Provincia-Emilia

L'agenda del 25 Aprile: gli eventi di oggi nel Parmense

3

ALBARETO
Anche ad Albareto si celebra la festa della Liberazione. Oggi, alle 16, il parroco monsignor Renato Fugaccia presiederà la messa nella chiesa parrocchiale di Maria Assunta; al termine della funzione si formerà un corteo, guidato dalla banda comunale diretta da Daniele Cacchioli seguita dai labari e dalle bandiere dei vari gruppi dei combattenti, dei reduci e dal parroco con i ministranti che, dopo aver percorso un tratto della strada Provinciale, si fermerà davanti al monumento dei caduti. Il sindaco Ferrando Botti, nel suo intervento, parlerà dei valori della Resistenza. La cerimonia si concluderà con l’alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro ai piedi del monumento.

BARDI
Il diario del partigiano "Garibaldi"

BEDONIA
Solenne cerimonia a Bedonia per il 25 Aprile. Il Comune, in collaborazione con le associazioni combattentistiche e gruppi di volontariato, ha definito il programma: alle 10.30 il raduno dei partecipanti in piazza Caduti per la Patria; seguirà la sfilata per via Garibaldi e, alle 11.15, messa in suffragio dei caduti, officiata da don Giovanni Cigala. Alle 12, omaggio ai caduti e deposizione della corona di fiori alle lapidi di via Monsignor Checchi. Seguirà il discorso del sindaco Carlo Berni e l’orazione ufficiale pronunciata dal professor Bartolomeo Caramatti. Interverrà la banda «Glenn Miller», diretta dal maestro Daniele Cacchioli.

BERCETO
Nutrito il programma del 25 Aprile oggi a Berceto: alle 10.30 verrà deposta una corona d’alloro presso le lapidi in municipio; corteo dell’associazione alpini di Berceto e delle autorità per piazza dei Caduti per deposizione di una corona d’alloro. Alle 11.45, a Ghiare, con l'intervento del sindaco Luigi Lucchi, nei luoghi del martirio, dove verrà  deposto un mazzo di fiori. Alla casa protetta «Gino Cavazzini», alle 15.30, canti popolari con la Corale Val Gotra. Alle 16.30 intervento commemorativo di Meuccio Berselli, presidente della Bonifica Parmense, sul valore della Resistenza. Alle 17, a cura della professoressa Enrica Zoppi, presentazione del libro: «1944: quel luglio di sangue» di Giacomo Bernardi; a seguire spettacolo di intrattenimento e di magia. Alle 18.30 l’Auser e la cooperativa «Aurora Domus», in collaborazione con la società di ristorazione Camst, offrirà un rinfresco ai partecipanti. La giornata si concluderà dopo cena, alle 21, con la pièce teatrale «Il 25 Aprile per non dimenticare... ma anche per non odiare mai più», con la compagnia «I sogni del vicolo» di Parma. La rappresentazione si terrà nella palestra delle scuole.

BORGOTARO
A cura del Comune di Borgotaro e delle associazioni partigiane Anpi-Alpi-Apc, oggi si terrà la festa della Liberazione dal nazifascismo, con una serie di eventi, che coinvolgeranno le scuole e l’intera popolazione. Alle 9.45 la celebrazione della messa, presieduta da monsignor Angelo Busi, al cimitero di Borgotaro, presso il sacrario dei caduti; alle 10.45, al parco «Battaglione Tolmezzo», di fronte al monumento ai caduti alpini, si formerà il corteo, che percorrerà le vie del paese. Alle 11.15, ai giardini IV Novembre, la deposizione di una corona al monumento ai caduti di tutte le guerre. L’orazione ufficiale verrà pronunciata dal dottor Sergio Giliotti, rappresentante delle associazioni partigiane. In caso di maltempo, si terrà al teatro «Farnese». Parteciperà alla cerimonia il Corpo Bandistico Borgotarese, diretto da Francesco Zarba.

BUSSETO
A Busseto la cerimonia per la commemorazione del 25 Aprile, oggi inizierà alle 10 con il raduno dei partecipanti nel cortile della Rocca municipale. Alle 10.30 sarà celebrata la messa nella chiesa collegiata e, subito dopo, di fronte al monumento ai «Caduti per la libertà» di piazza Matteotti, commemorazione ufficiale tenuta dal dottor Roberto Spocci, direttore dell’Archivio storico comunale di Parma. Per l’occasione, in piazza Verdi, per tutta la mattinata, distribuzione del primo numero del «Gazzettino dell’Anpi».

CASSIO
A Cassio oggi le celebrazioni commemorative della festa di Liberazione inizieranno alle 10.30 con la celebrazione della messa. A seguire si terranno i due tradizionali discorsi commemorazioni davanti ai monumenti collocati in piazza della Libertà e in piazza Martiri di Cassio.

COLLECCHIO
Anche Collecchio celebrerà la festa della Liberazione. Alle 8.15, si terrà l’alzabandiera e la deposizione delle corone ai monumenti all’alpino e ai Caduti di Nassiriya; alle 9.15, deposizione di una corona alla lapide di tutti i partigiani, nel cimitero del capoluogo. Alle 10, nella parrocchiale di Collecchio, verrà celebrata la messa; alle 11.15, ritrovo nel piazzale del Municipio, con deposizione delle corone alle lapidi, per poi formare il corteo, guidato dal Complesso musicale «Città di Collecchio». Seguirà il saluto del sindaco Paolo Bianchi e di Paolo Contermini del Comitato Anpi di Parma.

COLORNO
Le manifestazioni del 25 Aprile, 67° anniversario della fine della Seconda guerra mondiale, inizieranno oggi alle 9.15 con il raduno in piazza Garibaldi e la formazione del corteo diretto all’Asp «Bassa Est San Mauro Abate». Alle 10.30, in piazza Garibaldi, il sindaco Michela Canova terrà l’orazione ufficiale. Seguiranno la messa in San Liborio, alle 11, e la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti.   La cerimonia sarà accompagnata dal gruppo bandistico «Antico concerto a fiato».  Contemporaneamente si svolgerà la «Staffetta della libertà» con la partecipazione degli alunni della secondaria dell’Istituto comprensivo «Belloni». Alle 7.45 partenza dal monumento ai caduti di piazzale Vittorio Veneto con gli automezzi del Comune per Mezzano Superiore. Alle 8, alla presenza dei sindaci di Mezzani, Colorno e Sorbolo, la «Staffetta della libertà» ripartirà da Mezzano Superiore per Colorno. Durante il percorso commemorativo i ragazzi depositeranno fiori ai cippi.

FELINO
Continua la rassegna di documentari e cortometraggi, organizzata dall’amministrazione comunale di Felino, dal nome «Senza capo né coda». Dopo il successo dei primi due appuntamenti, la rassegna riprende con un evento speciale in occasione della «Festa della Liberazione». Oggi, alle  21, all’interno della sala civica «Amoretti» di via Corridoni verrà proiettato il film – documentario «All’armi siam fascisti», un film di Lino Del Fra uscito per la prima volta nelle sale cinematografiche nel 1961. Il film illustra i fatti storici salienti, sia politici e sociali, che sono accaduti nel periodo compreso tra il 1911 e il 1945 in Italia, senza però rinunciare a sguardi sulla situazione europea e mondiale. Questo terzo evento è stato organizzato grazie alla collaborazione della sezione felinese dell’Anpi. Fabrizio Leccabue, assessore alla cultura, è il promotore di questa rassegna assieme ad Elisa Leoni, assessore all’ambiente. L’ingresso all’evento è gratuito.

FONTEVIVO
Il Comune di Fontevivo e l’Associazione nazionale  combattenti e reduci di Fontevivo hanno preparato il programma delle manifestazioni per il 25 Aprile. Le celebrazioni inizieranno oggi alle 9, con il ritrovo in piazza Stradella a Pontetaro e la successiva deposizione di una corona davanti al monumento ai caduti di tutte le guerre nel giardinetto di via Gramsci. Alle 9.45 il corteo si sposterà a Bianconese dove sfilerà dal piazzale di via Don Zilioli fino al monumento ai caduti nel cimitero di Bianconese, dove sarà reso loro un omaggio solenne. Alle 11, a Fontevivo, da piazza Repubblica si arriverà al monumento di via Marconi: qui saranno pronunciate le orazioni ufficiali. Tutta la manifestazione sarà accompagnata dal Corpo Bandistico Pontolliese di Ponte dell’Olio.

FORNOVO
Oggi, 25 aprile, il raduno è previsto alle 9.45 in piazza del Municipio con l’accoglienza del Complesso bandistico fornovese. Alle 10.30 la messa nella pieve di Santa Maria Assunta. Alle 11.15 la deposizione di corone in onore dei caduti della Resistenza in piazza Matteotti e in piazza del Municipio, dove  terranno l’orazione ufficiale il sindaco Emanuela Grenti e il presidente del Consiglio provinciale, Mario De Balsi. Le celebrazioni proseguiranno in serata alle 21, al cinema «Lux» di Fornovo, dove andrà in scena il reading teatrale «La scelta» di Marco Cortesi e Mara Moschini: attraverso le parole dei narratori, lo spettacolo racconta storie vere di coraggio e solidarietà avvenute nel corso del conflitto nell'ex Jugoslavia tra il 1991 e il 1995. Si tratta di sette storie che rappresentano straordinarie testimonianze di eroismo, fratellanza e umanità: storie vere di uomini e donne che hanno avuto il coraggio di ribellarsi ai pregiudizi, di rompere la catena dell’odio e della vendetta, persone che hanno avuto la capacità di vedere oltre il loro egoismo e di liberarsi dal ruolo di complici passivi di un meccanismo basato sull'odio. L'evento è promosso dal locale comitato «Amici della Resistenza e della Costituzione Repubblicana», in collaborazione con il circolo Arci «Antonio Guatelli» di Riccò, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Fornovo, di Amnesty International e della Rai Segretariato sociale. Lo spettacolo teatrale sarà replicato giovedì per le scuole, sempre al teatro «Lux». L'ingresso è gratuito.

LESIGNANO
Un 25 Aprile ricco di iniziative organizzate dal Comune, a Lesignano, per celebrare il 67° anniversario della Liberazione. Oggi, alle 11, l’appuntamento sarà a Santa Maria del Piano, dove è previsto il ritrovo in piazza Salvo D’Acquisto. Da qui partirà il corteo che condurrà fino al cimitero della frazione per la tradizionale benedizione della cappella dei partigiani. A Lesignano, invece, le celebrazioni avranno inizio alle 11.45, con la posa delle corone e la benedizione ai monumenti ai caduti, al cippo di via Triani e al monumento in memoria degli alpini. La commemorazione non avrà luogo, come negli anni passati, in piazza Marconi bensì in piazza Luciano Silva, dove alle 12 si svolgerà l’orazione ufficiale del rappresentante dell’Istituto Storico della Resistenza e, a seguire, gli alunni della scuola media leggeranno brani riguardanti la lotta al nazi-fascismo e la Liberazione. Per concludere salirà sul palco un incaricato dell’Anpi  di Lesignano. Il trasferimento delle celebrazioni in piazza Luciano Silva è stato deciso dall’Amministrazione comunale, per consentire il normale svolgimento del mercato settimanale in piazza Marconi, a seguito delle richieste degli ambulanti, che avevano espresso il desiderio di essere presenti con le bancarelle nonostante la festività.

MEDESANO
Anche Medesano celebra oggi l’anniversario della Liberazione. Alle 10 si terrà il ritrovo dei partecipanti, di fronte alla chiesa di Felegara, dove si esibirà la banda comunale, accompagnata dalle majorettes. Alle 10.30, verrà celebrata la messa, con la partecipazione del coro alpino «Fiamme Verdi» di Ramiola. Alle 11.30 partirà il corteo, che sosterà per la deposizione di una corona di fiori, al monumento ai caduti e  proseguirà verso il Centro sociale anziani, dove il sindaco Roberto Bianchi e Giampaolo Cantoni, presidente provinciale dell’Associazione deportati, interverranno l’orazione ufficiale. 

MEZZANI
In occasione dell’anniversario della Liberazione, il Comune di Mezzani ha organizzato un nutrito programma. L’avvio delle celebrazioni sarà oggi, alle 8, in piazza Rondizzone, a Mezzano Superiore, dove, salutata dai sindaci dell’Unione Bassa Est, partirà la fiaccolata della libertà. Due saranno i percorsi: uno verso Sorbolo ed uno verso Colorno. Alle 9,15, a Coenzo, verrà deposta una corona al monumento ai caduti, mentre alle 9,45, la fiaccolata giungerà a Sorbolo. L’arrivo della fiaccolata, darà il via, a Mezzano Inferiore, al corteo, che, preceduto dalle majorettes del gruppo «Le Jolly», giungerà in piazza Belli. Il programma proseguirà, alle 10, in piazza Rondizzone, a Mezzano Superiore, con l’orazione del sindaco Romeo Azzali e di Alice Calestani dell’Anpi.

MONTICELLI
Monticelli Terme sarà il fulcro della celebrazione dell’anniversario della Liberazione. Il Comune di Montechiarugolo organizza, per la mattinata di oggi, la Festa del 25 Aprile, che si snoderà unicamente nel paese termale. L’alzabandiera si avverrà alle 9.45, alla presenza delle autorità, nel piazzale degli alpini. La manifestazione si sposterà successivamente  nello spazio antistante il vicino cimitero, con il ritrovo dei gonfaloni del Comune, dell’Anpi e delle Associazioni combattentistiche, per la tradizionale deposizione della corona d’alloro. Il programma prevede per le 10.30, nella chiesa parrocchiale di Gesù Salvatore, la celebrazione di una messa. Verso le 11.15, il gruppo dei partecipanti in corteo raggiungerà piazza Fornia per la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti, la benedizione e il saluto dell’Amministrazione comunale. Come sempre, la cerimonia sarà accompagnata dalle note del complesso bandistico Montechiarugolo Folk Band «Tullio Candian» di Montechiarugolo. La manifestazione si concluderà con il tradizionale rinfresco, offerto dal circolo Arci «Giuseppe Verdi».

NEVIANO
Oggi il piazzale antistante la nuova sede del museo storico della Resistenza, a Sasso di Neviano, sarà intitolato a Salvatore Maneschi, il partigiano Clitunno. Nel 1979, nel suo ricordo, la moglie, Maria Bondani, aveva offerto gratuitamente, alle associazioni partigiane, l’uso dei locali, a piano terra della sua abitazione, a Sasso, perché vi fosse fatta una raccolta di ricordi della Resistenza, tra l’altro anche vicino al monumento pure dedicato alla Resistenza e alle vittime civili. Quel primo museo, a cui allestimento lavorò con tenacia anche il partigiano, Luigi Castignola (Dinamite) fu inaugurato il 1° luglio del 1979 in coincidenza della celebrazione del 35° anniversario dell’eccidio compiuto dai nazifascisti durante il rastrellamento del 1° luglio 1944. Il 25 aprile 2005, tutta la raccolta museale, a cura dell’Amministrazione comunale di Neviano, fu sistemata in una nuova e vicina sede, inaugurata con la presenza del governatore dell’Emilia Romagna, Vasco Errani.

NOCETO
Anche Noceto oggi renderà omaggio ai caduti nella giornata della Liberazione. Alle 9.45, si terrà il ritrovo di fronte al municipio; alle 10, il corteo per le vie del paese con il Corpo Bandistico «La Noce». Al termine, nella chiesa  parrocchiale di San Martino, la messa; a seguire, la deposizione di una corona, da parte delle autorità, al monumento ai caduti. Infine il sindaco Giuseppe Pellegrini terrà un discorso commemorativo. 

PALANZANO
Palanzano si prepara per le celebrazioni dedicate alla Liberazione. Oggi alle 11 una messa sarà celebrata nella chiesa del capoluogo, al termine sarà deposta una corona in memoria dei caduti ai piedi del monumento a loro dedicato in piazza Cardinal Ferrari. Le celebrazioni si sposteranno poi, alle 11.15 a Ranzano, dove don Protais Dusabe celebrerà una messa nella parrocchiale della frazione. Al termine della liturgia una processione partirà alla volta della strada provinciale Massese, per la deposizione della corona di fiori ai piedi del monumento ai caduti.

POLESINE ROCCABIANCA ZIBELLO
I Comuni di Polesine, Zibello e Roccabianca, unitamente all’Anpi locale, celebreranno con una cerimonia congiunta la ricorrenza del 25 Aprile. Si inizia alle 10.15 con il ritrovo davanti al municipio di Roccabianca con saluto del sindaco Giorgio Quarantelli e la posa di una corona al monumento ai caduti. Alle 10.35, ritrovo al monumento ai caduti di Pieveottoville con posa della corona e, alle 10.45, al monumento di Zibello con saluto del sindaco Manuela Amadei e posa della corona d’alloro. Luogo centrale della manifestazione sarà, quest’anno, Polesine col raduno davanti al municipio alle 11.05. A seguire il saluto del sindaco Andrea Censi e del presidente Anpi Lorenzo Seletti, corteo lungo le vie del paese con la banda «Vito Frazzi» di San Secondo e, alle 11.50, orazione ufficiale della senatrice Albertina Soliani. Infine, alle 12.30, pranzo sociale alla «Vecchia Samboseto». Per partecipare al pranzo è necessario prenotare contattando il 3332880430.

PONTREMOLI
Pontremoli festeggerà solennemente l’anniversario della Liberazione. Oggi alle 17,45 in piazza della Repubblica si raduneranno autorità civili e militari, associazioni e rappresentanze. Alle 18, nella cattedrale cittadina, seguirà la messa. Al termine della funzione religiosa, un corteo sfilerà per le vie del paese, accompagnato dalla musica, dai rappresentanti delle associazioni di combattenti e d’Arma con deposizione di corone e tributo d’onore ai monumenti dei caduti.

SALA BAGANZA
Oggi alle 9,30 davanti al municipio di Sala Baganza si formerà il corteo che attraverserà le vie del paese e che, dopo la deposizione della corona al cippo del partigiano in piazza 25 Aprile confluirà  all’oratorio dell’Assunta dove verrà officiata la messa. A seguire gli interventi del sindaco Cristina Merusi e del sindaco del consiglio comunale dei ragazzi, Giorgia Balotta e del presidente dell'Anpi di Sala Giovanni Ronchini, impreziositi dai canti dei ragazzi delle elementari. Alle 12.30 sarà organizzato il pranzo partigiano dell’Anpi nella «sala del fossato» della Rocca. Nell’Oratorio dell’Assunta, alle 15.30, «La libertà è una sola», rappresentazione musicale-teatrale scritta, diretta e interpretata da Valerio Cavalli e Stefano Nidi.

SAN SECONDO
Un calendario ricco di appuntamenti quello organizzato, in occasione delle celebrazioni del 25 Aprile, dalla sezione Anpi «Pattini». La giornata prenderà il via alle 9.30, in piazza Martiri di Cefalonia, con la formazione del corteo, guidato dalla banda «Vito Frazzi». Alle 10.20, in piazza Martiri della Libertà la messa mentre alle 11, sempre in piazza Martiri della Libertà, gli interventi del segretario dell'Anpi sansecondina, Filippo Nizzoli, e del sindaco Antonio Dodi. Successivamente, nel parco della Rocca, la premiazione della 4ª edizione del premio di poesia «Libertà e democrazia» riservato agli studenti dell’Itis «Galilei» e della media «Vitali». Alle 15.30, in piazza della Rocca, prenderà il via la festa «Musica live, parole e birra» che vedrà esibirsi in concerto i Me Pek e Barba, La Suite, i Lati-Tanti Fra-Stornati e Soundtrack of a Summer. Dopo i concerti interverrà, con alcune letture, l’attore Claudio Guain. In caso di pioggia la festa si terrà nella tensostruttura di via Raffaello.

SISSA
A Sissa inizieranno alle 10.45 le celebrazioni del 67° anniversario della Liberazione. Oggi ritrovo e formazione del corteo, alle 10.45, dinnanzi alla Rocca dei Terzi. Alle 11 messa in suffragio dei caduti di tutte le guerre mentre alle 11.45 deposizione di una corona al monumento ai caduti. A seguire l’orazione ufficiale del sindaco di Sissa, Grazia Cavanna.

SORAGNA
Il Comune di Soragna, in occasione del 25 Aprile, in collaborazione con l'Associazione combattenti e reduci, ha organizzato la celebrazione con la deposizione di fiori, alle 8.30, di fronte ai cippi e alle lapidi che ricordano i caduti di tutte le guerre. Alle 10 la messa di suffragio nella parrocchiale. Al termine verrà ricordato Bruno Scaramuzza, sedicenne ucciso dai soldati tedeschi il 25 aprile 1945.

SORBOLO
Casaltone non dimentica e ricorda l'eccidio nazista

TORNOLO
Con spirito di unione negli ideali di libertà e di pace, la divisione partigiana «Centocroci e Val Taro» ha organizzato per oggi un'importante cerimonia che coinvolgerà due regioni (Emilia e Liguria), tre province (Parma, Massa e La Spezia) e tre comuni (Varese Ligure, Albareto e Tornolo). I partigiani e i loro familiari si ritroveranno alle 10 a Varese Ligure per partecipare alla sfilata dei vari reparti accompagnati dalle note della banda musicale-filarmonica di Sestri Levante, alla deposizione della corona e dei fiori al monumento ai caduti e al saluto dei reduci, dei rappresentanti delle associazioni e delle autorità liguri. Terminata la celebrazione, i partecipanti saliranno al passo Centocroci, nel territorio comunale di Tornolo, e sosteranno davanti al monumento ai partigiani collocato proprio sul confine ligure-emiliano dove alle 11 monsignor Mario Perinetti, cappellano della divisione partigiana «Centocroci», celebrerà la messa all’altare situato ai 1100 metri del passo. Dopo l’omelia nella quale il sacerdote ricorderà la storia di questa divisione che ha combattuto e ha conquistato la libertà nel rispetto della vita e degli ideali cristiani, seguiranno i saluti dei sindaci di Albareto Ferrando Botti, di Tornolo Maria Cristina Cardinali e Varese Ligure Michela Marcone e di altre autorità civili e militari delle province coinvolte nella manifestazione celebrativa.

VALMOZZOLA
Dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18, visite al Museo della Resistenza di Mormorola e, nel corso della mattinata avrà luogo la deposizione di un omaggio floreale al cippo dei caduti a Mormorola e alla  lapide dedicata al Comando unico in zona Castello di Mariano.

VARANO MELEGARI
Oggi, con inizio alle 10.30, avrà luogo nella chiesa di Montesalso la celebrazione commemorativa della festa di Liberazione. Alle 10.30, come detto, è previsto il raduno nel piazzale della chiesa e alle 11 sarà celebrata la messa. Alle 11.30 seguirà la deposizione di corona di alloro al monumento adiacente la chiesa e il discorso commemorativo delle autorità. Alle 11.45 si svolgerà lo spettacolo degli Sbandieratori di Fornovo Taro e alle 12 è in programma un buffet al Centro di accoglienza di Montesalso.

VARSI
Il Comune di Varsi, in collaborazione con il gruppo Alpini, celebrerà il 25 Aprile con una solenne cerimonia. Le autorità e i cittadini si ritroveranno oggi alle 10 davanti al municipio per poi portare mazzi di fiori nei monumenti di Pietrarada, Tosca e Pessola. Alle 11 il ritorno a Varsi con la messa nella chiesa parrocchiale. Seguiranno un breve corteo, l’alzabandiera e i discorsi delle autorità in piazza e dinnanzi ai monumenti ai caduti, dove avverrà la deposizione di una ghirlanda di fiori. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • www.gazzettadiparma.it

    25 Aprile @ 12.35

    @Dario - Dopo la segnalazione è stata fatta una verifica ed è stato possibile modificare l'articolo con una informazione corretta su Valmozzola. Ringraziamo il lettore, sì, però si tratta di un lettore anonimo.

