22°

Provincia-Emilia

Estorcono denaro ad avvocato bolognese in difficoltà. Ritrovata a Fidenza l'auto rapinata

Estorcono denaro ad avvocato bolognese in difficoltà. Ritrovata a Fidenza l'auto rapinata
Ricevi gratis le news
0

 

BOLOGNA, 5 MAG – «O paghi, o muori. Sappiamo dove abiti e dove va a scuola tuo figlio». Erano di questo tenore le minacce che, per due anni, un avvocato tributarista bolognese di 55 anni si è sentito rivolgere da una banda di presunti estorsori, dopo un prestito di 91.000 euro contratto nel 2010.

In breve la somma era praticamente raddoppiata e i creditori avevano cominciato a intimidirlo, arrivando a minacciarlo con una pistola, a requisirgli la macchina e a fargli credere di avere a che fare con una pericolosa famiglia della 'ndrangheta calabrese. A gestire tutto, secondo i carabinieri, era invece G.D.C., 48 anni, di Bologna, ex intermediario immobiliare che la vittima aveva conosciuto in passato per lavoro, supportato da due complici, V.V. di 51, bolognese e A.V., di 44, originario di Bari ma residente a Bologna.

Il terzetto è stato arrestato ieri dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Bologna, in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari per estorsione continuata e aggravata in concorso, rapina aggravata, detenzione e porto abusivo di armi. I provvedimenti sono stati firmati dal Gip Pasquale Gianniti, su richiesta del Procuratore Aggiunto Valter Giovannini e del sostituto Claudio Santangelo.

L'avvocato si è rivolto ai carabinieri lo scorso febbraio, dopo un paio d’anni di intimidazioni.

In un caso, secondo la ricostruzione degli investigatori, G.D.C. e V.V. si sarebbero presentati nel suo studio minacciandolo con una pistola e un coltello, poi gli avrebbero rapinato la macchina, una Peugeot 206, impossessandosi delle chiavi e impegnandosi a restituirla solo dopo il saldo del credito. A.V. sarebbe stato invece l'autore di alcune telefonate minatorie fatte con un marcato accento meridionale («Se non paghi ti taglio la capa»). All’inizio di quest’anno l’avvocato aveva restituito a G.D.C. 174.000 euro e sperava di avere finito di pagare. Invece ha scoperto che l’uomo aveva acquisito effetti e cambiali anche da altri suoi creditori e pretendeva ulteriori 300.000 euro, millantando che dietro il prestito ci fosse una famiglia calabrese. A quel punto l’avvocato si è deciso a denunciare tutto ai carabinieri.

Le indagini, con pedinamenti e intercettazioni, hanno rapidamente portato a individuare i tre. A casa di G.D.C., a Zola Predosa, è stata trovata la pistola, replica di una Beretta calibro 9x21 priva del tappo rosso regolamentare, utilizzata per minacciare la vittima, oltre a varia documentazione. A V.V. sono state invece sequestrate altre due pistole, autentiche ma regolarmente detenute, una carabina ad aria compressa e 5 coltelli. Recuperata, in un’autofficina di Fidenza (Parma), anche la Peugeot che era stata sottratta alla vittima. Secondo gli investigatori, non è escluso che altri professionisti in difficoltà siano finiti nel mirino degli estorsori. Durante le indagini, nel marzo scorso due degli indagati erano stati sorpresi dai carabinieri a danneggiare l'auto di un piccolo imprenditore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

IL RISTORANTE

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

Calcio

Per il Parma un altro ko

7commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

8commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

39commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

5commenti

IL VIDEOCOMMENTO

Grossi: "Castigati da Caputo, inseguito a lungo dal Parma"

1commento

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

tamponamento

Incidente in Tangenziale Nord (via Venezia): in due al Ps Foto

nella notte

Incidente, schianto contro un traliccio in via Langhirano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

Inghilterra

In due aggrediscono autista: ma lui è esperto di arti marziali Video

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...