-2°

Provincia-Emilia

Langhirano: Pier Luigi Gualerzi grande maestro prosciuttaio

Langhirano: Pier Luigi Gualerzi grande maestro prosciuttaio
0

Giulia Coruzzi

Quando si chiede ad amici, conoscenti e compaesani com'era e chi era Pier Luigi Gualerzi, scomparso ieri prematuramente in seguito a una malattia all’età di 64 anni, si ricevono risposte che lasciano comprendere quanto fosse amato e stimato da tutti quest’uomo, riconosciuto tra i più grandi maestri prosciuttai di sempre. Il nonno iniziò a lavorare le cosce di suino ancor prima che Pier Luigi nascesse. Passò poi il testimone al successore Tonino che infine lo lasciò a lui e ai suoi due figli Romeo e Pier Antonio che avranno ora il compito di continuare a far vivere l’azienda in accordo con la filosofia della famiglia. Le quattro generazioni che si sono trasmesse sapere ed esperienza, hanno venduto i propri prodotti tanto all’estero quanto ai più grandi supermercati italiani, assicurando ai prosciutti Gualerzi un nome che significa qualità, genuinità e garanzia di superiorità. «Pier Luigi trasformò un’azienda famigliare in vera e propria industria – spiegano alcuni dipendenti storici della sede di Pilastro - Aveva un sesto senso per gli affari, ma soprattutto l’approccio giusto al lavoro: un mix di amore per la terra e per le tradizioni sapientemente unito alla curiosità per la tecnologia e per l’avanguardia nelle strumentazioni». Ma la sua ricetta vincente è stata un’altra: vivere l’azienda come una famiglia, prendersi a cuore le problematiche dei dipendenti, l’affetto per i collaboratori. «Ha sempre trattato tutti con rispetto – aggiungono i suoi fidati dipendenti - Era un esempio per tutti di apertura, generosità, saggezza. Era un cervello acuto, un grande maestro, una mente curiosa e appassionata, era un uomo sempre proiettato in avanti. Si è fatto voler bene, per il suo essere schietto e vero. Era una persona che non amava le apparenze. Con lui c'erano la lode e il rimprovero, ma sempre espressi in maniera costruttiva ed elegante». Persona sensibile, Pier Luigi Gualerzi manifestò sempre la sua vicinanza alle associazioni di volontariato, sia a quelle locali sia a quelle che si dedicavano alla ricerca e alla lotta contro le malattie gravi. «Tutti a Pilastro lo conoscevano, ma il suo nome e il suo carattere erano arrivati lontano – spiega un amico - Originario di Vigatto, mantenne sempre le sue radici ancorate alla terra, anche se a volte gli piaceva volare in alto». Anche in senso letterale, tanto che ogni anno in occasione di Cibus amava organizzare trasporti molto speciali per i suoi clienti dal salumificio all’ente fiera. Li ospitava nello stabilimento per una visita e qualche assaggio e poi li accompagnava in elicottero a Baganzola. Prima di andarsene si è raccomandato di non far mancare nulla a nessuno nemmeno in questa imminente nuova edizione. Amante dello sport si offrì come sponsor mettendo la sua azienda sulle maglie del rugby, del ciclismo, ma anche delle realtà amatoriali locali. «Lavorava dalle 7 del mattino alle 9 di sera, sabato e domenica compresi – concludono, con un velo di tristezza,  in azienda - Era sempre qui, ma trovava ogni tanto un po' di tempo per pescare e curare le sue auto d’epoca». La passione per i veicoli storici lo aveva portato anche a ospitare ristori all’interno dei suoi locali durante manifestazioni e raduni automobilistici. Sognava una pensione di meritato riposo che purtroppo non si gusterà. «Ci mancherà, ma lo sentiremo vicino applicando i suoi insegnamenti e i suoi consigli» promette chi gli voleva bene. Amici e famigliari daranno il loro ultimo saluto a Pier Luigi Gualerzi oggi alle 14.30 con partenza dalla Casa di cura Città di Parma. La Santa messa si svolgerà alle 15 nella chiesa di Arola e da qui il corteo funebre si sposterà verso il cimitero di Vigatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

11commenti

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

15commenti

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

16commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017