-1°

Provincia-Emilia

Ghizzoni spa, chiesta l'amministrazione straordinaria

Ghizzoni spa, chiesta l'amministrazione straordinaria
9

 Paolo Panni

 La crisi economica si abbatte, come una «spada di Damocle» anche sulle rive del Po. E, come un «fulmine a ciel sereno» va a travolgere una delle maggiori aziende della Bassa, attiva a livello internazionale, la Ghizzoni spa,  che realizza metanodotti, con sede operativa a Vidalenzo e legale a Matera.  
«L’amministratore unico della Ghizzoni spa – come si evidenzia in un comunicato della stessa azienda - a seguito di attente verifiche volte a ricercare una soluzione alla crisi di liquidità che riguarda l’impresa, e che si inserisce nel più ampio quadro della gravissima congiuntura economico-finanziaria, oramai sistemica, da tempo persistente a livello mondiale e soprattutto europeo, mercato che più di tutti involge l’attività della Ghizzoni, prendendo atto della mancanza delle condizioni di certezza necessarie per far fronte alla regolare prosecuzione dell’operatività aziendale, con particolare riferimento alla disponibilità delle risorse indispensabili al suo finanziamento, ha deciso, sussistendone a suo parere i requisiti, di presentare istanza per il ricorso all’amministrazione straordinaria, così come prevista dalla legge Marzano. Tale decisione - si spiega ancora - conformemente allo spirito della legge, che disciplina la ristrutturazione delle grandi imprese in stato di insolvenza, è stata dettata dalla finalità di garantire l’efficace ristrutturazione dell’impresa perseguendo, unitamente alla garanzia dei creditori, l’obiettivo di preservare l’avviamento e la posizione di mercato della stessa, assicurando la ristrutturazione del passivo e l’eventuale dismissione delle sole attività non strategiche, oltreché, coerentemente con i detti obiettivi, i livelli occupazionali. Proprio quest’ultima preoccupazione – conclude l’azienda - nella consapevolezza dell’impatto negativo che la detta decisione, pur necessitata, produrrà inevitabilmente sul tessuto sociale, ha dettato l’azione dell’amministratore, indirizzandola verso una scelta di tale natura, ritenuta la più consona a ridurre ed attutirne gli effetti, consentendo, auspicabilmente, al contempo, la possibilità di recupero dell’equilibrio economico dell’impresa». 
Grande la preoccupazione che la situazione sta sollevando in tutta la Bassa e non solo. A rischio vi sono infatti centinaia di posti di lavoro. Sono un migliaio i lavoratori coinvolti, un’ottantina quelli residenti nella Bassa. Parecchi quelli che già da ieri sono in cassa integrazione straordinaria.
 Comprensibile la preoccupazione che coinvolge anche gli amministratori locali. Con un intervento congiunto, i sindaci Andrea Censi di Polesine, Maria Giovanna Gambazza di Busseto e Manuela Amadei di Zibello hanno dichiarato: «Stiamo vivendo ore di apprensione per le comunità che rappresentiamo e siamo chiamati a guidare, ma abbiamo anche preso coscienza, attraverso un approfondito incontro con i primi responsabili dell’azienda, che tutto si sta svolgendo secondo un percorso chiaro e definito che mira indiscutibilmente al proseguimento dell’attività aziendale. Senza entrare nel merito delle dinamiche economiche e d’impresa, per le quali rimandiamo al dettagliato comunicato stampa diffuso dall’azienda stessa - proseguono - intendiamo in primo luogo esprimere nella misura più convinta e sentita possibile, il più alto apprezzamento e ringraziamento per tutto quanto ha realizzato nel corso della sua lunghissima attività imprenditoriale il geometra Matteo Ghizzoni, amministratore unico della Ghizzoni Spa. Un uomo – affermano - che ha dedicato interamente il suo tempo e le sue energie al lavoro nella sua azienda; quel lavoro che grazie alla sua eccezionale abnegazione ha costruito il benessere di una importante parte delle nostre comunità; quel lavoro che ha saputo garantire a migliaia di cittadini del nostro territorio, e di tante altre realtà sociali ed economiche in tutto il mondo, affinché crescendo l’azienda crescesse anche la qualità della vita dei suoi dipendenti. Anche in questa difficilissima congiuntura - dichiarano - le scelte operate evidenziano chiaramente la volontà di mantenere preminente il benessere dell’impresa rispetto anche a quello del suo stesso mentore. Con queste parole riteniamo di interpretare appieno il pensiero delle comunità di Polesine, Busseto e Zibello, che per primi hanno potuto godere per ben più di una generazione le doti imprenditoriali dell’uomo e la conseguente caratura internazionale della Ghizzoni spa. Per quanto concerne l’azione congiunta impresa-istituzioni - aggiungono - assicuriamo ai nostri cittadini un’efficace sinergia volta a garantire un collettivo sforzo verso la soluzione migliore. In questo senso il Comune di Polesine, nella figura del sindaco, coordina le iniziative di carattere istituzionale e il raccordo con l’azienda. Ringraziamo fin da ora – concludono - la Provincia di Parma nella figura del vicepresidente Pierluigi Ferrari e dell’assessore alle Politiche del lavoro Manuela Amoretti per la tempestiva e qualificata disponibilità accordata ai Comuni e all’azienda. Sarà poi nostra cura aggiornare i cittadini e gli organi di stampa sul proseguo delle attività in essere».           
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Rosalia

    10 Ottobre @ 10.52

    saputa la notizia mi è caduto il mondo a terra, sono vent'anni che conosciamo e abbiamo fiducia in Ghizzoni, e penso che è cosi anche per tante altre famiglie, spero di invecchiare con Voi, ogni giorno aspetto che arrivi la solita chiamata e che mio marito mi dice prepara tutto che si parte,ho fiducia e pazienza l'importante che Ghizzoni non si abbatte e riapra i battenti, per tutti quelli che hanno fiducia in Voi. In bocca al lupo. Grazie di tutto augurandovi una buona risalita

    Rispondi

  • resta cataldo

    09 Luglio @ 13.47

    attualmente in cigo dal 19/03/2012 per la ghizzoni,spero che riprenda l"attivita perche ditta seria e capace e come sopra scritto da lavoro a molte famiglie la mia inclusa ,matteo ghizzoni uomo capace e intelligente ce la fara spero solo che si dia uno sguardo intorno e si liberi dai pirania e i rami secchi auguri di buona riuscita e non dimenticare di me distinti saluti .

    Rispondi

  • Alessia Testa

    30 Maggio @ 17.23

    Apprendo con stupore la notizia.. ormai datata.. Ho lavorato per quell'azienda nel lontano 2002/2003.. Posso solamente confermare quanto postato precedentemente!!! E' bello sentire che il Geom. Ghizzoni goda di cotanta stima .. E' proprio come lo ricordavo! Sono convinta che il Geom. con l'aiuto dei figli si risolleverà alla grande!!!! Un caro saluto a tutta la famiglia!

    Rispondi

  • Leonardo

    29 Maggio @ 16.20

    Se è vero che dopo una tempesta esce sempre il sole,spero,o speriamo che questo sole sia più splendente che mai.Una realtà come questa non può finire per colpa di qualcuno che piace giocare sulla nostra pelle.Geometra,hai dato tanto a noi,possiamo contraccambiare orgogliosi e fieri di aver portato cucito sulle nostre tute il tuo simbolo,stendardo di fierezza e di onesto lavoro,augurandoti tutto il bene,tutto il ringraziamento che il nostro cuore può esprimere.GRAZIE GEOMETRA!

    Rispondi

  • alex

    22 Maggio @ 12.32

    ..vero se chiude molte persone sarano a spasso ma solo per poco tempo.. fino a quando non verranno riproposti i lavori in gara e riassegnati ad altre imprese piu sane , che acquisiendo i lavori a prezzi piu convenienti (o umani ) cosi saranno in grado di pagare stipendi e fornitori, solo in questo modo si puo salvare l'economia e non salvando aziende che non sono piu in grado di sostenersi sprecano soldi e poi chiedono allo stato aiuti per essere risanate "ovvero li chiedono a chi paga le tase" (un po come fanno le banche).. se una societa non è piu competitiva o si rinnova o meglio chiuderla.. questa è la legge del mercato.. che i lavori ci siano o no dipende non dalla ghizzoni ma in questo caso dalla Snam.. appena verranno riccollocati le persone torneranno a lavorare.. altre aziende rincominceranno a crescere.. l'economia si risveglia .. è questione di tempo!! se salviamo società in difficolta anche tutte le altre concorrenti non aiutate dovranno chidere creando altri buchi.. e lo stato si dovra accollare tutti i costi di una e delle altre..

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

2commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

Crisi di governo

Mattarella convoca Gentiloni al Quirinale. Renzi: "Torno a casa davvero"

turchia

Autobomba nel centro di Istanbul: 13 morti e decine di feriti

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti