

Provincia-Emilia

Nuovi progetti per la lotta all'alcol fra i ragazzi: "Un 12enne è andato a scuola con la vodka"

Nuovi progetti per la lotta all'alcol fra i ragazzi: "Un 12enne è andato a scuola con la vodka"
9

Un ragazzino di 11 o 12 anni è andato a scuola con una bottiglia di vodka, una volta. Gli insegnanti l'hanno scoperto e l'hanno considerato come una specie di "schiaffo morale" cui reagire. Un caso limite, forse. Il simbolo di un pericolo che potrebbe diffondersi, senz'altro. Per questo in Valtaro e Valceno è stato lanciato il progetto “Chi beve …. Fa fiasco”, realizzato dal Comune di Berceto e dalla Provincia in collaborazione con la Cooperativa Fantasia. Un percorso finalizzato a promuovere il benessere giovanile e a contrastare soprattutto l’abuso di alcool fra i giovani. Le iniziative sono numerose e andranno avanti per un anno.
Dell’iniziativa si è parlato oggi in Provincia in un incontro cui hanno partecipato l'assessore provinciale alle Politiche sociali Marcella Saccani e la collega del Comune di Berceto Daniela Iasoni; con loro, Silvia Cunegondi della coop Fantasia.

"E’ un intervento di grande complessità che si propone con un approccio semplice e diretto, non uno spot ma un filo che si inserisce nella quotidianità. Il nome è simbolico e rappresenta l’idea che su questa partita non si intende più scherzare o minimizzare - ha sottolineato Saccani -. Col progetto parleremo con la scuola, chiamiamo in causa le famiglie, partiamo da un comune per coinvolgere tutto il distretto".
"Questa iniziativa nasce da un bisogno culturale e da un fatto, la segnalazione di un'insegnante delle scuole medie di un ragazzino di undici o dodici anni che teneva nella cartella scuola una bottiglia di vodka. E’ stato uno schiaffo morale che ci ha risvegliato dal torpore e ci siamo chiesti cosa potevamo fare - ha raccontato Iasoni -. In montagna l’abuso di alcol è un tema delicato e fra i minori è cresciuto in modo esponenziale così come il binge drinking".
"Questo progetto vuole avere valenza distrettuale perché sono chiamati a partecipare tutti i ragazzi del territorio - ha detto la Cunegondi -. Si tratta di una azione di sinergia, di comunità perché i destinatari sono i giovani ma vogliamo ottenere un effetto anche dalle famiglie. E’ un intervento educativo, che fissa responsabilità, un progetto che intende essere fonte di stimolo per un nuovo protagonismo dei ragazzi".

L'iniziativa dunque punta a essere un’occasione per favorire la partecipazione, il coinvolgimento e la riflessione dei ragazzi circa il tema delicato dell'uso e abuso di alcol, dice un comunicato della Provincia.
Le azioni previste non sono infatti calate dall’alto ma concepite come stimoli educativi per far nascere nuove forme di protagonismo dei giovani, modelli positivi e altre modalità di comunicazione grazie alle quali poter diffondere il messaggio “Quando ballo, non sballo- Non occorre sballare per divertirsi”. In questo progetto i ragazzi e le ragazze saranno allo stesso tempo i promotori-attuatori di interventi e i destinatari degli stessi, risorse positive, catalizzatori di processi di crescita e sviluppo che possono avere riflessi su tutta la comunità locale.

Alla base del progetto - che coinvolgerà scuole, centri di aggregazione giovanile, oratori del distretto -  ci sono obiettivi specifici educativi, sociali e formativi diretti alla promozione dell'agio e alla partecipazione e azione di molti soggetti già attivi sullo stesso territorio; fra questi: stimolare un senso critico nei ragazzi, favorire nuovi modelli e una nuova concezione del divertimento, il protagonismo giovanile stimolando la creatività e i processi di rete fra giovani e  territorio.

La partecipazione degli adolescenti e dei giovani e il coinvolgimento degli adulti, oltre al dialogo e al confronto, sono i veri ingredienti del progetto articolato in azioni specifiche che termineranno nel marzo 2013 e che vedranno il paese di Berceto impegnato in eventi e percorsi formativi a cui parteciperanno numerosi giovani e adulti. “Chi beve...fa fiasco” prevede:
1) Evento teatrale dedicato al tema della salute e della prevenzione all’uso di alcol destinato ai ragazzi della scuola media locale e delle superiori del distretto.
2) Concorso creativo di libera espressione “Giovani con-Spirito” dedicato ai giovani dai 12-18 anni sul tema “Alcol-giovani. Quando ballo non sballo- Non occorre sballare per divertirsi”.
3) Evento “Chi beve …fa fiasco” all’interno del “Festival delle Identità” in calendario a Berceto per luglio 2012 , una giornata all’insegna dell’espressività giovanile a cui parteciperanno i ragazzi dei 16 comuni del distretto.
4) Premiazione del concorso e pubblicazione del materiale, in occasione del premio Luigi Malerba (ottobre 2012).
5) Percorso formativo rivolto a adulti, gestori di locali notturni, bar, pub, discoteche: educare al bere responsabile e consapevole con incontri tenuti da medici, educatori e psicologi.
Preziosa e di rilevo sarà la partecipazione all'iniziativa dei Servizi sociosanitari distrettuali, in particolare il Sert Valli Taro e Ceno, enti locali, l’ Asp “Sidoli” e tutte le agenzie educative del territorio (scuole, centri giovani, oratori).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GIALLOBLU'

    13 Aprile @ 16.33

    20MILA persone all'anno che muoiono a causa dell'alcol è una cifra esorbitante. Purtroppo anche se posso risultare banale molte persone che bevono non hanno capito che i problemi non si risolvono con l'alcol. Perchè secondo una statistica la maggior parte di chi beve è perchè hanno dei problemi e allora si attaccano alla bottiglia, non sapendo che così i problemi oltre a non risolversi diventano anche doppi, compresa la salute. Sì,magari l'alcol ti distacca dalla realtà, per qualche minuto ma a che prezzo? Finito l'effetto, dopo è tutto come prima, anche peggio, andando a rovinarsi la salute, non si è più lucidi e peggio ancora se si ha una famiglia con figli. Senza contare quanti uomini sotto il fumo dell'alcol maltrattano chi gli sta intorno soprattutto la compagna o la moglie

    Rispondi

  • GABRIELE

    12 Aprile @ 20.48

    io penso che a 12 anni dovrebbero andare a scuola a piedi e non con la vodka... hic!!

    Rispondi

  • racoon

    12 Aprile @ 19.21

    Il progetto è far passare gli eccessi come la normalità. E se l'esmpio che diamo sono le movide, buona vodka a tutti

    Rispondi

  • NONNO VIGILE

    12 Aprile @ 18.42

    Sono stato fortiìunato che mio filglio, non mi dato questi grossi problemi,pero con lui sono stato, autorevole non autoritario, c,era un dialogo li facevo capire il bene e il male,ora ha quasi 40 anni e mi ringrazia ancora dei consigli che gli ho dato

    Rispondi

  • NONNO VIGILE

    12 Aprile @ 18.39

    E i genitori dove sono?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

Al via la stagione

A Schia una «valanga» di novità

Criminalità

Felino, il bar Jolly senza pace: quarto furto in dieci mesi

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

8commenti

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Campus

Sfera Ebbasta, dal rap al trap

Restauro

Zibello, il battistero torna a risplendere

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

10commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Oggi fiducia sulla manovra e la direzione del Pd

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Altri sport

Federica Pellegrini vince i 200 sl

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio