Provincia-Emilia

Piacenza, bimbo di dieci anni ruba iPhone alla maestra

Piacenza, bimbo di dieci anni ruba iPhone alla maestra
Ricevi gratis le news
12

Un bimbo di dieci anni ha derubato la sua maestra del telefonino iPhone, ma grazie al sistema di localizzazione di cui è dotato questo apparecchio, è stato rintracciato dai carabinieri. Ne dà notizia il quotidiano di Piacenza 'Liberta». I militari dell’Arma, rintracciato il ladro, sono rimasti sorpresi nel trovarsi davanti un bambino di soli dieci anni. Vittima del furto una maestra di 25 anni, anche lei stupefatta quando ha saputo che a derubarla era stato uno dei suoi scolari.

La donna, durante l’ora di lezione, aveva lasciato il suo cellulare nella borsetta accanto alla cattedra. Lo studente, che è nato a Piacenza ma ha genitori stranieri, approfittando di un momento di distrazione dell’insegnante ha frugato nella borsetta e ha preso l’iPhone, nascondendolo nella sua cartella. La maestra si è resa conto del furto solo in un secondo momento e si è recata dai carabinieri per denunciare l’accaduto.
Attraverso i dispositivi di localizzazione satellitare i carabinieri della Compagnia di Piacenza hanno rapidamente individuato dove esattamente si trovava l’iPhone, cioè nell’ abitazione di uno degli scolari della donna. I genitori stessi hanno recuperato l’apparecchio, sgridando severamente il figlio. Il bambino non è imputabile, e non è quindi stato denunciato per furto, ma i carabinieri hanno inviato una segnalazione al Tribunale dei minorenni di Bologna e ai Servizi sociali del Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • dd_77

    19 Aprile @ 11.21

    purtroppo è un daton in continuo aumento. i genitori sempre più assenti, meno disposti ad ascoltare i figli e troppo innamorati dei figli a tal punto d'essere ciechi di fronte all'evidenza. i figli colti sul fatto vengono sempre idiolatrati con "è un caso sporadico" quando di fatto quel gesto è stata la naturale conseguenza di un comportamento quotidiano. ci sarebbe anche da parlare su cosa spinga le persone a dotarsi di 700€ di smartphone quando lo useranno solamente per sms, telefonate e solo in sporadici casi di mms... ma si arriverebbe alla stessa causa che ha spinto il bambino a sbavare per tale oggetto :)

    Rispondi

  • Geronimo

    18 Aprile @ 15.15

    Monica io come hobby sono educatore sportivo, sono a contatto con bambini di 11 e 12 anni, negli spogiatoi ci sono episodi di questo genere (chiaramente non cellulari che alcuni bambini hanno da anni e su questo ci sarebbe da discutere...) ma nel mio caso non sono i più disagiati a compiere questi gesti ma quelli delle migliori famiglie, i bulli, quelli che picchiano gli altri o gli attaccano la cicca in testa o fanno i bisogni addosso agli altri sotto la doccia, quelli per intenderci i cui genitori quando gli comunichi questo rispondono "non è possibile, mio figlio è un bravo bambino, non farebbe mai una cosa del genere, sono gli altri che lo fanno"

    Rispondi

  • mo69

    18 Aprile @ 14.00

    Non vorrei essere razzista..... ma i fatti mi fanno purtroppo dire queste cose: a 10 anni non lo fa con innocenza..... mia figlia, 1° elementare, scuola di provincia: tutti i giorni a lei o ad altri compagni spariscono gomme, matite, eventuali oggettini, matite o penne un po' carine... e guarda caso sono sempre i soliti "disagiati" a compiere questi furtarelli da nulla..... ma se a 6 anni fanno sparire con una faccia tosta una matita a 20 che faranno? e i genitori... nulla... mio figlio/a non fa di queste cose... ma guarda caso se si controllano gli zaini salta fuori tutto..... e allora? diciamo che l'educazione in famiglia è la cosa più importante e una sana gridata, davanti a queste cose, non è che acqua fresca se alla base non c'è l'educazione del non rubare. A me da piccola, famiglia non agiata, hanno insegnato che se era possibile la cosa mi veniva concessa ma non era possibile acquistarla, pazienza, sarebbe stato per un'altra volta e poi non erano cose indispensabili, questo mia madre mi ha insegnato. certo un bambino fa fatica a comprendere, ma nella vita non si può avere tutto e se non lo si impara da bambini credo non si impari mai più

    Rispondi

  • giuliano

    18 Aprile @ 13.48

    a dieci anni chi non ha rubato qualche cosa alzi la mano, mi meraviglio di chi nuota sù una stupidaggine simile,

    Rispondi

  • Giuseppe

    18 Aprile @ 11.27

    Questa vicenda odora di tristezza..........un bambino, probabilmente proveniente da una famiglia poco agiata, che viene BOMBARDATO dalla nascita con i falsi dei della società moderna; la sua voglia di possedere, a tutti i costi, qualcosa che la sua condizione non gli permetterebbero mai di possedere......la voglia, propria delle età giovanili, di essere uguale agli altri ( che, in una sana ottica di cattiveria sociale, si trastullano nell' ostentazione a tutti i costi) e, infine, la reazione ASSOLUTAMENTE SBAGLIATA E DA CONDANNARE. Sbaglierò, ma a me questo bambino mi trasmette una sensazione di profonda tristezza !!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat