14°

Provincia-Emilia

Sorbolo, finta indagine della Polizia: ma è una truffa via internet

Sorbolo, finta indagine della Polizia: ma è una truffa via internet
1

di Pierpaolo Cavatorti

La truffa corre nel «web» a Sorbolo. In paese, negli ultimi giorni, molti computer sono stati «infettati» da un particolare virus messo in rete da qualche hacker. 
Il virus che ha contagiato i computer di Sorbolo si tratta di un «trojan» che sta permettendo a «pirati informatici» un «lavoro» piuttosto capillare. 
Uno scherzo-truffa di cattivo gusto che è un vero e proprio danno per gli utenti: all' accensione del computer ci si trova tutte le funzioni bloccate.  
Lo stupore iniziale lascia il posto alla paura, in quanto sullo schermo appare il logo ministeriale della Polizia postale, o della Guardia di finanza o dei Carabinieri. Sotto l’imponente logo, non a caso messo in primo piano dai pirati informatici per aumentare la pressione psicologica sull’utente, appare in seguito la motivazione del blocco funzionale: tracce dell’indirizzo «Ip» che è la «carta d’identità» di ogni computer, ritrovati su siti pedopornografici. La reazione voluta da parte degli «hackers», e molto spesso ottenuta, è quella di panico nel navigatore, il quale rimane attonito e spiazzato dall’odiosa accusa di aver visitato siti di questo genere. A questo punto scatta la trappola: per sbloccare il sistema, è necessario effettuare un pagamento o tramite bonifico bancario o tramite vaglia alle coordinate fornite dalla schermata iniziale. Inutile rimarcare che la richiesta di denaro è un puro e semplice imbroglio, ma lo stato d’ansia che il «virus» ha creato nelle vittime, unito allo stupore e alla paura di essere coinvolti in indagini o procedimenti penali, ha fatto sì che alcuni sorbolesi abbiano già pagato la somma richiesta dai truffatori. 
La prima ad accorgersi che qualcosa di strano stava accadendo è stata la titolare della tabaccheria su via Mantova, che nel giro di qualche giorno ha effettuato diversi pagamenti per alcuni clienti, i quali lamentavano la richiesta di ammende da parte della Polizia postale per riabilitare l’utilizzo del proprio computer. Tutte cifre che da 60 euro non arrivavano mai oltre i cento, ma la frequenza e la natura di queste multe ha così insospettito la gestrice dell’attività che si è recata dal vicino esercizio «Pc Service», attività sorbolese da anni competente nel campo dell’informatica, al fine di chiedere delucidazioni sull’accaduto. Marcello Palamà, titolare dell’esercizio insieme al socio Pierpaolo, intenti nel frattempo a «disinfettare» proprio dallo stesso «virus» alcune macchine di altri sorbolesi, hanno scoperto purtroppo che la truffa ai danni di molti utenti è talvolta funzionata. Sembra infatti che siano già diverse decine le vittime del raggiro, che si sono sentite obbligate a versare l’obolo richiesto entro le successive ventiquattr’ore. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    22 Aprile @ 21.33

    SARANNO GLI STESSI CHE HANNO CLONATO LE CARTE BANCOMAT ?? Sono sicuro che la Polizia sa chi sono.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noè: "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

1commento

processo aemilia

Traffico di yacht e gruppi russi: quegli incontri a Parma della 'ndrangheta Tg Parma

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

Salute

Studio Efsa: 25mila morti all'anno in Europa per la resistenza dei batteri agli antibiotici

L'Italia è fra i Paesi più a rischio

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

11commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

RUGBY

Palazzani: "Sei Nazioni, un'emozione unica. Zebre: domenica c'è l'Ulster" Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv