16°

Provincia-Emilia

Co-housing: filosofia di vita o scelta di sopravvivenza?

Co-housing: filosofia di vita o scelta di sopravvivenza?
0

di Francesca Maffini

Non tutti i «co-housing» sono una scelta.
Non tutte le «residenze condivise» sono animate da voglia giovanile di indipendenza o dalla condizione di lavoratori lontani da casa che devono contenere le spese. C’è la contingenza,  ma sempre più spesso, soprattutto, c’è soprattutto l’urgenza: quella disperata di chi si adatta a vivere con  persone estranee perché quell’unico spazio collettivo diventa il salvavita, la mano tesa che tira su dal pozzo della povertà e della disperazione magari piovute addosso all'improvviso, il tetto sopra la testa che fa tirare il fiato.
Questo accade nella Casa per Forestieri, un luogo di prima accoglienza per stranieri bisognosi d’aiuto o per italiani che hanno perso tutto – casa, lavoro, famiglia – sopra la Chiesa di Santa Maria, in centro a Fidenza. Dieci posti in tutto, di cui due destinati alle urgenze, «ma di questi tempi possiamo dire che l’emergenza è continua» come ha spiegato Carla Borghetti, referente del servizio.
Altri sei posti sono disponibili nella casa di seconda accoglienza nel quartiere Corea, gestita nell’ambito del progetto provinciale Arca: «I posti sono destinati esclusivamente a lavoratori stranieri che, pur avendo un lavoro, non hanno ancora uno stipendio tale da permettersi una casa autonoma. In questi casi la Caritas parrocchiale di Santa Maria fa da garante. Gli abitanti della zona hanno accolto bene queste persone e, da ciò che mi risulta, anche gli extracomunitari si sono ben integrati». 
C’è poi il co-housing al femminile con figli, in Casa Tebah, il terzo polo fidentino di accoglienza: «Qui ospitiamo donne con bimbi: si tratta si convivenza di nuclei famigliari che escono da strutture di prima accoglienza, ma che pur avendo un lavoro, ma non riescono ancora a raggiungere l’autonomia abitativa». 
Nella Casa per Forestieri nel 2011 sono stati accolte 19 persone; nella residenza in Corea 6 ospiti; a Casa Tebah 6 donne e 4 minori. I numeri complessivi sono indicatori significativi delle situazioni di difficoltà economica a Fidenza: nel 2011, 162 persone hanno ritirato settimanalmente il pacco alimentare per un totale di oltre 2.345 «cesti della spesa» annui distribuiti nel Centro di Accoglienza ogni sera. Di questi 162, 99 sono famiglie e 63 singoli. Le giornate di accoglienza residenziale sono state 7.906 ed hanno riguardato 41 ospiti.
 «Il dato più allarmante è che nel 2010 rispetto al 2009 le emergenze delle famiglie sono aumentate del 400 per cento: un boom. Poi nel 2011 c’è stato una crescita complessiva dell’11% nell'attività di accoglienza, a conferma che l’emergenza povertà non è purtroppo rientrata, anzi, è vero il contrario» ha evidenziato la Borghetti.
In mezzo alle migliaia di storie difficili che passano per queste «isole di salvezza», sempre più spesso ci sono anche quelle di padri separati che hanno perso il lavoro, non hanno più una casa se questa è stata assegnata alla ex moglie,  sono in crisi economica perchè devono comunque continuare a mantenere i figli e non sanno dove alloggiare. «E’ più facile però che siano le donne a confidarsi - sottolinea la Borghetti - e raccontare pezzetti di vite spesso a brandelli: il marito le ha lasciate, hanno bimbi piccoli, non trovano lavoro. Gli uomini hanno ancora un certo pudore: non raccontano tanto del loro passato. Me ferite, poi, si rimarginano, anche se  con estrema lentezza».
Non per tutti, purtroppo, è così. C'è anche chi non ce la fa a risalire la china e si lascia risucchiare dal vortice della disperazione. E' successo a R. (lo chiameremo così per proteggere la sua identità), cinquantenne fidentino,   elettricista in gamba, una compagna, un figlio. Una vita normale. Poi il lavoro se ne va e con lui anche la famiglia lo abbandona. Incomincia la sua discesa agli inferi, fra alcol e peregrinazioni alla ricerca di un tetto. Dorme in macchina, poi viene ospitato per un periodo dal gestore di un agriturismo locale, che gli dà una mano a cercare un'occupazione e convince i servizi sociali a farsi carico del suo caso. Ma R. è sopraffatto dalla disperazione e sa più nemmeno occuparsi di sè.  Per lui le ferite sono più aperte che mai. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

1commento

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

anteprima gazzetta

La nuova (spregevole) trovata dei truffatori? Il rilevatore del gas

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

foto dei lettori

Parcheggio intelligente

LUTTO

Addio a "Valo", San Lazzaro nel cuore

Roberto Valenti, 66 anni, aveva giocato anche in B

2commenti

tribunale

Il pm: "Delinquente abituale". Carminati (dal carcere di Parma) esulta

tg parma

Cinque trapianti di rene in due giorni all'ospedale Maggiore Video

mafia

Aemilia: una "squadra" di quattro Pm per l'appello

Dda chiede sentire chi ha indagato su dichiarazioni di Giglio

Carabinieri

Spacciava in Oltretorrente: un altro arresto

In manette un 31enne tunisino

1commento

Gazzareporter

La pioggia ha ingrossato il torrente Video

Parma

Dopo un borseggio abbandona il portafogli fra la merce di un negozio

La Municipale indaga su una donna. Allontanato anche un gruppo di persone sospette che si aggiravano in Ghiaia

3commenti

tg parma

Proseguono i lavori sullo Stradone Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

2commenti

polizia

Paura a Londra e Berlino: tensione a Westminster (terrorismo) e spari in un ospedale (un ferito) Foto

SOCIETA'

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

SPORT

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling