21°

35°

Provincia-Emilia

Blitz in un casolare a Calerno: recuperati furgoni, gomme e pezzi di ricambio rubati fra Parma e Reggio

Blitz in un casolare a Calerno: recuperati furgoni, gomme e pezzi di ricambio rubati fra Parma e Reggio
Ricevi gratis le news
3

Camion aziendali copertoni, pezzi di ricambio vari: era ricca la merce custodita in un casolare abbandonato a Calerno, frazione di Sant'Ilario d'Enza. Sarebbe stato tutto normale per un'officina, se non fosse che l'attività è ufficialmente terminata da tempo e che si tratta di merce rubata nel Parmense e nel Reggiano.
Un controllo dei carabinieri di Sant'Ilario d'Enza su una serie di immobili abbandonati ha permesso di scoprire il magazzino clandestino. I militari hanno recuperato refurtiva per 80mila euro. E ora continuano le indagini: è al vaglio la posizione del proprietario del casolare in disuso (un 75enne reggiano), bisogna capire chi abbia rubato furgoni e pezzi di ricambio e dove fossero destinati.
Nello stabile di via XXV Aprile Ovest a Calerno, in passato adibito ad officina, i carabinieri hanno sequestrato un autocarro Citroen Jumpy di colore bianco privo di carico, il cui furto è stato denunciato il 27 febbraio scorso a Sala Baganza, un Fiat Ducato bianco privo di carico (risultato rubato a Cavriago 15 marzo ai danni di un caseificio) e ricambi per autocarri Fiat Iveco nuovi, tutti imballati. Nelle scatole c'erano 44 radiatori, uno scambiatore di calore, 27 elementi filtro aria, 2 condensatori clima, 4 condensatori normali, una batteria magg. 105 ah. Trovati anche 40 pneumatici Michelin. Il furto di ricambi e pneumatici è stato denunciato da una ditta di San Pancrazio lo scorso 8 febbraio.

Secondo le prime indagini, i due autocarri sarebbero stati utilizzati dai malviventi per trasportare forme di Parmigiano Reggiano rubate a Cavriago, mentre i ricambi sono stati rubati assieme a tre veicoli della medesima ditta, già recuperati in altre circostanze e riconsegnati al legittimo proprietario.
I furti degli automezzi e della refurtiva non sono avvenuti nello stesso periodo: per questo i militari ipotizzano che il casolare sia stato utilizzato come magazzino per lo stoccaggio della refurtiva ad opera di una banda che opera fra le province di Parma e di Reggio Emilia. È al vaglio la posizione del 75enne di Sant'Ilario d'Enza proprietario dell'immobile, per stabilire eventuali sue responsabilità per il reato di ricettazione.
Le impronte digitali trovate durante il sopralluogo sono state inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche (Ris) dei carabinieri di Parma.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Federica

    13 Aprile @ 15.05

    Ogni tanto una bella notizia!!!! Ma ora prendiamo i responsabili spero!!!!! E amputazione delle manine.......

    Rispondi

  • parmense doc

    13 Aprile @ 13.08

    ma sono coinvolti i 100 albanesi protagonisti della rissa di calerno?

    Rispondi

  • Giuio

    13 Aprile @ 11.53

    Che volete... Deposito provvisorio in attesa della partenza per Romania, Moldavia, Ucraina o Albania, come tanti altri casi. Sono i risultati dell'Europa Unita e di Schengen.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Terremoto, mucca fugge e finisce in un dirupo: recuperata con l'elicottero dei vigili del fuoco

Ascoli Piceno

Terremoto, mucca fugge e finisce in un dirupo: recuperata con l'elicottero Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Incidente al passo del Tomarlo

Bedonia

Con la moto in una scarpata al passo del Tomarlo: grave un 45enne

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro nella notte

Scontro attorno all'una e trenta

Anga

Arare la terra? A Collecchio fanno a gara: foto

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

BASSA

Pensionato scomparso: continuano le ricerche nel Po

Da venerdì non si hanno notizie di un 68enne di Soragna

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

1commento

Il caso

Liti stradali, un'epidemia

4commenti

Soragna

Anziano cade dal trattore: è gravissimo in Rianimazione

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

6commenti

Meteo

Temporali nella notte e domani in Emilia-Romagna

Le previsioni comune per comune

VALMOZZOLA

Il partigiano russo ritrovato... al museo 

Varano

Salgono a 20 i ragazzi intossicati

OSPEDALE VECCHIO

Quel museo straordinario degli oggetti ordinari

Sant'Ilario

Tari azzerata a chi si occupa del verde pubblico

Gazzareporter

Il lettore Filippo: "Che belli i nuovi quartieri"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Aumenti bollette multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

ITALIA/MONDO

Moto

Tragedia nel motocross: morto a 13 anni

CRONACA

Mistero a Palermo: donna seminuda trovata morta in strada. Due casi in pochi giorni

1commento

SPORT

baseball

Scalera, 2 home run in un giorno: Parma Clima vittorioso

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

degrado

Venezia: e ora i turisti si tuffano (anche) dal ponte di Calatrava

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up