    Rispondi

  • Dario

    25 Aprile @ 12.28

    Riporto il testo presente fino alle 10 di questa mattina, ovvero, quando la gente si stava organizzando: " Per il 25 Aprile il Museo della Resistenza di Valmozzola ha organizzato un incontro in cui sarà mostrato il ripristino dei collegamenti radio clandestini. Con la collaborazione di «Tracce di Storia» e «Rover Joe» sono stati restaurati gli apparati radio dei servizi segreti utilizzati nel secondo conflitto dalle organizzazioni del SOE e dai comandi delle brigate partigiane. Oggi sarà ripristinata la stazione ricetrasmittente alleata SCR 192 (BC191 e BC312): gli appassionati della radio riconosceranno gli apparati che hanno fatto la storia della radiocomunicazione privata, rievocata dai soci dell’Associazione Radioamatori di Fidenza. Ricordiamo, infine, il programma: dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18, visite al Museo della Resistenza di Mormorola e, nel corso della mattinata avrà luogo la deposizione di un omaggio floreale al cippo dei caduti a Mormorola e alla lapide dedicata al Comando unico in zona Castello di Mariano" Comodo cambiare le carte in tavola modificando l'articolo all'ultimo facendo gli indiani e senza nemmeno ringraziare chi ha fatto la segnalazione. La solita superficialità della Gazzetta!!!

    Rispondi

  • Valmozzola

    25 Aprile @ 09.44

    Una precisazione per quanto riguarda gli appuntamenti a Valmozzola: le manifestazioni legate alle colebrazioni per l'anniversario della Liberazione sopra citate si sono svolte domenica 22 aprile. Nella giornata di oggi, 25 aprile, rimarrà comunque aperto il Museo della Resistenza in località Mormorola.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Kim Kardashian divorzia?

Gossip

Kim Kardashian divorzia?

ManìnBlù: "Questa canzone"

singolo prenatalizio

ManìnBlù, il nuovo singolo: "Questa canzone" Video

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger

Mick Jagger

New York

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

GUSTO

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

Lealtrenotizie

Bilancio: tutti gli interventi del 2017

Comune

Bilancio: tutti gli interventi del 2017

CAVALCAVIA

Via Mantova, presto nuovo guard rail

Il Parma

La vittoria che ci voleva

LIBRO

Sopra Le Aspettative, la vita oltre la Sla

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

Colorno

Battuto il record alla disfida degli anolini

PEDEMONTANA

Allarme povertà, sussidi per 150 famiglie

Paura

Spray al peperoncino in discoteca

17a giornata

D'Aversa, buona la prima: 1-0 e 3 punti d'oro a Bolzano Guarda il gol - Fotogallery

Nocciolini: "Stesso Parma, ma con più grinta", Scavone: "Bene, ma la strada è lunga" (Video)Pacciani: "Vittoria sofferta ma meritata" (Videocommento) - D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi la squadra ha tenuto" (Video)Lega Pro, risultati e classifica (guarda)

3commenti

sudtirol-parma 0-1

D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi abbiamo tenuto bene" Video

incidente

Auto contro un palo a Soragna: 21enne ferito

WEEKEND

Natale nell'aria: dagli acrobati ai mercatini i 5 eventi imperdibili

feste

Si accende l'albero in piazza: suggestioni natalizie nella nebbia Video

Polizia municipale

Dalla Puglia a Collecchio in tre ore? No, tachigrafo truccato: maxi-multa

3commenti

Inchiesta

Emergenza truffe: come difendersi

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

CONTI PUBBLICI

La manovra è legge: ecco cosa cambia

2commenti

Reggio Emilia

Si travestiva e pagava ragazzini per fare sesso: arrestato 40enne, più di 30 vittime

1commento

SOCIETA'

Londra

E' morto Greg Lake, la voce di Emerson, Lake and Palmer

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

SPORT

Storie di ex

Fiorentina avanti in Europa grazie a Chiesa jr.

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

MOTORI

Suzuki, il grande ritorno di Ignis